Avvenimenti

Van Gogh a Vicenza. Il 6 ottobre apertura con un giorno di anticipo!

Van-Gogh-VI-2017-18

Comunicato amici di "Linea d'ombra" Il 6 ottobre, dalle ore 20 alle ore 24, apertura anticipata con biglietto ridotto per tutti.

Van Gogh è già a Vicenza e le sue opere impreziosiscono, come mai prima, quel gioiello assoluto che è la Basilica Palladiana.
Ben comprendendo l'attesa che è cresciuta attorno a questa esposizione (già oltre 100mila prenotazioni!), abbiamo dunque deciso effettuare una pre apertura al pubblico per il prossimo venerdì 6 ottobre dalle ore 20 alle ore 24 (ultimo ingresso alle ore 23).
Di più, come nostro speciale segno di benvenuto, quella sera il biglietto di ingresso, acquistabile esclusivamente alle casse della mostra e dunque non prenotabile, sarà al prezzo ridotto di 11 euro per tutti (non valido per il 6 ottobre il “biglietto aperto”). Sarà altresì possibile acquistare, sempre in cassa, visite guidate.
Da sabato 7 ottobre, la mostra osserverà il normale orario di apertura, ovvero:

 da lunedì a giovedì: 9 - 18
 da venerdì a domenica: 9 - 20

 Prima di prenotare o di venire direttamente in visita alla mostra, vi consigliamo di consultare sempre TUTTI GLI ORARI E LE INFORMAZIONI
 

In Basilica Palladiana l'incanto di una mostra memorabile in un allestimento unico
Cominciamo dalla fine. Con il particolare di questa foto, scattata da Marco Goldin durante le ultime fasi dell'allestimento, vi mostriamo in anteprima due dei capolavori assoluti che illuminano l'ultima stanza del percorso espositivo. Sì perché, noi siamo davvero orgogliosi del sistema di illuminazione, progettato e realizzato appositamente per questa circostanza da Bibetech, che esalta, riquadrandoli alla perfezione con la tecnologia Led, i disegni e i quadri di Van Gogh. Ma la luce, quella unica e vera, che illumina non lo spazio, ma le menti e i cuori di chi guarda, è quella che Van Gogh ha saputo racchiudere nelle sue opere.
Vi stupirete, magari anche  commuovendovi, come è successo a noi in questi giorni, nel ritrovarla oggi potente e intatta come nel tempo in cui, era il luglio del 1890, Van Gogh la dipinse sotto un cielo nuvoloso o in un paesaggio con la pioggia a Auvers, sempre nello stesso mese. Appena prima di lasciare, lui, questo mondo, dopo avergli consegnato tutto di se stesso.
 
 
 

menu
menu