Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

SlowMachine inaugura la mostra Beyond, Oltre l’errore

BEYONDLOCANDASTAMPAdef

Venerdì 18 gennaio dalle ore 18:30 presso lo studio di SlowMachine in Via del Piave, 4 a Belluno, verrà inaugurata la mostra “Beyond”

Venerdì 18 gennaio dalle ore 18:30 presso lo studio di SlowMachine in Via del Piave, 4 a Belluno, verrà inaugurata la mostra “Beyond” che, all’interno di una riflessione sull’errore come punto di partenza di una ricerca artistica al confine tra il controllo e l’istinto, l’inatteso, coniuga elementi visivi e sonori. 
 Immagini di Davide Lantermoz accompagnate dal live set di Nodolby. - “La volontà di questa piccola mostra - Racconta Rajeev Badhan, direttore artistico di SlowMachine che ha curato l’operazione - è quella di indagare quel qualcosa, forse indicibile, che si nasconde nel gesto tra il controllo e il non controllo. La creazione artistica si confronta spesso con l’errore, con lo sbaglio e con il fallimento, ma cosa succede se essi sono punto di partenza per una ricerca, per una costruzione incontrollata di un inatteso. Allontanarsi dalla propria volontà per incontrare il caso…come farlo? Come imporsi per lasciare che forse l’inconscio e l’istinto prendano il sopravvento? Davide Lantermoz e Nodolby hanno fatto di questo una pratica artistica. Indagano ed agiscono in questo processo che tenta di allontanare l’uomo dai propri meccanismi di controllo per cercare di far affiorare l’inaspettato”. Dopo le mostre dell’artista bellunese Viso presso l’Hangar 11 nel 2016 e dell’illustratore feltrino Alberto Fiocco nel 2017, un nuovo passo da parte di SlowMachine verso la contaminazione delle arti e la condivisione di esperienze e riflessioni sul contemporaneo. La mostra rimarrà aperta anche il weekend successivo. Ingresso libero.
 Davide Lantermoz Nato ad Aosta si trasferisce a Milano e poi a Belluno. Dopo essere stato uno snowboarder professionista, per 4 anni intraprende il percorso come assistente fotografo di moda e poco dopo inizia a pubblicare i suoi primi lavori personali per diversi giornali.  La sua ricerca sperimentale in campo artistico dalla fotografia continua attraverso il mondo del disegno e della pittura. I suoi lavori sono stati esposti in varie gallerie in Italia e all’estero.  La ricerca dell’inaspettato è spesso alla base dei suoi lavori, impedire il più possibile il progetto, la macchinazione, provare ogni volta l’ebrezza di ottenere un’immagine “Altra”, cadere nell’intoppo, sbagliare, registrare, fluire.
 Nodolby (Michele Scariot) Noise performer e manipolatore sonoro. Dal 1999 al 2008 ha fatto parte del duo di musica elettronica ENT. Dal 2007 come Nodolby ha pubblicato per etichette del circuito underground italiano e internazionale (Stati Uniti, Giappone, Australia, Danimarca).
Le fonti sonore che utilizza provengono da apparecchiature malfunzionanti e/o modificate. Nel live set l’organizzazione e la destrutturazione del flusso sonoro sono il metodo per la ricerca della musicalità insita in aspetti quali timbro, volume, rumore e silenzio. Un’altra sfida consiste nell’esplorare le possibilità e i limiti di controllo tra il performer e il suono instabile ed imprevedibile della strumentazione così modificata. Durante questi anni Nodolby ha avuto la possibilità di esibirsi principalmente in Italia, Europa e, nel 2015, di fare un tour di concerti in Giappone. Dal 2007 al 2018 Scariot ha gestito la piccola etichetta DOKURO che durante gli anni ha prodotto e pubblicato molti artisti nazionali ed internazionali.
 
Aperture: Opening + LiveSet Venerdì 18/01 ore 18:30  Sabato 19/01 ore 10:30-12:30 / 17:30-19:30 Domenica 20/01 ore 10:30-12:30 / 17:30-19:30 Venerdì 25/01 ore 10:30-12:30 / 17:30-19:30 Sabato 26/01 ore 10:30-12:30 / 17:30-19:30
 Luogo: Studio SlowMachine - Via del Piave, 4 Belluno
 
Facebook: SlowMachine/Belluno Miraggi www.slowmachine.org
 
Ufficio Stampa SlowMachine comunicazione@slowmachine.org

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu