15.02.2017

Teatro Comunale: Grande ritorno di RezzaMastrella a Belluno Miraggi, con il nuovo spettacolo “Anelante”

Per chi pensava che la genialità del duo RezzaMastrella avesse ormai già mostrato tutto, per chi credeva che non ci fosse più nulla che si potesse inventare di più provocatorio, si prepari a ricredersi…stanno per tornare sul palco del Teatro Comunale di Belluno con un nuovo esilarante e pungente spettacolo.

ANELANTE-REZZAMASTRELLA

Il 17 febbraio, per il terzo appuntamento di Belluno Miraggi 16/17, arriverà “Anelante” ultima creazione di RezzaMastrella. Spettacolo sconvolgente e delirante, un microcosmo, che anche questa volta lo storico duo ha saputo creare, in cui nulla è prevedibile e può essere dato per scontato. In scena, oltre all’inesauribile Antonio Rezza, altri quattro attori. Una festa più che uno spettacolo vero e proprio come lo definisce il giornalista Carlo Giunta su Internazionale: “In Anelante (...) si esce dal teatro con l’impressione di aver partecipato a qualcosa di più simile a una festa che a uno spettacolo teatrale, una festa piena d’intelligenza, spirito, divertimento (...), ma durante la quale nessuno ha cercato d’insegnarci niente, di convincerci di niente”. Da Pitagora a Freud, per passare dai drammi familiari al G8…Nessuno è salvo in uno spettacolo di RezzaMastrella, tutti, almeno per un momento, rievocano i propri scheletri nell’armadio, mettono in discussione le proprie certezze, le proprie convenzioni che, con una risata catartica, vengono smontate a colpi d’accetta…ma siamo sicuriche ci sia davvero da ridere

Sodalizio artistico, quello di RezzaMastrella, che, dall’87 ad oggi, ha creato 12 opere teatrali, ricevuto svariati premi, realizzato numerosi cortometraggi e pubblicato libri, ma che soprattutto ha saputo creare un linguaggio unico nel suo genere.

Per la direzione artistica di Belluno Miraggi, Rajeev Badhan ed Elena Strada, che già la scorsa stagione avevano puntato sullo spettacolo di RezzaMastrella “Fratto-x”, è “una nuova sfida volta sia ad avvicinare il pubblico bellunese ad un tipo di teatro “differente” senza prescindere da un dialogo costante anche attraverso gli incontri con gli artisti che si tengono tutte le sere dopo lo spettacolo, sia a dare luce a Belluno con una programmazione d’interesse non solo locale, ma regionale, portando nel caploluogo provinciale spettacoli e artisti di grande rillievo”.

REZZAMASTRELLA
“Rezza (e Mastrella) non è solo un comico: è un intellettuale inquieto che attraverso la risata distrugge credenze, illusioni, sicurezze, apparenze. In cerca dell’altro Io, degli altri Io: ches eppelliamo tutti i giorni"
      - Massimo Marino, Corriere della Sera

Dal 1987 hanno realizzato dodici opere teatrali interpretate da Rezza.?Estratti di queste sono state trasmesse da RAI 1, RAI 2, CANALE 5, TMC, Videomusic, ITALIA UNO, LA SEPT ART e pluripremiate. Dal 1991 realizzano numerosi cortometraggi premiati nei più prestigiosi circuiti e festival cinematografici e dal 1998 Antonio Rezza pubblica numerosi romanzi editi da Bompiani.Nel 2006 realizzano lo spettacolo “Bahamuth”. Nel 2008 Antonio Rezza vince il premio Feronia con il romanzo “Credo in un solo oblio”. Alla fine del 2009 debutta al teatro Astra di Torino lo spettacolo “7-14-21-28”.Nel gennaio del 2010 hanno presentato, a Madrid e a Valencia, Pitecus?in lingua spagnola. Nel 2011 presentano “7-14-21-28” al Théâtre de la Ville di Parigi all ?interno del Festival Face à Face. Nell ?Aprile del 2012, edito da Barbès, è uscito il libro “La noia incarnita - il teatro involontario di Flavia Mastrella e Antonio Rezza” a cura di Rossella Bonito Oliva. Nel Novembre dello stesso anno ha debuttato a Torino e a Roma lo spettacolo “Fratto_X”. A Maggio 2013 gli viene assegnato il Premio Hystrio-Altre Muse. Nell ?Ottobre del 2013 hanno presentato “7-14-21-28” al Theatre Center Na Strastnom di Mosca. Nel Dicembre 2013 è stato loro conferito il Premio Speciale UBU 2013 “per il lucido percorso di scavo nella crudeltà ottenuto attraverso il genio sfrenato di un attore e l’intuito plastico di un’artista visiva originale”. A Gennaio 2014 Flavia Mastrella espone al MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna la mostra Sculture in tasca. L’esaltazione dell’insignificante. Nel Novembre 2014, viene pubblicato il libro “Clamori al vento – L’arte, la vita, imiracoli di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.” dalla casa editrice Il Saggiatore.?NelNovembre 2015 debutta l’ultimo spettacolo “Anelante” presso ilTeatro Astra di Torino.

CREDITS
(mai) Scritto da Antonio Rezza - Habitat FlaviaMastrella - Con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista, Manolo Muoio, Chiara Perrini, Enzo di Norscia - Assistente alla creazione Massimo Camilli - Disegno luci Mattia Vigo - Organizzazione Stefania Saltarelli - Macchinista Andrea Zanarini - Sartoria Sara Baldazzi - Metalli CISALL - Produzione REZZA MASTRELLA Fondazione TPE TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello - Ufficiostampa Chiara Crupi - Comunicazione web Silvia Vecchini

BIGLIETTI
Prenotazioni: biglietteria@slowmachine.org /3289252116
Platea e Galleria Centrale 22 € intero e 18 € ridotto*

Galleria laterale e Loggione 15 € intero e 12 € ridotto*
*Riduzioni fino ai 30 anni e over 65

La biglietteria è aperta: ?- In Via Rialto, 6 a Belluno??
Venerdì dalle 17:00 alle 19:00? - Sabato dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 19:00?
Giovedì 16 Febbraio 17:00-19:00?? - Pressoilbotteghino del TeatroComunale?
Venerdì 17 Febbraiodalle ore 18:00 fino a inizio spettacolo - Inizio spettacolo ore 21:00

INFO
www.slowmachine.org
- FB SlowMachine/Belluno Miraggi - Teatro Comunale di Belluno