Eventi, avvenimenti, manifestazioni Belluno e provincia

Turismo Mel - Mostra Fotografica "Legàmi"

Mel - Palazzo delle Contesse

Domenica 11 Marzo 2018 dalle ore 11.00 presso il Palazzo delle Contesse di Mel, inaugurazione della Mostra Fotografica “Legàmi”  di Loris De Barba e Daniela Dal Mas

“Legàmi”, immagini e parole per raccontare la storia di un paesino di montagna, Valmorel di Limana, fa parte di un progetto iniziato 5 anni fa,  nato da un'idea: contribuire a preservare la memoria di una comunità e, nello stesso tempo, mantenere uno sguardo verso il futuro.
Avere la propria terra nel cuore significa sentire forte l'appartenenza in qualunque parte del mondo ci si ritrovi ad essere, a nascere, a vivere.
L’esposizione intende descrivere un luogo inteso non solo come spazio fisico, paesaggio, territorio, ma principalmente come ambiente pulsante di vita, ricco di relazioni umane, di ricordi, di nuove esperienze.
Una serie di ritratti in bianco e nero che vede protagonisti gli abitanti di Valmorel  a cui si aggiunge la voce delle persone  che , intervistate da Daniela Dal Mas, hanno raccontato storie vissute, speranze sogni.

In concomitanza con la mostra verranno proposti i seguenti eventi collaterali :
Giovedi 29 marzo alle ore 20.30 preso il  Palazzo delle Contesse di Mel - Serata di lettura dal titolo “Ritratti” a cura del gruppo Voci di passaggio
Domenica 25 marzo dalle ore 16.00 - Visita guidata a Valmorel   con la presenza di alcuni protagonisti dei ritratti della mostra

La mostra, ad ingresso gratuito,  sarà visitabile fino al 15 aprile 2018  con i seguenti orari: SABATO E DOMENICA  9.00 – 12.00      15.00 – 18.00

Segue comunicato ufficiale:

“Legàmi” - Foto di Loris De Barba - Interviste di Daniela Dal Mas

“Legàmi” fa parte di un progetto iniziato 5 anni fa. Come ogni progetto è nato da un'idea: contribuire a preservare la memoria di una comunità e, nello stesso tempo, mantenere uno sguardo verso il futuro. 
Il piccolo paese , Valmorel , posto a 800 m. s.l.m  nella vallata bellunese, per alcuni, nati qui, non è un luogo come gli altri: è il nido, le radici ben piantate, radici profonde, ancestrali, come se si potesse respirare solo fra quei boschi e quei prati.
Avere la propria terra nel cuore significa sentire forte l'appartenenza in qualunque parte del mondo ci si ritrovi ad essere, a nascere, a vivere. La propria terra diventa allora un'identità, un'appartenenza, una necessità.
Per altri è la scelta di un futuro fatto di nuove prospettive, nuovi ritmi, dove ci si riappropria del tempo e si stabiliscono relazioni umane pregne di significato.
Da qui si può avere un orizzonte, si riesce, tenendo i piedi ben saldati sulla terra, a guardare il futuro.

La mostra nasce, quindi, dal desiderio di descrivere un luogo inteso non solo come spazio fisico, paesaggio, territorio, ma principalmente come ambiente pulsante di vita, ricco di relazioni umane, di ricordi, di nuove esperienze.

I protagonisti sono gli abitanti di questo paesino di montagna: persone che sono nate qui, altre che vi sono ritornate ed altre ancora che hanno scelto questo luogo per vivere.

Si tratta di una serie di ritratti in bianco e nero in cui colpisce la qualità della luce, morbida ed avvolgente, mentre la posa fotografica è spontanea, curata, ma sembra arrivare con naturalezza da momenti di dialogo e di convivialità.

Ai ritratti fotografici si aggiunge la voce delle persone che, attraverso domande, suggestioni, che avessero lo scopo di liberare pensieri e riflessioni, hanno raccontato storie vissute, speranze e sogni. 
Le voci sono state raccolte in una serie di interviste la cui integrità è presente in cartaceo, mentre degli stralci sono racchiusi in un audiovisivo della durata di 30 minuti.
Le foto sono accompagnate da didascalie che presentano i protagonisti
 riportando  frasi significative dell'intervista.

In concomitanza con la mostra saranno presentati degli eventi legati al tema proposto:
una serata di lettura dal titolo “Ritratti” a cura del gruppo Voci di passaggio giovedi 29 marzo alle ore 20.30 al Palazzo delle Contesse, 

una visita guidata con la presenza di alcuni protagonisti di Valmorel domenica 25 marzo dalle ore 16.00, 
un incontro dal titolo Vivere in montagna da calendarizzare.

La mostra verrà inaugurata al Palazzo delle Contesse di Mel domenica 11 marzo alle ore 11.00 e rimarrà aperta fino al 15 aprile con i seguenti orari: SABATO E DOMENICA  9.00 – 12.00  15.00 – 18.00

Gli Autori: 

Loris De Barba 
Nato a Limana (Bl) dove risiede.
Pratica l’alpinismo da 35 anni con predilezione per le zone poco frequentate e selvagge e con numerose salite sui 4000 delle Alpi. 
Nell’inverno 2012/2013 è uscito con il volume “Scialpinismo in un’isola di silenzio”, nel 2016 in collaborazione con Francesco Vascellari pubblica “scialpinismo e sci ripido, i 4000 delle Alpi.
Alcuni suoi articoli riguardano lo sci alpinismo sono pubblicati sulla rivista “Le Alpi Venete” e altri sono apparsi sul blog-magazine Altitudini.it dedicato alle attività di vita e sport in montagna.
Altra passione, la fotografia, soprattutto paesaggistica di montagna e alpinismo con scalate realizzate su gran parte dei gruppi montuosi dell’arco alpino.


Daniela Dal Mas
Nata a Trichiana(Bl), vive a Limana da oltre trent'anni.
Maestra coinvolta, appassionata orticoltrice e giardiniera, amante della natura e del bello.
Cerca di vivere il presente e di dare un senso all'andare, attraverso relazioni significative, battaglie intraprese, buone letture, buon cibo.
Ama ascoltare storie vissute che qui ha raccolto perché ne rimanga traccia.
 

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu