Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

25, 26 e 27 marzo, ???? al cinema il film su Gauguin a Tahiti

Gauguin a Tahiti

Le proiezioni avverranno al Cinema Italia di Belluno e all'Officinema di Feltre

Segnalamo una nuova proiezione per la serie di successo “La grande arte al cinema”. Sarà nelle sale italiane da lunedì 25 a mercoledì 27 marzo prossimi e si tratta di una rinnovata, grande collaborazione fra 3D Produzioni e Nexo Digital. Mi sento di invitarvi tutti al cinema non solo perché sono parte in causa avendo scritto, con Matteo Moneta, il soggetto del docufilm, ma soprattutto perché, avendolo potuto vedere in anteprima, sono stato veramente colpito dalla bellezza e dalla suggestione delle immagini oltre che delle musiche.

Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto è il racconto della vita di Paul Gauguin da quel primo aprile 1891 quando salpa da Marsiglia per Papeete e poi del lungo periodo che va fino all’8 maggio 1903 quando muore alle isole Marchesi. Con l’intervallo del rientro in Europa tra il 1893 e il 1895. Ma è anche il racconto degli anni immediatamente precedenti quella partenza, quindi il ricordo della Martinica, Parigi e specialmente la meravigliosa Bretagna dove approfondisce il suo stile nuovo di pittura. Bretagna alla quale sono dedicate varie sequenze lì ambientate.

Da non perdere questo film perché ne resterete affascinati. Vi sono comprese immagini girate appositamente nei grandi musei americani che custodiscono alcune delle opere più belle di Gauguin, con l’intervento di importanti storici dell’arte. E poi le due settimane che la troupe ha trascorso in Polinesia, per documentare i luoghi nei quali Paul Gauguin ha vissuto e dipinto negli ultimi anni della sua vita. 

Il film è stato sceneggiato da Matteo Moneta e diretto da Claudio Poli, fresco vincitore del Nastro d’argento per il docufilm “Hitler contro Picasso”, andato nelle sale nella scorsa stagione cinematografica. La splendida voce narrante è quella di Adriano Giannini, che ci immerge nelle atmosfere che hanno caratterizzato l’esistenza di Gauguin. Le musiche, purissime nella loro ispirazione, sono state scritte e orchestrate da Remo Anzovino, anche lui recente vincitore di un Nastro d’argento proprio per le musiche composte per la serie dei film sull’arte. Insomma, un grande cast per un film che, ne sono sicuro, amerete.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu