Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

Grande Openstudio di finestagione Progettoborca: il Programma completo

19-20 ottobre_Openstudio Progettoborca
Progettoborca_In Colonia_Foto Brando Prizzon

Openstudio finestagione Progettoborca Venerdi’ 19 e sabato 20 ottobre Colonia ex Villaggio Eni di Corte Borca di Cadore (Bl) Entrambi i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Dolomiti Contemporanee propone l’Openstudio di fine anno all’ex Villaggio Eni di Corte di Cadore.
Tra venerdì 19 e sabato 20 ottobre, Progettoborca realizza una due giorni di attività, incontri,  presentazioni di progetti artistici, culturali e di sviluppo territoriale, stampa e produzione sperimentale.
Nell’occasione, la proprietà Minoter garantisce l’apertura della Chiesa di Nostra Signora del Cadore, nei giorni di venerdì e sabato, in orario 10.00-17.00.
Si consiglia a tutti coloro che parteciperanno alle attività previste nelle ore serali di venire muniti di una pila o torcia frontale.
Info sul programma su www.progettoborca.net
---
Progettoborca apre la Colonia per l’Openstudio di fine stagione: ecco la curvatura.
Una semina, di pianeti terraformati, di azioni riattivatrici, di pensieri trasformativi, di spinte endogene, di masse in aggregazione, come polvere interstellare, a costruire, in arcipelago, nuovi corpi plastici: della mente, del paesaggio.
Progettoborca, per il quinto anno, ha ospitato, tra aprile e settembre, decine e decine tra artisti, architetti, progettatori d’innovazione culturale, accendendo la Colonia, divampandola.
Molti degli artisti che hanno operato negli scorsi mesi in Colonia, tornano ora a finalizzare e a presentare il proprio lavoro.
Il programma è articolato sui due giorni, con presentazioni, allestimenti, installazioni, proiezioni, talk, edizioni, stampa e cerviaseizampe.

Prologo, coda: ad anticipare l’Open-studio, giovedì 18 ottobre alle ore 18.00, presso il Cos.Mo di Pieve di Cadore (Bl), vi sarà la proiezione del film A History about Silence, dell’artista Caterina Erica Shanta, ora in Residenza a Borca. A chiudere l’Open-studio invece, una performance di Evelyn Leveghi, della serie 4+1, Desinare in conversazione con il paesaggio, domenica 21 ottobre alle ore 12.00, presso Batteria Castello (Colle di Monte Ricco, Pieve di Cadore, Bl).

Artisti presenti: Marta Allegri, Alessia Armeni, Lorenzo Barbasetti di Prun, Michele Bubacco, Simone Cametti, Marcello Cualbu, Fabiano De Martin Topranin, Barbara De Vivi, Chiara Enzo, Paulina Herrera Letelier, Alice Faloretti, Ilaria Fasoli, Giulia Fassina, Anita Ferro Milone, Folà, Evelyn Leveghi, Stefania Mazzola, Marta Naturale, Giorgio Orbi, Anna Poletti, Luka Sirok, Catia Schiavano, Marta Spagnoli, Angelica Stimpfl, Massimo Tevarotto, Eva Chiara Trevisan, Giuseppe Vigolo, Stefania Zanetti.

Progetti territoriali, presentazioni, a cura di: Ludovica Rubbini e Riccardo Gaspari (SanBrite, Alverà, Cortina d’Ampezzo), Andrea Bonalberti e Andrea Concina (Sidro Vittoria, Laggio di Cadore), Antonio Aiello, Renato Ferri, Massimo Milordo (Itre, Viti fra le Nuvole), Marco Del Favero (Cooperativa Scs), Cinzia Gallina, Elena Maierotti, Mattia Menardi e Gabriele Bee, Angelo Paladin, Federico Biasotto, Ettore Focaccia, Simone Rossato, Carlo Erba.
---
PROGRAMMA:
Venerdì 19 – attività - Architettura, territorio, risorsa, analisi, progetto, rigenerazione Mattia Menardi e Gabriele Bee

Il Trampolino Italia di Zuel: una tesi di laurea e un’idea di riuso . Sala cinema, proiezione immagini e presentazione (10.30)
Angelo Paladin, Federico Biasotto, Ettore Focaccia, Simone Rossato
Progetto e restauro: il bosco di Gellner e la Colonia di Corte . Sala cinema, proiezione immagini e presentazione (11.00)
Cinzia Gallina
Studio geometrico-percettivo della Colonia di Corte. Fase 1: i luoghi dell’andare - Sala cinema, proiezione immagini e presentazione (11.30)
Elena Maierotti
Perarolo di Cadore: storia e potenza. Piave e Boite, Zattieri e Cìdolo, una Parrocchiale di legno, la prima area wilderness d’Italia (Val Montina) - Sala cinema, proiezione immagini e presentazione (12.00)
Carlo Erba
Stipsi borghese, l’eleganza donata e: cos’è il multijet? (12.30/∞)

La fame di Prometheus (16.30-18.30)
Il Cinema, ripristinato nel 2017 con Abitare Condiviso II, è uno degli spazi della Colonia riguadagnati all’inerzia. - Prometheus Open Food Lab ospita la presentazione di una serie di imprese e attività territoriali connesse alla coltivazione e al cibo. Pa rtecipano, e presentano la propria attività: Ludovica Rubbini e Riccardo Gaspari del ristorante SanBrite di Alverà, Cortina d’Ampezzo
Andrea Bonalberti e Andrea Concina, Sidro Vittoria, Laggio di Cadore
Antonio Aiello, Renato Perri e Massimo Milordo di Viti fra le Nuvole a Borca e Vodo di Cadore
Marco Del Favero di Cooperativa SCS Cadore, Tai di Cadore

Casa Cametti - Casa Cametti rimane aperta e visitabile dalle ore 10.00 alle 18.00, alla presenza dell’artista.

Open-party Progettoborca (pòrtati da bere) - Cinema 19.00-22.00

Sabato 20 – attività
Pranzo/Studiovisit a Casa Cametti - Simone Cametti apre la propria casa-progetto, ospitando a pranzo un gruppo di curatori, artisti, architetti, collezionisti, etcetera. - Partecipazione su invito. (12.00-14.00)
Presentazione del lavoro di Marta Allegri /Accademia di Belle Arti di Venezia e Giuseppe Vigolo/Accademia di Belle Arti di Verona.
Si raccontano i processi attivati in Colonia dai due artisti/docenti tra il 2014 e il 2018, ed i workshop realizzati con gli studenti delle Accademie.Cinema alla Colonia, proiezione.(14.30-16.00)
Artist round table in Aula Magna - Alcuni degli artisti che, dal 2014 ad oggi, hanno lavorato in Progettoborca, raccontano la loro esperienza. Artisti presenti: Marta Allegri, Alessia Armeni, Lorenzo Barbasetti di Prun, Barbara De Vivi, Chiara Enzo, Alice Faloretti, Paulina Herrera Letelier,Marcello Cualbu,Marta Naturale, Marta Spagnoli, Catia Schievano, Stefania Mazzola, Giulia Fassina, Anita Ferro Milone, Folà, Evelyn Leveghi, Anna Poletti, Simone Cametti, Fabiano De Martin Topranin, Luka Sirok. (16.00-18.30)

Venerdi’ 19 e Sabato 20 – attività continuative
Folà - Stampa del cervo a sei zampe Folà gestisce un laboratorio attrezzato per la produzione di materiale artistico, in particolare nell’ambito della stampa d’arte, del disegno, della pittura e delle arti applicate, all’interno dell’ex stazione ferroviaria di Marano Vicentino.
Folà torna in Colonia: con la tecnica serigrafica, nel corso della due giorni, si stampa il Cervo a sei zampe, creatura nuova di Borca, nata da un’idea di Giuseppe Vigolo.
E’ possibile portare degli indumenti leggeri (t-shirt, felpe, bags), per farli stampare sul momento, al costo di pochi euro.(10.00-19.00) - Aula Magna
Laboratorio di Stampa alle ex Lavanderie - Si stampa, sempre. - Laboratorio di Tipografia generativa e stampa tradizionale a cura di Marcello Cualbu (10.00-19.00)
Chiesa di Nostra Signora del Cadore - In occasione dell’Open-studio, la Chiesa del Villaggio rimane aperta dalle ore 10.00 alle ore 18.00, visitabile in autonomia. (10.00-17.00)
Nuovi allestimenti e installazioni in Colonia visitabili sia venerdì che sabato, alla presenza degli artisti (10.00 – 19.00)
Anna Poletti - Installazione PbLab: la paura di non esistere Anna Poletti installa i propri lavori artistici legati al fashion-design e al rebranding, realizzati negli ultimi mesi con alcuni partner (Lanificio Paoletti, Gatto Astucci, Lanerossi/Gruppo Marzotto).Aula Magna
Barbara De Vivi, Alice Faloretti, Catia Schievan - Allestimento dei disegni e opere grafiche realizzati durante la Residenza 2018 Dormitorio F2
Chiara Enzo, Marta Naturale, Marta Spagnoli Allestimento dei disegni e opere grafiche realizzati durante la Residenza 2018 Dormitorio M2
Alessia Armeni - Allestimento opere pittoriche realizzate durante la Residenza 2018 nella Chiesa di Nostra Signora del Cadore Dormitorio F3
Stefania Mazzola - The Studio - ex alloggi dirigenti
Michele Bubacco - Allestimento opere pittoriche e installazione Colonia
Matteo Valerio e Sofia Bonato - Mondo invisibile (Non Permanent), grande tela stampata Rampa RS-I (allestimento provvisorio)
Evelyn Leveghi - Pratiche, fratture, kintsugi, frana, edizioni Colonia, Ruina di Cancia
Marcello Cualbu - It was non me, is was one of my friends Dormitorio G5
Luka Sirok - Volumes Mole e Dynamics of continuous elements: riallestimento alle Docce maschi.
laria Fasoli - 
In azione al Labirinto. Artista all’opera, spazio visitabile.
Eva Chiara Trevisan - Allestimento alle ex Infermerie

Gli altri spazi attivi e installazioni presenti in Colonia, realizzati dal 2014 ad oggi, saranno visitabili durante l’Openstudio.

INFO  info@progettoborca.net info@dolomiticontemporanee.net  press@dolomiticontemporanee.net  www.progettoborca.net  www.dolomiticontemporanee.net

Come arrivare:
Villaggio Corte delle Dolomiti  Borca di Cadore (BL)  Progettoborca/Dolomiti Contemporanee Uffici-Bookshop Via Mattei 5 32040 – Borca di Cadore
L’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore si trova all’interno del grande bosco ai piedi del versante meridionale del Monte Antelao.
Per chi arriva da Belluno, dalla SS 51 di Alemagna, una volta giunti a Borca di Cadore, seguire la cartellonistica stradale con le indicazioni per “Villaggio Corte delle Dolomiti”. All’altezza del distributore Eni, girare a destra verso il Monte Antelao. A questo punto, ci si trova già all’interno dell’area boscosa su cui insiste il Villaggio. Salire per circa un chilometro, poi svoltare a sinistra all’altezza della Capanna bianca con copertura lignea. Il punto d’accesso è l’edificio accanto alla cancellata metallica.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu