Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

In montagna si vive meglio: Belluno regina d’Italia per qualità della vita

Belluno regina d’Italia per qualità della vita

di Valentina Sorci – 27 novembre 2017

In montagna si vive meglio. Belluno è la regina d’Italia per qualità della vita. A decretarlo è la 28esima indagine del Sole 24 Ore che misura il benessere economico e sociale delle 110 province italiane.

 

BELLUNO REGINA D’ITALIA PER QUALITÀ DELLA VITA

La classifica del Sole 24 Ore analizza 42 indicatori in sei macro settori: affari, lavoro e innovazione; reddito, risparmi e consumi; ambiente, servizi e welfare; demografia, famiglia e integrazione; giustizia, sicurezza e reati; cultura, tempo libero e partecipazione). Tra gli indicatori presi in esame da quest’anno anche gli acquisti online, il gap retributivo di genere, la spesa per i farmaci, il consumo del suolo, gli anni di studio degli over 25 e l’indice di litigiosità dei tribunali.

 

IN MONTAGNA SI VIVE MEGLIO

 

Belluno regina d’Italia per qualità della vita

È un’Italia a due velocità quella che emerge dall’indagine del Sole 24 Ore. Nei primi sette posti della classifica si trovano solo province dell’arco alpino (e, la maggior parte, sono in miglioramento rispetto al ranking 2016). La palma d’oro va a Belluno, che recupera ben tre posizioni rispetto alla classifica dello scorso anno. Sul secondo gradino del podio scivola Aosta (la vincitrice del 2016), che conferma il suo primato nella categoria demografia e ambiente. Medaglia di bronzo per Sondrio (quinta nel 2016), grazie alla vittoria nell’area Ambiente e servizi. Seguono, poi, Bolzano, Trento, Trieste e Verbano-Cusio-Ossola.

 

UN’ITALIA A DUE VELOCITÀ

In coda alla classifica finiscono le province del sud Italia. Reggio Calabria si piazza al posto 108, seguita da Taranto (che perde quattro posizioni) e Caserta, fanalino di coda (perde due posti rispetto al 2016). In generale, la graduatoria conferma la tendenza che nelle piccole città si sta meglio rispetto ai grandi centri: Milano si posiziona all’ottavo posto, Firenze al gradino numero 12, Roma al 24, Torino al 40esimo posto, Venezia al 43esimo. Napoli conferma la posizione numero 107, mentre Palermo sale di un posto rispetto allo scorso anno, posizionandosi al 97esimo posto.

menu
menu