Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

Rodin a Treviso

Rodin a Treviso

Dal 6 novembre le prenotazioni per la grande mostra su Rodin, aperta a Treviso dal 24 febbraio 2018

Il Bacio e Il pensatore sono due tra le sculture più celebri di tutti i tempi, presenti nell’immaginario di tutti quanti noi. Auguste Rodin il loro autore, colui che è stato definito “lo scultore dell’impressionismo”. Non a caso è fondamentale il suo rapporto con Monet, che sfociò nella vasta mostra parigina in comune dell’estate 1889, nella galleria di Georges Petit. Il grande maestro francese ha segnato la storia della disciplina, ancor di più dopo il viaggio in Italia, non ancora trentenne, che lo mise sulle tracce soprattutto di Michelangelo, oltre che di Donatello e Bernini. 
 Ebbene, proprio a Rodin è dedicata la nuova, importante mostra di Linea d’ombra, che così si affiancherà per un mese e mezzo a quella su Van Gogh da poco apertasi con tanto successo (già 50.000 visitatori nelle sole prime tre settimane) in Basilica Palladiana a Vicenza. La mostra Rodin (www.lineadombra.it) si svolgerà nel Museo di Santa Caterina a Treviso, dal 24 febbraio al 3 giugno 2018, con apertura delle prenotazioni (online e al call center di Linea d’ombra 0422 429999) lunedì 6 novembre prossimo. L’esposizione destinata al sublime scultore francese inaugurerà una nuova, ampia sala all’interno del complesso museale trevigiano. Sala che ospiterà le sculture di maggior formato tra le 50 che giungeranno da Parigi, unitamente alle 30 opere su carta. 
 
Realizzata grazie alla fondamentale collaborazione del Musée Rodin di Parigi, si annuncia come un bel passo dal punto di vista della creazione di un significativo percorso critico e storico, anche attraverso il catalogo che l’accompagnerà. Tra l’altro, la rassegna di Treviso sancirà ufficialmente la conclusione dell’anno centenario della morte di Auguste Rodin (1917), dal momento che il museo parigino ha deciso di inserirla nel programma ufficiale che sta vedendo in tutto il mondo, ma non in Italia finora, esposizioni che appunto celebrino, o abbiano celebrato, questa importante data, dal Grand Palais di Parigi nella scorsa primavera al Metropolitan Museum di New York attualmente. Dunque, Treviso sarà la sola sede italiana che potrà essere inserita in questo calendario internazionale.

 Il Musée Rodin metterà a disposizione le opere del più grande scultore del XIX secolo, e uno dei maggiori di sempre in questa disciplina. Tutte le opere più celebri saranno presenti, in formati piccoli, medi e in certi casi anche di grande dimensione, alcuni dei quali allora da ospitarsi nei chiostri di Santa Caterina. Sculture che hanno segnato la storia di quest’arte nei secoli: dal Pensatore al Bacio, dalla Porta dell’Inferno ai Borghesi di Calais. Titoli che, da soli, dicono già dell’eccezionalità dell’evento. 
 Siamo sicuri di offrirvi un altro progetto di grande qualità, che a Treviso affiancheremo all’esposizione anche di oltre cento opere di uno dei maggiori scultori europei del XX secolo, Arturo Martini, i cui  lavori saranno visibili nel secondo museo della città, il Museo “Luigi Bailo”. Il confronto tra questi due giganti della scultura, per la prima volta proposto, sarà un motivo in più per venire, o per tornare, a Treviso. Vi aspettiamo dal prossimo 24 febbraio. Intanto si aprono le prenotazioni.

menu
menu