Dummy Title /belluno-dolomiti/ 2018-04-22T08:59:40+02:00 http://example.comnews-4500.atom Comune di Feltre - 25 aprile - 73^ Anniversario della Liberazione - 2018-04-22T07:46:56+02:00 2018-04-22T07:49:12+02:00 Sfilata per le vie della città accompagnata dalla Banda “Città di Feltre”,

Mercoledì 25 aprile 2018 si celebra il 73^ Anniversario della Liberazione. Il Comune di Feltre propone, come ogni anno, una sfilata per le vie della città accompagnata dalla Banda “Città di Feltre”, con partenza da Piazza Isola alle ore 10.15 (raduno alle ore 10.00) e arrivo al Monumento dei Caduti alle ore 10.30. Qui avranno luogo le celebrazioni ufficiali con l'alzabandiera e la deposizione della corona. Dopo il saluto delle autorità, la cerimonia si concluderà con un momento di preghiera. La cerimonia si terrà anche in caso di maltempo.

Alle ore 11.00, nell'Aula Magna dell'Istituto Carenzoni, verrà presentato il libro “Fatti di Resistenza. Il battaglione Gherlenda e altre storie” di Giuseppe Sittoni con interventi dell'autore, di Giovanni Perenzin e della prof.ssa Antonella Di Luoffo del Liceo di Pergine Valsugana. Verrà presentata, poi, con un intervento di Flavia Monego, la pubblicazione "Forza John e Fratelli d'Italia", curata dalla sezione di Feltre dell'ANPI.

http://example.comnews-4499.atom FAI UN GIRO IN VILLA - BELLUNO - il 2 giugno ed il 3 giugno Villa Crotta Segato Boranga-Emeri - a Sedico (BL) - 2018-04-22T07:37:59+02:00 2018-04-22T07:46:22+02:00 Torna il Festival Laboratorio del Vivere la Villa Veneta organizzato dalla Presidenza FAI Veneto in collaborazione con i Gruppi Giovani.

Comunicato stampa

Per immagini in HD: http://bit.ly/FAIVilla2018

Venezia - 20 aprile 2017, ore 11 –  Torna da maggio a settembre 2018 la seconda edizione del festival laboratorio del vivere la villa veneta “FAI un giro in villa” organizzato dalla Presidenza FAI del Veneto in collaborazione con i Gruppi FAI Giovani Regionali.

Sette appuntamenti per far rivivere altrettante ville venete solitamente chiuse al pubblico.

«L’iniziativa – spiega Ines Lanfranchi Thomas, presidente FAI Veneto - ha l’obiettivo di trasformare le ville in luoghi accoglienti capaci di dialogare non solo con il tessuto urbano nel quale sorgono ma anche con la cultura, il sistema produttivo e l’economia del territorio. Durante le giornate di apertura ogni singola villa ospiterà eventi quali concerti, degustazioni, esposizioni, rappresentazioni teatrali e incontri che consentiranno ai visitatori di vivere questi luoghi attraverso percorsi diversi dalle consuete visite.  Si tratta della prima e unica iniziativa dei Giovani del FAI a livello nazionale, che sottolinea la freschezza, la sinergia, l'impegno e l'affetto dei Gruppi FAI giovani per la loro regione, il Veneto».

L’edizione 2018 di “FAI un giro in villa” prende il via sabato 5 maggio  e domenica 6 maggio a Villa Giusti del Giardino a Padova, a cura del FAI Giovani Padova;  seguono il 20 maggio Villa Mosconi Bertani, ad Arbizzano di Negrar (VR), a cura del FAI Giovani Verona, il 2 giugno ed il 3 giugno Villa Crotta Segato Boranga-Emeri - a Sedico (BL) a cura del FAI Giovani Belluno, il 1 luglio con il  FAI Giovani Vicenza  Villa Piovene da Schio a Castelgomberto (VI) , l’11 agosto con il  FAI Giovani Rovigo  la Tenuta Ca' Zen a Taglio di Po (RO), il 9 settembre  Villa Lattes a Istrana (TV) a cura del FAI Giovani Treviso e Venezia e, per concludere, il 23 settembre  Villa Correr - Agazzi, a Biverone di San Stino di Livenza (VE), a cura del FAI Giovani Portogruaro.

I Gruppi FAI Giovani del Veneto sono otto e, all'interno delle Delegazioni FAI, coinvolgono ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 35 anni che mettono a disposizione il loro tempo, la loro formazione e la loro professionalità in modo volontario, per realizzare eventi e progetti che diventino momenti di convivialità e di riflessione sulla cultura e sull'ambiente in pieno stile FAI.

La partecipazione all’iniziativa “FAI un giro in villa” è possibile a fronte di un contributo a partire da 5 euro (3 euro per gli iscritti FAI) chiesto dai volontari FAI all’ingresso di ogni villa dove sarà, anche, possibile iscriversi al FAI versando una quota di benvenuto FAI Giovani di 15 euro dai 18 ai 35 anni e possibilità di rinnovo alla stessa quota.

L’edizione 2017 ha visto la partecipazione di 4700 persone (in prevalenza di età compresa tra i 18 e i 35 anni ) con una media di 784 visitatori per sito. È interessante notare che il 43,6% dei partecipanti non conosceva la villa aperta in occasione del festival, il 35,9% la conosceva ma non era mai entrato e solo il 20,5% conosceva il bene e lo aveva già visitato.

«Questi dati - racconta Marco Boscolo, coordinatore FAI Giovani del Veneto – ricavati da un questionario che lo scorso anno abbiamo chiesto di compilare ai partecipanti, dimostrano che il Festival ha una valenza positiva per i territori che lo ospitano in termini di promozione in quanto per circa l’80 percento delle persone il bene aperto in occasione di FAI un giro in villa 2017 era sconosciuto o non ancora visitato.  Si può affermare, quindi, che il festival produce un impatto positivo per i territori che lo ospitano, creando la loro promozione socio-culturale anche grazie al ruolo dei volontari del FAI, che si impegnano a valorizzare lo spirito del luogo, con grande soddisfazione dei visitatori».

Nel 2017 sono stati oltre 50 gli eventi organizzati dai Gruppi FAI Giovani del Veneto.

Per informazioni
veneto@faigiovani.fondoambiente.it    www.fondoambiente.it

  • FAIungiroinvilla      #FAIungiroinvilla

Ufficio Stampa per il Veneto
Studio Pierrepi Alessandra Canella   Via delle Belle Parti 17 - 35139 Padova   348-3423647   canella@studiopierrepi.it   www.studiopierrepi.it

http://example.comnews-4498.atom Turismo Mel - Corso Orticoltura Biologica - 2018-04-22T07:15:05+02:00 2018-04-22T07:29:28+02:00 L’Associazione “Mele a Mel” organizza un  Corso di Orticoltura Biologica aperto a tutti. Si comincerà  Giovedì 26 Aprile 2018 alle  ore 20.00

Il corso, tenuto dal Dr. Giuseppe Crocetta, articolato in tre lezioni teoriche si terrà presso la sede del G.S. Laghet (ex latteria ) a Pagogna di Mel dalle ore  20.00  alle  21.30.
Si comincerà  Giovedì 26 Aprile 2018 alle  ore 20.00  con il tema : “Nozioni generali su clima, ambiente, terreno,buone pratiche culturali per gli ortaggi”.
Quota   di partecipazione : € 20  da versare all’inizio della prima lezione 

Per info ed iscrizioni   contattare :  e-mail  meleamel@libero.it    -  Sig. Bepi Comel    Cell.     339 3774887

 

Segnaliamo inoltre  la Proiezione  del documentario “Campo Internamento di Quero” realizzato da Doriano Dalla Piazza in collaborazione con Germano Susanetto  che avrà luogo Mercoledì 25 aprile alle ore 20.30 presso il Centro culturale Silvio Guarnieri di Pedavena in occasione della Celebrazione della Giornata della Liberazione.

"PROIEZIONE DOCUMENTARIO “IL CAMPO DI INTERNAMENTO DI QUERO” - Presentazione dell’autore Doriano Dalla Piazza
Mercoledì 25 aprile 2018 ore 20.30 Sala Guarnieri di Pedavena
Come ormai tradizione, l’Amministrazione Comunale di Pedavena intende celebrare anche quest’anno la Giornata della Liberazione con un momento di riflessione e dibattito sulle atrocità del fascismo. Quest’anno il tema prescelto è quello dei Campi di Internamento istituiti dal regime fascista durante la seconda Guerra mondiale a partire dal 10 giugno 1940, in applicazione delle famigerate leggi razziali, introdotte a partire dal 18 settembre 1938. Inizialmente tali campi funzionarono come centri di raccolta, confino, e lavoro coatto per gli ebrei “stranieri” residenti in Italia, e per altri gruppi etnici (slavi, cinesi, rom, greci), oltre che per gruppi di “sovversivi” e antifascisti. Dall’8 settembre 1943 con l’istituzione della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione tedesca dei territori delle Tre Venezie, alcuni di questi campi si tramutarono in campi di smistamento per ebrei, italiani e stranieri, soggetti poi a deportazione nei campi di sterminio della Germania e Polonia, in primo luogo Auschwitz. Questa è storia ormai nota; quello che è meno riconosciuto anche dai Feltrini e Bellunesi, è come uno di questi campi di Internamento fosse stato istituito anche a Quero, segregando vari gruppi di profughi ebrei. Se inizialmente gli internati godevano di una limitata libertà di movimento, e la possibilità di ricevere aiuti e assistenza dall’esterno, giungendo anche a familiarizzare con le popolazioni locali; dopo la caduta di Mussolini (25 luglio 1943), quelli che non riuscirono a scappare in tempo, furono consegnati ai tedeschi e trovarono la morte ad Auschwitz. Di molti di loro si sono perse le tracce. Doriano Dalla Piazza e Germano Susanetto, entrambi di Quero, hanno realizzato un documentario, in cui hanno cercato di ricostruire, attraverso ricerche storiche e testimonianze, la drammatica vicenda di un gruppo di profughi ebrei internati a Quero nel 1942. Interviste, documenti, immagini sono state raccolte per la prima volta ne “Il Campo di Internamento di Quero”, documentario dove il ricordo viaggia tra la tragedia e la speranza, attraverso gli occhi di chi, allora bimbo, ha vissuto e visto le deportazioni. La proiezione, ad ingresso libero, è prevista mercoledì 25 maggio ore 20.30 alla Sala Guarnieri di Pedavena. L’iniziativa è promossa dal Comune di Pedavena, per tramite della Biblioteca Civica, in collaborazione all’A.N.P.I. – Sezione di Feltre."

http://example.comnews-4497.atom Turismo Mel - segnalazione eventi - 2018-04-21T09:25:29+02:00 2018-04-21T09:58:40+02:00 “Prati fioriti in provincia di Belluno”, Concerto  “Earth Day Concert”, "Trichiana in fiore", "Fiori e fiorellini di montagna"

Segnaliamo con piacere l’iniziativa “Prati fioriti in provincia di Belluno” organizzata da Gruppo Natura Lentiai, Pro Loco di Lentiai, Biblioteca Civica con il patrocinio del Comune di Lentiai.
Due  gli appuntamenti.

Il primo Martedi 24 Aprile alle ore 20.30 presso la Biblioteca Civica di Lentiai avrà come tema ”Prati incantati” e vedrà gli interventi del Dott. Alberto Scariot che presenterà una moltitudine d'immagine sulle principali fioriture della provincia di Belluno, e del  Prof. Cesare Lasen che tratterà la situazione della fioritura del narcisi in merito all'articolo scientifico pubblicato in Inglese su una importante rivista che documenta l'importanza dei prati a narciso e che vedono coinvolti i comuni di Lentiai e Mel .

Il secondo appuntamento è per Domenica 29 aprile  con un’  uscita guidata in compagnia del botanico prof. Cesare Lasen  lungo la dorsale montana del comune di Lentiai per scoprire le prime fioriture. Escursione adatta a tutti.Ritrovo alle ore 9.30 a Col d’Artent   presso lo chalet comunale. Ristoro a fine escursione alle ore 12.00
Iscrizione gratuita  : cell. 3470511865 . Numero massimo partecipanti 35.

 

Segnaliamo inoltre :

 Concerto  “Earth Day Concert”  con JDPB (John Denver Project Band)  sabato   21 aprile 2018 alle ore 20.45 presso il Municipio di Limana.
L’evento organizzato dal Comune di Limana in collaborazione con l’associazione culturale The Covers è a offerta libera.

 

Due appuntamenti molto primaverili a Trichiana :

Domenica 29 aprile "Trichiana in fiore" 2^ mostra mercato delle attività agricole, artigianali e commerciali.
Stand, prodotti locali, giochi gonfiabili e tanti appuntamenti per grandi e piccini. Nella locandina allegata tutto il programma.

Dal 28 aprile al 13 maggio "Fiori e fiorellini di montagna"  Mostra fotografica di Daniele Luciani.
Si potranno vedere da vicino, nel loro variopinto splendore, tantissimi fiori di montagna, anche quelli più piccoli che, normalmente, sfuggono alla nostra attenzione.
L’esposizione sarà visitabile   presso la Saletta Cerimonie (retro municipio)  tutti i giorni dalle 17 alle 19 e nei festivi anche 10-12.
Ingresso libero.

http://example.comnews-4501.atom ESCURSIONISTA RUZZOLA SUL SENTIERO - 2018-04-21T07:49:00+02:00 2018-04-22T07:52:24+02:00 Pieve di Cadore (BL), 21 - 04 - 18

Alle 16.30 il 118 è stato allertato da alcuni passanti che si erano imbattuti in un'escursionista che si era fatta male. Percorrendo il sentiero numero 251, che da San Dionisio porta a Forcella Antracisa, la donna era scivolata ruzzolando per alcuni metri per poi riuscire a risalire da sola sul sentiero. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha raggiunto il luogo dell'incidente e ha recuperato L.T., 63 anni, di Valle di  Cadore (BL),  imbarcandola con un verricello di 20 metri. L'infortunata, con sospetto trauma alla schiena e contusioni al volto, è stata trasportata all'ospedale di Belluno.

http://example.comnews-4495.atom Turismo Mel - Aspettando... Frammenti d'Arte in Valbelluna - 2018-04-20T08:42:52+02:00 2018-04-20T08:50:41+02:00 Ciclo di  conferenze tematiche presso il Palazzo delle Contesse di Mel  dal 23 aprile alle ore 20.30

ASPETTANDO  … FRAMMENTI D’ARTE  2018

Conoscere la storia del nostro territorio e gli artisti che vi hanno operato è il punto di partenza per la valorizzazione delle nostre ricchezze artistico-culturali che, assieme a quelle paesaggistiche, costituiscono un patrimonio unico al mondo.

Nell’ambito  dell’iniziativa  “FRAMMENTI D'ARTE in VALBELLUNA” edizione 2018  che  prenderà il via nel mese di maggio, le associazioni culturali “Gli amici di Cesana”, “Fenice. Arte, cultura e spettacoli” ,il Circolo “Promozione cultura” di Mel ed il Gruppo RaccontArte  propongono a tutti gli appassionati di storia e arte locale  un ciclo di  conferenze tematiche che potranno aiutarci ad osservare  con  maggiore attenzione ed apprezzare i particolari di chiese, dipinti e affreschi; testimoni della storia e dei protagonisti del nostro passato.

Gli incontri aperti a tutti  si terranno presso il Palazzo delle Contesse di Mel  alle ore 20.30 , questo il programma :

Lunedì 23 aprile   "I pittori Vecellio a Lentiai, Mel e dintorni"          dott. ssa   Letizia Lonzi     
Lunedì 30 aprile   "La pittura veneta dell'ottocento"                         prof.ssa    Attilia Troian     
Lunedi 7 maggio "La chiesa come spazio pubblico nel seicento.   Eventi dall'archivio storico di Mel"   prof.  Gigi Corazzol    

Mercoledì 16 maggio    Presentazione  del volume "I grandi spadai feltrini e bellunesi"  di    Michele Vello e Fabrizio Tonin a cura di A.D.S.   FISAS

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Mel.

Vi aspettiamo quindi al primo appuntamento   Lunedi 23  Aprile  con la conferenza della  dott.ssa Letizia Lonzi  di  cui alleghiamo un breve profilo.

Lonzi, Letizia. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Udine, ha appena conseguito il titolo di Dottore di ricerca alla Scuola Dottorale interateneo in Storia delle Arti di Verona-Venezia con un progetto sui Vecellio che ha anche vinto il primo premio “Contessa Bellati De Cia”. Collabora con la Diocesi di Belluno-Feltre come catalogatore e membro del Comitato Scientifico del Museo Diocesano di Feltre, con la rivista "Archivio Storico Belluno Feltre Cadore" e con altre istituzioni museali e culturali dedicando i suoi studi alla pittura, alla scultura e all’oreficeria di ambito bellunese. Svolge attività come Operatore del Turismo Religioso e ha al suo attivo numerose pubblicazioni su riviste scientifiche.

Vi ricordiamo inoltre::
”Il castello Incantato - Le grandi favole animano Zumelle “   in corso  al Castello di Zumelle fino al 6 Maggio 2018
Escursioni Aprile – Maggio   organizzate da Alpinia Itinera

http://example.comnews-4493.atom Comune di Feltre - EVENTI DEL FINE SETTIMANA - 2018-04-20T08:02:53+02:00 2018-04-20T08:07:42+02:00 HIMALAYA. MONTAGNE DEL CIELO, ALDO MORO E IL POTERE, FIABE SONORE, QUEL BICCHIERE MEZZO PIENO

GIOVEDì 19 APRILE ore 20.30 presso Aula Magna Istituto Colotti: HIMALAYA. MONTAGNE DEL CIELO
Si terrà presso l'aula magna dell'isituto Colotti l'appuntamento dedicato alla vita e alle storie di Sergio Martini, settimo uomo al mondo e secondo italiano dopo Messner a scalare tutte le vette superiori agli 8000 m.s.l.
Evento organizzato in collaborazione con il CAI di Feltre.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

VENERDì 20 APRILE ore 21.00 presso Palazzo Borgasio: ALDO MORO E IL POTERE
Per il terzo appuntamento della rassegna dedicata al Aldo Moro, Palazzo Borgasio ospiterà Massimo Mastrogregori, storico e professore alla Sapienza di Roma, autore del libro "Moro. biografia politica del democristiano più celebrato e discusso nella storia della Repubblica". Si parlerà del rapporto di Moro con il PCI con particolare riferimento alla fase del Compromesso Storico.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

SABATO 21 APRILE dalle ore 16 presso Palazzo Guarnieri: FIABE SONORE
Torna l'appuntamento con Fiabe sonore, la serie di concerti pomeridiani pensati per avvicinare i bambini alla musica in maniera informale e divertente.
La parola d'ordine sarà "Tuttigiùperterra": grandi e piccini sono invitati a sedersi vicino ai musicisti sul pavimento della sala... portandosi un cuscino da casa!
L'appuntamento di sabato 21 aprile, è con i Racconti di Mamma Oca, la celebre raccolta di Perrault, fonte di ispirazione diretta per la musica di Ma Mère l’Oye per pianoforte a quattro mani di Maurice Ravel. L’adattamento e la narrazione delle favole sono curate da Alberto Massarotto, mentre l’esecuzione musicale è affidata ai pianisti Mosè Andrich ed Eleonora Centa.
Orario: ore 16.00 (primo turno); ore 17.30 (secondo turno)
Durata approssimativa: 45 minuti.
Biglietto unico €5, prenotazione obbligatoria su www.associazionemaffioletti.org

SABATO 21 APRILE ore 17.00 presso La Taverna di Eliseo: QUEL BICCHIERE MEZZO PIENO. APERITIVO DI STORIE, IDEE, VISIONI, CREATIVITà E IMPRENDITORIA
Al via una serie di aperitivi fatti di storie, idee, visioni, creatività e imprenditoria dal titolo “Quel bicchiere mezzo pieno”, promossi dall'assessorato alle attività produttive e politiche del lavoro, politiche giovanili del Comune di Feltre. Sabato 21 aprile dalle ore 17.00 alle 18.00 il primo incontro alla Pizzeria “La Taverna da Eliseo” con le storie di lavoro, creatività e sogni di Eliseo, proprietario dell'esercizio pubblico, di Silviapotter, un’artigiana feltrina entrata nella prestigiosa guida Lonely Planet e di Maria Vittoria Barrella, giovane attrice finalista del bando Strike! 2017 che racconterà il suo percorso di crescita tra cinema e teatro.
Gli incontri, a ingresso libero e a cadenza mensile, si terranno nei locali del territorio feltrino per valorizzare storie e luoghi della città.
Per info: Centro Giovani 0439/885361.

http://example.comnews-4492.atom Centro Culturale Piero Rossi - Verso la sorgente. A piedi lungo il Piave - 2018-04-20T07:57:47+02:00 2018-04-20T08:02:07+02:00 prossimo appuntamento, previsto per sabato 21 aprile alle ore 17.00.

Verso la sorgente e' il titolo del diario di viaggio e dei racconti di tre ragazzi che, nel 2010, hanno risalito a piedi il Piave da Cortellazzo al monte Peralba. La testimonianza che un turismo diverso è possibile.
Edoardo Frassetto, autore del libro, sarà presente sabato per raccontarci questa esperienza.
L'ingresso è libero, come di consueto. In allegato foto della locandina dell'evento.

http://example.comnews-4491.atom Comunicato stampa: L`artista perginese Paolo Vivian espone in Austria - 2018-04-20T07:45:07+02:00 2018-04-20T07:54:35+02:00 ​​​​​​​Dal 20 al 22 aprile Paolo Vivian partecipa alla manifestazione "Wirtschaft zeigt Kunst” (L'economia mostra l'arte)

L`artista perginese Paolo  Vivian espone in Austria
Dal 20 al 22 aprile Paolo Vivian partecipa alla manifestazione "Wirtschaft zeigt Kunst” (L'economia mostra l'arte), un evento internazionale collaterale nella cornice della FRÜHJAHRSMESSE  ( fiera di primavera) a Bleiburg, Austria. Venerdi, 20 aprile 2018  alle 18.00 presso  FRÜHJAHRSMESSE nella tenda speciale  su una superficie di 250 mq sarà inaugurata la mostra di dodici artisti provenienti da Austria, Slovenia, Croazia, Armenia e Italia. La settima edizione della fiera di  primavera nella città della Carinzia non offre solo una vetrina dell'economia domestica, ma come da tradizione, da sempre un ruolo importante all`arte degli artisti dell'area Alpe – Adria. 

Gli artisti di "Wirtschaft zeigt Kunst” per il 2018 sono Helmut Blažej , Albert Krajger, Sigi Kulterer, Albert Mesner,  Christine Ottowitz, Stanko Sadjak , Herlinde Sander  sempre dall`Austria, Boris  Kačić  dalla Croazia , Anja Bunderla  e  Jure Markota dalla Slovenija, Mariné Zazyan  dall`Armenia e Paolo Vivian, chi porta a Bleiburg  le sue opere recenti – sculture e pannelli di legno, frutti  della sua ricerca nel campo della memoria collettiva.

L`organizzazione della fiera è a cura della Wirtschaftsgemeinschaft (comunità economica) di Bleiburg / Feistritz-Pliberk-Bistrica sotto la guida del presidente  Michael Šumnik.

foto credit della foto 1  : Paolo Vivian , “Home” , pannello di legno dipinto
foto creit della foto2 : Paolo Vivian “ Bar Code”, pannello di legno

ufficio stampa
Galleria Contempo
 galleria d`arte contemporanea via Tomaso Maier 48A  Pergine Valsugana ( Trento) 38057 Italia cell.  (+39) 3405 68 22 82 tel.(+39) 0461 158 1605   email: dorabulart@gmail.com   web : www.galleriacontempo.com

http://example.comnews-4494.atom I capolavori di Rodin per la primavera a Treviso - 2018-04-19T08:14:00+02:00 2018-04-20T08:21:42+02:00 la bella stagione è arrivata e Treviso vi accoglie con una splendida mostra nel Museo Santa Caterina fino al 3 giugno, Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet.

Un’esposizione (informazioni e prenotazioni 0422 429999) aperta fino al 3 giugno che raccoglie 75 opere totali (50 sculture e 23 disegni di Rodin e due quadri rispettivamente di Monet e Munch), realizzata con la determinante collaborazione del Musée Rodin di Parigi. Ripercorre, nei tre piani a essa dedicati nel museo trevigiano, l’intera attività di quello che è stato definito l’erede diretto di Michelangelo e certamente l’artista che ha trasferito la scultura dalle secche dell’accademia alla modernità. Tutti i suoi capolavori sono presenti, dal Bacio celeberrimo al Pensatore, dai Borghesi di Calais al monumento a Balzac. E nei chiostri del Museo potrete godere di altri capolavori di Rodin esposti en-plein-air.
 
Non mancate poi di recarvi al Museo Bailo sempre a Treviso, con una suggestiva passeggiata di venti minuti che dal Museo Santa Caterina vi farà attraversare tutto il centro storico della città, con le strade medievali, i canali, i palazzi e le chiese. Al Museo Bailo troverete le due mostre collegate a quella su Rodin, con il biglietto ridotto per chi abbia visitato prima appunto Rodin. Si tratta di quella dedicata al più grande scultore del XX secolo in Italia, Arturo Martini, con oltre cento opere, e quella dedicata a Gino Rossi, uno dei pittori più straordinari del principio del secolo scorso.  

Il 28 e 29 aprile si svolgerà anche il Treviso Street Food & Jazz Festival, il cui ricco programma è consultabile qui.

http://example.comnews-4490.atom PODISMO E CICLISMO - Il 19 e 20 maggio la seconda edizione di Alpago Tour Biesse - 2018-04-19T08:10:24+02:00 2018-04-19T08:19:32+02:00 Sfida per podisti e ciclisti attorno al Lago di Santa Croce. Percorsi rinnovati rispetto al 2017

Il  19 e 20 maggio la seconda edizione di Alpago Tour Biesse

Alpago (Belluno), 18 aprile 2018 – Si svolgerà tra un mese la seconda edizione di Alpago Tour Biesse, l’evento proposto da Biesse Primavera e dedicato a podisti e ciclisti che si svolgerà sulle rive del lago di Santa Croce e sulle strade dell’Alpago. L’appuntamento è per il 19 e 20 maggio. Come già lo scorso anno, la prima giornata vedrà protagonisti gli appassionati della corsa: in programma, con partenza e arrivo a Farra, un tracciato di 15 chilometri attorno al lago. Il dislivello (concentrato nella prima parte, quella che sale da Farra verso Sella Fadalto) sarà di 100 metri.

Domenica 20 maggio spazio ai ciclisti. I percorsi a loro disposizione saranno due e avranno entrambi partenza e arrivo a Farra. Il corto misura 55 chilometri di sviluppo e ha un dislivello di 900 metri: i punti chiave saranno l’ascesa verso Vena d’Oro, Losego e Quantin, ai piedi del Nevegal, e la salita della Val Cantuna, tra Ponte nelle Alpi e Pieve d’Alpago. Il percorso lungo propone un tracciato di 110 chilometri di sviluppo e 2300 metri di dislivello: la prima parte è uguale al corto mentre a seconda vedrà i corridori affrontare le salite di Cornolade, Tignes e, soprattutto, quella che porta a Malga Cate, in comune di Chies d’Alpago. Le possibilità di partecipazione all’evento sono molteplici: i runner potranno affrontare la gara del sabato sia in maniera agonistica oppure in versione non agonistica. Una novità è la possibilità di partecipazione per gli appassionati di nordic walking. Versione agonistica oppure non agonistica anche per chi parteciperà alla prova di ciclismo sui 55 chilometri mentre la prova sui 110 chilometri è esclusivamente aperta agli agonisti.

Come già lo scorso anno, verranno stilate delle speciali classifiche per la combinata, vale a dire per quegli atleti che gareggeranno sia al sabato sia alla domenica.

Tutti i dettagli e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.alpagotour.it.


Ufficio Stampa   TI-COMUNICAZIONE  www.ti-comunicazione.com    mail: info@ti-comunicazione.com   phone: + 39.347.0722684

http://example.comnews-4489.atom Mukashi Mukashi a Trento | Corso a cura di Renato Moriconi a Sarmede - 2018-04-19T07:55:50+02:00 2018-04-19T08:09:55+02:00 Mukashi mukashi: due mostre sul Giappone al Trento Film Festival - Corso: Immagine, spazio e tempo come narrazione negli albi illustrati senza parole

Mukashi Mukashi: un titolo che include due mostre sul Giappone,  ospitate a Torre Mirana dal 20 aprile al 6 maggio 2018 all'interno della 66^ edizione del Trento Film Festival. Storie dall'arcipelago sottosopra è la personale di Philip Giordano che crea un ponte tra Italia e Giappone, anzi un Torii 鳥居, un portale verso l’immaginario di questo illustratore, nutrito di fiabe e personaggi della cultura del Paese del Sol Levante. C’era una volta in Giappone raccoglie le più belle fiabe tradizionali nell’albo Mukashi, mukashi, C’era una volta in Giappone, il Memory Yōkai, mostri e spiriti giapponesi, per giocare con le figure dell’immaginario popolare, la poesia haiku di Bashō e Issa per percepire l’armonia dell’universo e penetrarne i più grandi segreti e un’antologia di illustratori giapponesi. A cura di Monica Monachesi per la Fondazione Štĕpán Zavřel.

Inaugurazione venerdì 20 aprile, ore 18.00. Orari di apertura: tutti i giorni 10.00 - 13.00 / 14.00 - 19.00.


A Sarmede dall'11.06.2018 al 16.06.2018 | Corso a cura di Renato Moriconi
Il potere narrativo del libro illustrato senza parole e il suo parallelismo con le arti visive: immagine, spazio e tempo, le parti principali del corpo di un silent book. Per ogni dimensione, il bravissimo illustratore brasiliano discuterà teorie e pensieri sull’argomento, seguiti da esercizi pratici.

Un corso aperto a tutti, a cura di Renato Moriconi, dall' 11 al 16 giugno, presso la Scuola Internazionale d'Illustrazione di Sarmede. Per maggiori informazioni: corsi@fondazionezavrel.it


Fondazione Stěpán Zavřel via Marconi 2A—31026 Sàrmede (Treviso, Italy)   T. +39 0438 959 582, info@fondazionezavrel.it, www.fondazionezavrel.it

http://example.comnews-4488.atom Il Castello Incantato e le grandi favole tornano a Zumelle! - 2018-04-19T07:46:55+02:00 2018-04-19T07:54:30+02:00 Dal 1° aprile al 6 maggio

Il grande evento di primavera si terrà dal 1°Aprile al 6 maggio presso il Castello di Zumelle che diventerà per l’occasione un luogo da favola!
Principi, eroi, principesse e molti altri personaggi accompagneranno grandi e piccini in un mondo incantato.
Durante tutto il periodo potrete visitare i grandi allestimenti all’interno e all’esterno del castello: La Sirenetta, Frozen, Cenerentola, Rapunzel, Peter Pan, Aladdin, La Bella e la Bestia, Alice nel paese delle meraviglie, Pocahontas, La spada nella roccia, Robin Hood, Biancaneve.

Programma:
22, 25, 29, 30 aprile, 1 e 6 maggio.
Dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 19, nelle seguenti aree dedicate alle scenografie troverete i personaggi dei cartoni che coinvolgeranno bambini e adulti in varie attività.
La Sirenetta: Ariel vi aspetta in fondo al mar circondata dai suoi amici e distribuirà un ricordo ai bambini che si avventureranno fino a lei.
Frozen: Elsa nel suo magico mondo ghiacciato allieterà tutti grazie alla sua splendida voce e coinvolgerà anche i presenti.
Cenerentola: attorniata dalla sua carrozza e dalla scarpetta di cristallo la bella Cenerentola trasformerà tutti i bambini in esseri magici grazie al truccabimbi.
Rapunzel: dall’alto della torre che la tiene prigioniera, Rapunzel calerà la sua lunghissima treccia e chi vorrà potrà farsi fotografare assieme a lei.
Peter Pan: la magica fatina Trilli accompagnerà i bambini alla scoperta dell’isola che non c’è e insegnerà loro come creare la magica polvere che fa volare.
Aladdin: la bella Jasmine porterà i visitatori a conoscere il misterioso oriente e si prodigherà nel creare dei piccoli tatuaggi per i bambini.
La Bella e la Bestia: nel castello della Bestia la coraggiosa e sensibile Belle scoprirà la rosa magica e gli strani oggetti parlanti, a loro e ai bambini racconterà splendide storie.
Alice nel paese delle meraviglie: una volta entrati nella tana del bianconiglio i visitatori potranno incontrare Alice che intratterrà i bambini con dei piccoli lavori in 3d.
Alle 17 ci sarà anche, su prenotazione, la possibilità di prendere il te con Alice (4 euro a bambino con succhi e biscotti illimitati).
Dalle 10 alle 12.30
Biancaneve e i 7 nani: la casetta dei nani prenderà vita grazie alla presenza di Biancaneve che insegnerà ai bambini come creare dei piccoli pendagli per sfamare gli uccellini.
Robin Hood: la foresta di Sherwood si animerà e Robin Hood farà provare i bambini a tirare con l’arco per rubare ai ricchi e darà loro una moneta come ricompensa.
Dalle 14 alle 19
Pocahontas: grandi e piccini avranno la possibilità di conoscere la bella Pocahontas, la quale farà realizzare ai bimbi un bellissimo copricapo indiano.
La spada nella roccia: i bambini potranno provare ad estrarre la spada nella roccia per diventare il nuovo re ma per fare ciò saranno prima investiti a cavalieri.
In alcune giornate, inoltre, vi saranno degli spettacoli da non perdere alle ore 11.30 e 16!

Gli spettacoli si terranno all’esterno del castello tranne in caso di forte pioggia.

25 aprile: Fakir Show con Moris&Genny, suggestivo spettacolo di fachirismo in tema “Notti d’Oriente” eseguito con professionalità e sicurezza in un’atmosfera ricca di suspance; incredibili camminate sul vetro e sui chiodi, letti di spade, giochi e danze di fuoco, numeri di mangiafuoco, serpenti, ed illusionismo. Un’ora mozzafiato, al termine della quale gli ospiti potranno toccare e fare le foto con gli amici serpenti.

29 aprile: Balli dall’Oriente, uno spettacolo danzante in cui gli spettatori assisteranno incantati alle voluttuosità orientali delle danzatrici esperte in quest’arte.

1°maggio: magnifici spettacoli di Bolle di sapone con la bravissima Bubble Pixe

Costo del biglietto: 10 euro adulti e bambini sopra gli 8 anni; ridotto 7 euro bambini dai 2 agli 8 anni; gratuito bambini da 0 a 2 anni; i residenti del comune di Mel avranno diritto ad uno sconto di 2 euro esibendo documento di identità.

Per info mandare un' email ad eventi@castellodizumelle.it oppure chiamare lo 0437548122
 
 CASTELLO DI ZUMELLE   Via San Donà 4    32026 Mel (Belluno)   Phone: +39 0437 548122    Email: eventi@castellodizumelle.it 

http://example.comnews-4487.atom Turismo Mel . Passeggiata "Natura e Leggende sulle Prealpi Bellunesi" - 2018-04-18T07:31:02+02:00 2018-04-18T07:46:36+02:00 Alpinia Itinera, in collaborazione con il Comune di Mel e la Cooperativa Mazarol, organizza per domenica 22 aprile 2018  “Natura e leggende sulle Prealpi Bellunesi”,

Natura e leggende sulle Prealpi Bellunesi”,
facile camminata ad anello su sentieri escursionistici e tratti di strade sterrate e cementate: il dislivello in salita è di 250 m e la lunghezza del percorso di circa 8 km. Accompagnati dalla guida naturalistico-ambientale Mauro Varaschin della Cooperativa Mazarol si scopriranno gli interessanti aspetti naturalistici delle Prealpi Bellunesi nel fiorire primaverile, mentre gli attori del Gruppo Teatrale Zumellese, quando meno ce lo si aspetta, coinvolgeranno i partecipanti lungo il cammino in rappresentazioni legate alle più belle leggende delle Dolomiti.

Il ritrovo è fissato alle ore 8.30 davanti al tendone dell’ANA in località Zelant.
Iscrizione obbligatoria
  entro venerdì 20 aprile ai seguenti contatti: tel. 0437859310 – Cell. 3404665088 – Email    info@alpinia.eu.

inoltre in foto è allegato il programma delle escursioni giornaliere organizzate per il mese di Maggio da Alpinia Itinera

Segnaliamo anche: Corso di Tango Argentino  

Da VENERDI 20 Aprile 2018 presso la sede di SOMS in Via Mentana 1 a Lentiai
Il corso tenuto dalla prof. Ana Bayer, coreografa, danzatrice e insegnante argentina con più di 30 anni esperienza in Tango Argentino   è articolato in 4 lezioni   che si terranno il venerdi con inizio alle ore 19.45 per i principianti, alle ore 20.45  per gli esperti .  
L’iniziativa è  organizzata da SOMS (Società Operaia Mutuo Soccorso).  E’ necessaria la   prenotazione, il corso sarà attivato con la partecipazione minima di   tre coppie.

Info e prenotazioni: Mail  :  bayerana@yahoo.de  -  WhatsApp o Cellulare  348 4557280

http://example.comnews-4486.atom Vittorio Veneto - “1918, QUANDO SCOPPIA LA PACE”.  - 2018-04-18T07:25:02+02:00 2018-04-18T07:30:44+02:00 Il 20 e il 21 aprile GRANDE CONCERTO al Teatro da Ponte ideato per il Centenario e PRIMA MOSTRA-OMAGGIO del progetto “Ospiti in Pinacoteca”, dedicata alla Pax Romana

Vittorio Veneto 20 aprile, Teatro Da Ponte - ore 20.45 ingresso libero 

Vittorio Veneto 21 aprile, Galleria - Inaugurazione ore 11.30 aperta a tutti .
Protagonista della mostra: il Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Con due eventi dal forte valore simbolico, si avvia il ricchissimo programma elaborato da Vittorio Veneto nell’ambito del centenario della Grande Guerra, con l’obiettivo di commemorare l’atto finale del conflitto: quello della battaglia conclusiva e vittoriosa, nota al mondo come la “Battaglia di Vittorio Veneto”. 

Un momento cruciale della nostra storia di cui si vuole mettere in luce il significato più profondo,  con il titolo: “1918. Quando scoppia la pace”, riflettendo e ricordando a più livelli e sotto differenti aspetti, il momento della fine dei combattimenti, lo sguardo al futuro e alla speranza e la pacificazione;  il momento della ricostruzione da un lato e del compianto dall’altro.
 Il programma, che animerà la città per i prossimi otto mesi fino alla solenne giornata del 4 novembre - con musica, arte, cinema, sport, convegni, conferenze, raduni d’associazioni d’arma ecc. -  si apre dunque il 20 e il 21 aprile con due appuntamenti culturali di particolare rilievo, a ingresso gratuito nei due giorni d’avvio. Il 20 sera, al Teatro Da Ponte, l’imperdibile esecuzione di un‘opera dal titolo “Eroi sono quelli che costruiscono la pace” – esempio di come la musica sappia parlare, come non mai, dei sentimenti e delle emozioni di guerra e di pace - eseguita una sola volta dalla sua ideazione, nel 2015 al Teatro La Fenice di Venezia. Il programma del concerto sarà diviso in due parti. Nella prima “La Grande Guerra” (vista con gli occhi di un bambino)”, una “favola vera” - con adattamento e drammaturgia di Sandro Cappelletto e musica composta da Claudio Ambrosini - per coro maschile, soprano, voce narrante e strumenti;liberamente tratta dal quaderno di scuola e dai ricordi di guerra di Giuseppe Boschet, che nel 1917 aveva 3 anni, e con parole e versi di Anna Achmatova e Nelson Mandela. 

La seconda parte del programma proporrà invece “Canti di guerra e canti di pace” italiani, francesi, tedeschi, americani, slavi, dedicati alla memoria dei caduti e accompagnati dalla lettura di episodi tratti dal romanzo dello scrittore veneziano Carlo Della Corte, Il grande balipedio,  ambientato sul fronte dell’Isonzo.

Il giorno successivo invece, il 21 aprile, riflettori puntati sul primo appuntamento del progetto “Quando scoppia la pace - Ospiti in Pinacoteca” che propone tre omaggi d’arte a Vittorio Veneto, ciascuno con il significativo prestito di un’opera d’arte iconica o di un nucleo sceltissimo di opere, da parte di un importante museo italiano, intorno al tema guerra/pace, ovvero al passaggio a quella nuova condizione emotiva e sociale determinata dalla fine di un conflitto. 
Il primo omaggio - più che mai evocativo, dedicato alla Pax Romana - sarà quello del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, autentico “tempio” dell’arte classica tra i più ammirati e importanti al mondo, custode tra l’altro dell’eccezionale Collezione Farnese
 e dei numerosi ritrovamenti di Pompei ed Ercolano. Fino all’8 luglio. Il lungo periodo di pace e di concordia universale che caratterizza i primi due secoli dell’Impero, tra la fine del I secolo a.C. e gli inizi del I secolo d.C., è accompagnato dal programma di rinnovamento politico, culturale e religioso di Augusto testimoniato anche dall’arte. A Vittorio Veneto l’eccezionale esposizione di 4 reperti romani di grande valenza storico-culturale, tra cui spicca la grande Statua di culto, personificazione della Concordia Augusta, databile agli inizi del I secolo d.C., che si trovava nell’edificio di Eumachia, sacerdotessa di Venere e patrona dei fullones (tintori), fatto costruire da Augusto a sue spese nel foro di Pompei.

http://example.comnews-4485.atom I Grandi dimenticati della scienza e l'autostrada del Cosmo - 2018-04-18T07:12:04+02:00 2018-04-18T07:19:53+02:00 L’ora di Scienza - Il CCQ vi invita a due simpatici incontri, molto diversi tra loro, con la scienza... 21 e 28 aprile 2018 a Quero

Un modo simpatico e leggero per conoscere il fantastico mondo della Scienza: le scoperte che ci hanno permesso di vivere meglio tramite i grandi Scienziati dimenticati e sconosciuti) che ce le hanno donate e le bufale che ogni giorno insidiano il livello di conoscenza che abbiamo raggiunto come genere umano...

L’ora di Scienza
Il Centro Culturale di Quero Vas è lieto di invitarvi a due serate molto diverse tra loro ma con un denominatore comune: la Scienza. In Italia è suonata ormai da tempo la campanella de “L’ ora di Scienza”. Perché è ora di fare Scienza. Sempre di più. E in modo sempre più rigoroso. Perché questa è la Scienza con la maiuscola, quella delle donne e degli uomini del passato e del presente, quella delle conquiste dell’intelletto umano e delle sde tecnologiche legate ad essa.
Due serate per conoscere i protagonisti di ieri e di oggi della rivoluzione scientica del pensiero umano.
ingresso libero
c/o Centro Culturale Quero Vas, Via Nazionale 15, Quero Vas - BL
Sabato 21 aprile 2018, ore 20.30 - “I Soliti Ignoti”...della scienza
Sabato 28 aprile 2018, ore 20.30 - L’autostrada del cosmo: verso il Big Bang, scansando le bufale

Si dice spesso che “dietro un grande uomo di successo c’è sempre una grande donna”. Ebbene nella scienza vale “dietro un grande scienziato ce ne sono almeno dieci”. Questa serata è dedicata alla (ri)scoperta di tutti quei personaggi sconosciuti o poco noti al grande pubblico ma che, nondimeno, hanno comunque dato un contributo fondamentale alla comprensione del mondo naturale e favorito il nostro progresso tecnologico. Ma ci sarà anche spazio per approfondire aspetti particolari e fatti poco noti riguardanti scienziati famosi, magari perché dimenticati od ouscati da false convinzioni. ing. Andrea Della Libera dott.ssa Lisa Benato e dott. Enrico Gazzola
Siamo continuamente bombardati da informazioni e spesso non è facile capire se siano attendibili, soprattutto se di natura scientica, a causa di chi, per interessi economici, politici o personali, si impegna a screditare la scienza, diondendo false credenze. Come difenderci dalle bufale? Ci vuole un sico bestiale... anzi, due! Enrico Gazzola, ricercatore dell'Università di Padova, e Lisa Benato, ricercatrice dell'Università di Amburgo, ci aiuteranno a distinguere quando la scienza sconna nella fantascienza, o ancor peggio nella frode, e ci rassicureranno su tante delle paure infondate diuse dai media e dai social network

http://example.comnews-4484.atom OPV - LEZIONI DI SUONO - Giorgio Battistelli: "L'Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera" - 2018-04-17T08:25:51+02:00 2018-04-17T08:33:08+02:00 Martedì 24 aprile, ore 17.30 Sala dei Giganti al Liviano, Padova

Lezioni di Suono in Sala dei Giganti

Giorgio Battistelli per la terza edizione
L'Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera

interpretato  da Riccardo Massai e dall’
Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius

Scavare nel sottosuolo del presente, mettervi radici per trarne nuove sintesi del presente e nuove «utopie» del futuro. È il ruolo che Giorgio Battistelli si propone per il suo teatro musicale, che accoglie l'umano nella sua immediatezza, nel suo caos e nella sua follia. È un lavoro animato dalla consapevolezza che teatro e musica vivono di imperfezione, e che non è possibile comunicare senza accogliere nell'opera gli eccessi e gli squi libri del mondo. Così, dopo l'indagine sull'ira, l'orgoglio e la mestizia del trionfo condotta nell'incontro dello scorso 4 aprile a confronto con il linguaggio umanissimo e irrigoroso di Monteverdi, nel corso della seconda Lezione di Suono di martedì 24 aprile l'attenzione si sposterà sul potere coercitivo del Simbolico e sulla fragilità delle sue controfigure in carne ed ossa. L'opera presentata, L'Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera, sarà interpretata dall'attore Riccardo Massai e dall'Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius; la regia è dello stesso Battistelli.

Il protagonista de L'Imbalsamatore, tratto da un dramma di Renzo Rosso, è il dottor Aleksej Miscin, incaricato della conservazione della salma di Lenin. Le spoglie del Capo hanno bisogno di interventi periodici affinché non si corrompano, e Miscin decide di sperimentare una nuova sostanza che ritiene destinata a conferir loro un aspetto particolarmente “vivente”. Ma la sua vita personale sta andando a rotoli, la moglie Irina lo tradisce con un ballerino, e lui, mentre lavora, si ubriaca di birra e vodka e si abbandona a considerazioni amare e irriverenti sulla vita e sul comunismo, senza accorgersi che il miscuglio che sta somministrando alla salma mentre le racconta le sue disgrazie in verità la sta distruggendo. Quando quel che resta di Lenin si sgretola in un mucchietto di sabbia, Miscin prende l'estrema decisione e si appresta a sostituirgli il suo stesso corpo, iniettandosi il liquido di imbalsamazione. Si completa così la sua identificazione con il corpo simbolico del Capo, un processo sotterraneo che aveva infuso di sé tutto lo sviluppo precedente dell'opera.

Il teatro musicale, ama dire Battistelli citando Dahlhaus, è l'unica forma che può sopportare il miscuglio, il kitsch ma non la purezza dello stile. E infatti, sul piano musicale, L'Imbalsamatore è una formidabile sintesi di soluzioni diverse, far-fetched, che tuttavia si fondono in un unico arco formale. Il protagonista non è un cantante ma un attore; l'ensemble mescola archi e ottoni gravi, tastiere elettroniche e apparecchiature digitali. Il materiale musicale, che ora inclina verso stilemi operistici, ora richiama l'armamentario sonoro sovietico, e include suoni provenienti dalla musica leggera, si agglomera una sorta di magma da cui – come nell'inconscio – sembrano affiorare per frammenti tutti i flussi contraddittori del presente. Uno stile che si allontana dalla ricerca accademica e scende a rispecchiarci, a parlarci della realtà che ci circonda, a coinvolgerci ed emozionarci.

Le Lezioni di Suono si terranno alle ore 17.30 nella splendida cornice della Sala dei Giganti in Piazza Capitaniato. Nello stesso giorno alle ore 10.30 verrà proposta un’anteprima riservata alle scuole superiori, dal titolo evocativo Prima del Suono; l’iniziativa, che ben si sposa con la vocazione didattica di Battistelli, nasce per offrire la possibilità agli studenti di confrontarsi da vicino con il compositore, ponendogli domande e interagendo in modo diretto con lui e con la sua musica.

Biglietti
Lezioni di Suono
Interi € 8, ridotti € 3 (studenti e giovani Under35), acquistabili online sul sito opvorchestra.it (solo biglietti interi); a partire da una settimana prima di ciascun appuntamento presso Gabbia (via Dante, 8) o il giorno stesso dalle ore 16.30 al botteghino della Sala dei Giganti.

Prima del Suono
Biglietto unico 3€, acquistabile il giorno stesso dalle ore 10.00 al botteghino della Sala dei Giganti.

Info
T 049 656848-656626   info@opvorchestra.it   www.opvorchestra.it

Ufficio Stampa
Studio Pierrepi / Alessandra Canella Padova   Cell: 348-3423647   opvorchestra@studiopierrepi.it   www.studiopierrepi.it

http://example.comnews-4483.atom Turismo Mel - rassegna "50 Sfumature di verde" - 2018-04-17T08:16:24+02:00 2018-04-17T08:24:37+02:00 Incontri, ad ingresso libero, ogni giovedì dal 26 aprile al 10 maggio presso il Palazzo delle Contesse di Mel alle ore 20.30

Aspettando…“RADICELE… i Sapori della Primavera”,  la fiera dedicata alle erbe spontanee e ai loro derivati  che animerà il centro storico di Mel dal 17  al 20  Maggio 2018,  siamo lieti di invitarvi alla nuova edizione di “50 Sfumature di verde”, che di anno in anno  ha suscitato  un positivo riscontro,  ciclo di tre incontri  alla scoperta della natura e delle sue virtù  organizzato dalla Pro Loco Zumellese.

Gli incontri, ad ingresso libero, si terranno ogni giovedì dal 26 aprile al 10 maggio presso il Palazzo delle Contesse di Mel alle ore 20.30,   quest’anno sono dedicati   agli alberi visti nelle loro varie sfaccettature: leggendarie, monumentali, curative, visive....

Primo appuntamento   Giovedì 26 aprile con “Ghiande, tronchi, foglie e  fusti: una foresta di leggende” a cura di Flò Mazarol, contastorie e contaleggende, guida naturalistica.

Un’ottima occasione per diventare consapevoli del fantastico patrimonio che la Natura mette a disposizione.  

http://example.comnews-4482.atom Terrevolute - Festival della Bonifica: San Dona' di Piave, 24 - 27 maggio 2018 - 2018-04-17T08:06:03+02:00 2018-04-17T08:16:03+02:00 Dopo l'esperienza del Festival dell'Acqua di Bari e del Global Water Expo ad Ecomondo, In Fieri curera' anche l'evento Terrevolute - Festival della Bonifica: San Dona' di Piave, 24 - 27 maggio 2018.

Terrevolute | Festival della Bonifica è una manifestazione che si articola in più giorni dedicata ai temi dell’ambiente, dell’agricoltura, del paesaggio e, più in generale, al rapporto tra acqua e territorio. un evento rivolto a tutti cittadini, con spettacoli, concerti, mostre, installazioni, presentazioni di libri, visite guidate e degustazioni enogastronomiche nei simposi scientifici studiosi ed esperti discuteranno di tematiche quali l’utilizzo del suolo, la gestione razionale della risorsa idrica e la sicurezza idraulica. un’occasione di incontro e confronto per gli operatori del settore ambientale e dell’agricoltura.

  • Per il programma clicca QUI
http://example.comnews-4481.atom Turismo Mel - Concerto "Bombardano Cortina" - Presentazione libro "Una provincia di montagna di fronte al fascismo. Il caso bellunese" - 2018-04-17T07:50:38+02:00 2018-04-17T08:05:35+02:00 Ssegnaliamo alcuni appuntamenti dedicati alla cultura e alla musica  che avranno luogo in settimana  nel nostro territorio

Presentazione del libro "Una provincia di montagna di fronte al fascismo. Il caso bellunese".

VENERDÌ 20 Aprile alle ore 18.00 in Sala Consiliare - Palazzo Merlin a Trichiana
Il volume contiene i contributi di sette studiosi locali (Mirco Melanco, Ferruccio Vendramini, Adriana Lotto,  Francesco Piero Franchi,  Vincenzo D’Alberto,  Gianmario Dal Molin e Toni Sirena) sulle origini del fascismo nel Bellunese.
(http://www.isbrec.it/news/una-provincia-di-montagna-di-fronte-al-fascismo-il-caso-bellunese)
Alla serata, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Trichiana, interverranno gli autori Adriana Lotto e Gianmario Dal Molin e il direttore dell’ISBREC Enrico Bacchetti.


Concerto  “Bombardano Cortina”

VENERDÌ 20 Aprile alle ore 20.30 presso il Palazzo delle Contesse di Mel
Organizzato dal Circolo “Promozione Cultura “ e dal Comune di Mel il concerto “Bombardano Cortina” propone le più interessanti canzoni  del primo conflitto mondiale cantate dai nostri soldati, mentre combattevano nelle trincee  per conquistare alla patria qualche metro di terra o  lungo il Piave per arrestare l’invasione del nemico.
Curato dal noto Giorgio Fornasier, il concerto permetterà ancora una volta, ma attraverso la musica, di commemorare la grande guerra che ha tanto colpito i nostri avi, soprattutto quelli dimoranti in Valbelluna che sopportarono anche l’occupazione da parte delle truppe nemiche.         


Ricordiamo inoltre   i due appuntamenti serali per adulti (genitori, insegnanti, bibliotecari, educatori, lettori o semplicemente curiosi...) della prossima settimana presso la Biblioteca Comunale di Limana, inseriti all'interno della 22^ edizione di Fantalibrando, ovvero:

LUNEDÌ 16 aprile  ore 20.30  "Crescere col digitale".
Perchè i nostri bambini vogliono sempre il telefonino? E chi sono i nativi digitali? Incontro con l'esperta di applicazioni digitali Giulia Natale.

MERCOLEDÌ 18 aprile   ore 20.30   Presentazione agli adulti del libro "L'avventura del ciabattino" di Emanuela Salvadori (testo) e M. Efisia Schirru (illustrazioni).

http://example.comnews-4477.atom LE ECCELLENZE DEL CIBO E DEL VINO AD "OPENFOOD" A TREVISO - 2018-04-14T09:13:10+02:00 2018-04-14T09:17:45+02:00 OPENFOOD” ALL’EX PAGNOSSIN DI TREVISO - L’evento si terrà il 26 e 27 maggio

“OPENFOOD” ALL’EX PAGNOSSIN DI TREVISO: DUE GIORNI CON LE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE DI 50 ESPOSITORI E 40 VIGNAIOLI
L’evento si terrà il 26 e 27 maggio ed è un viaggio culinario di sapori unici e genuini dove il pubblico potrà gustare e acquistare prodotti esclusivi. Ma anche laboratori manuali e sensoriali per grandi e piccini, tavole rotonde e degustazioni con i maggiori esperti del settore

Sabato 26 e Domenica 27 maggio OpenDream aprirà i suoi cancelli, all’interno dell’area EX Pagnossin, alle Eccellenze del Food. Per la prima volta si terrà l’evento OpenFood: due giorni durante i quali il pubblico potrà acquistare prodotti enogastronomici esclusivi e unici dopo averli scoperti e assaggiati. Il tutto nella fertile cornice degli stabilimenti industriali Ex Pagnossin.

Con l’evento OpenFood prende corpo il progetto di rigenerazione  e restituzione al territorio della grande area dismessa che sarà destinata ad ospitare, oltre alle Eccellenze del Food, laboratori artigianali, Fab Lab, Eventi, Arte e un nuovo progetto di turismo Green.

Nel corso dell’evento Openfood si potrà respirare l’atmosfera che caratterizzerà la parte di progetto che prevede un Mercato quotidiano al Coperto. Grazie alla dedizione di Angelica Volta, in rappresentanza della proprietà,  con la collaborazione di Patrizia Loiola, degustatrice Slowine e winetrainer, e di Mimmo Di Vasta, selezionatore di prodotti agroalimentari con il marchio Pane Sale & Olio, è stato messo a punto un ricco programma di laboratori didattici per adulti e bambini, tavole rotonde e degustazioni guidate con i maggiori esperti del settore.

Protagonisti una cinquantina di espositori legati alle eccellenze del cibo. Novità interessante: i prodotti posti in vendita saranno  forniti anche ai food truck presenti per farli degustare ai visitatori, accompagnati dalle produzioni di alcuni birrifici artigianali. Protagonista sarà anche il vino: OpenFood ospiterà infatti il primo mercato territoriale dei Vignaioli Indipendenti Trevigiani aderenti alla Fivi insieme ad alcuni loro colleghi da tutta Italia: una quarantina le cantine dove sarà possibile degustare calici e acquistare bottiglie.

Una breve panoramica sul programma che giorno per giorno si sta arricchendo di nuovi contributi. sabato 26 maggio dalle 10,30 alle 12,30 Angela Maci condurrà il laboratorio manuale “L’arte della pasta” dove si potrà imparare la tecnica della sfogliatura e della farcitura. Chi invece preferisce carpire i segreti del finger food alla stessa ora troverà il laboratorio “Dal macro al micro” di Natalia Castagnotto; dalle 11 alle 12,30 scatta la rievocazione della preparazione tradizionale del formaggio, un laboratorio visivo a cura de “La Ghirba” di Spert d’Alpago, mentre dalle 12 alle 13 ci sarà un appuntamento sensoriale con Patrizia Loiola che attraverso una degustazione guidata accompagnerà il pubblico alla scoperta de “I vini che sorprendono”. Dalle 13,30 alle 14,30 sarà tempo di dolcezza con “La storia del tiramisù”, presentazione e degustazione a cura dell’Asso Cuochi di Treviso e di Liolà Caffè di Conegliano, mentre dalle 15 alle 15,30 l’Azienda Venissa dell’isola di Mazzorbo presenterà se stessa e il  progetto “Venusa”. Grande divertimento poi anche per bimbi che dalle 16 alle 18 potranno immergensi nel mondo della decorazione dei dolci con Maria Bonaria Curcu, mentre dalle 16,30 alle 17,30 i beer lovers non potranno perdersi il laboratorio sensoriale del birrificio Bira. A seguire un viaggio nel regno dello gnocco fritto dalle 17,30 alle 19,30 con Cristina Giacomelli, con preparazione manuale, mentre per chi è appassionato di vino imperdibile dalle 17,30 alle 19 la tavola rotonda con i Vignaioli Indipendenti Trevigiani, infine lezioni di progettazione della mise en place con Alessia Cipolla e “Il progetto della tavola”, un laboratorio visivo dalle 19 alle 20,30.  

Domenica 27 torna Angela Maci e “L’arte di fare la pasta” dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 11 alle 12,30 il laboratorio manuale con Natalia Castagnotto “Dal macro al micro” finger food, stesso orario per la Ghirba e la rievocazione della cagliata tradizionale, mentre dalle 11,30 alle 13 Alessia Cipolla ripeterà il laboratorio visivo “Il progetto della tavola”. Dalle 13,30 alle 14,30 ci sarà una degustazione guidata a cura della Casearia Carpenedo e si proseguirà con ulteriori interventi di presentazione partner e aziende. Dalle 17,30 e fino alle 19,30 ritorna Cristina Giacomelli con la sua scuola dello gnocco fritto, e per chi ha bambini titubanti verso i piatti di pesce ecco alle 18 il Laboratorio sensoriale “l’avvicinamento dei bambini al gusto del pesce” del Trota Blu; chiuderà questa intensa due giorni Giampaolo Giacobbo con una degustazione di Prosecco rifermentato in bottiglia dal tutolo “il prosecco fino in fondo”, dalle 18 alle 19. Ulteriori appuntamenti sono in corso di definizione all’interno della fucina organizzativa.

Le storie dei singoli produttori protagonisti di OpenFood saranno narrate attraverso i canali social di OpenDream Food, sono quasi un centinaio di realtà locali che condurranno i presenti in un percorso fatto di sapori unici e genuini. Due giorni di approfondimentisul buon cibo, acquisti consapevoli, laboratori didattici, storie e racconti di coloro che, grazie ad una grande passione, danno vita ogni giorno a prodotti di altissima qualità.

Per dettagli e ulteriori informazioni: market@opendreamfood.it

Indirizzo: OpenDream | Spazio ex Pagnossin, Via Noalese 94, Treviso  |  Ufficio Stampa Velvet Media / press@velvetmedia.it
 

http://example.comnews-4476.atom Marco Goldin racconta l’opera di Francesco Stefanini a Treviso martedì 17 aprile - 2018-04-14T08:58:52+02:00 2018-04-14T09:11:00+02:00 La conferenza si terrà, nel Museo Bailo di Treviso, martedì 17 aprile alle ore 18

Comunicazione di Marco Goldin

"Cari amici di Linea d’ombra,
come forse alcuni tra voi sanno, mi sono sempre occupato, al di là della pittura e della scultura internazionali del XIX e XX secolo, anche di pittori italiani contemporanei. Anzi, tutti i primi quasi quindici anni della mia attività di critico sono passati proprio nell’amore per questa materia affascinante che è la pittura affacciata sull’oggi. Quella pittura che ti mette in contatto ogni giorno con la tua stessa emozione dell’essere al mondo, perché questi pittori ti sono compagni di strada, fanno assieme a te il viaggio.
Per questo con piacere vi invito a intervenire a una conferenza che terrò, nel Museo Bailo di Treviso, martedì 17 aprile alle ore 18. In quella sede, assieme alle mostre dedicate a Gino Rossi e Arturo Martini, collegate a quella su Rodin in Santa Caterina, è in corso, fino al 29 aprile, un’esposizione dedicata a un pittore che stimo da lungo e al quale ho dedicato negli ultimi trent’anni non pochi testi e saggi, Francesco Stefanini. 
Il Comune di Treviso, in occasione dei settant’anni dell’artista caduti nello scorso mese di febbraio, gli ha dedicato una rassegna composta da una ventina di opere scelte, anche di grande formato, con date che vanno dal 2004 a questo 2018. Con piacere ho accettato l’invito dell’Amministrazione comunale e del pittore, per tenere una lezione/racconto .

 Prima e dopo la conferenza sarà possibile visitare l’esposizione, accompagnati dallo stesso Stefanini.
 Mi piace, concludendo questa mia lettera per voi, annotare qui alcune frasi che fanno parte del catalogo della mostra, per introdurvi al tema del racconto che farò: “Stefanini ha dipinto finestre così, immaginando quel profilo come lo scivolo verso l’eterno. Stare insieme nel punto del giorno e dell’infinito. Per questo a certi pittori si assegna la forza commovente di essere luci su una cengia, e baluginare nella notte. E tu sai che sono lì, sempre. Li puoi trovare, li puoi guardare. Li puoi chiamare per nome, e loro ti rispondono”

Vi aspetto martedì prossimo al Museo Bailo a Treviso, e intanto vi saluto cordialmente.

 Marco Goldin"

http://example.comnews-4475.atom Conferenza "Vendite porta a porta : opportunità e rischi" e apertura mostra “Viaggi d’anima  - volo tra forme e colori” - 2018-04-14T08:34:15+02:00 2018-04-14T08:55:10+02:00 Conferenza giovedì 19 Aprile alle ore 17.00 presso il Palazzo delle Contesse di Mel e mostra Sabato  14 Aprile alle ore 18.00 presso il palazzo T.Merlin a Trichiana

Conferenza "Vendite porta a porta : opportunità e rischi" 
Si parlerà di   sistemi  di vendita fuori dai luoghi commerciali (porta a porta, telefonici, per corrispondenza) sui rischi e opportunità che offrono e sulle differenze normative che li regolano.
La conferenza promossa dal Circolo Auser “Il Sole” di Mel in collaborazione con Federconsumatori  Belluno  sarà introdotta da Verena Dall’Omo – Presidente circolo Auser di Mel  e vedrà relatore  Guido Mattera -   Presidente provinciale Federconsumatori.
Una corretta informazione permette di non cadere vittime di   truffe e raggiri !

Inaugurazione mostra “Viaggi d’anima  - volo tra forme e colori
Sabato  14 Aprile alle ore 18.00 presso il palazzo T. Merlin in piazza Toni Merlin a Trichiana sarà inaugurata  “Viaggi d’anima  - volo tra forme e colori” mostra d’arte contemporanea di Arianna Gasperina e Rivier De Mari.
L’esposizione sarà visitabile nei seguenti orari  :  mercoledi  10.00 - 12.00  - sabato e domenica  10.00 - 12.00 e 16.00 - 18.30

Arianna Gasperina nata nel 1978, si è diplomata al Liceo Artistico di Oderzo e si dedica dal 1995 all’attività di scultura.
Ha esposto in numerose mostre d’arte, anche personali, in varie città d’Italia e partecipa ogni anno a manifestazioni artistiche “ex-tempore” di livello internazionale ottenendo diversi riconoscimenti e premi.
River De Mari è un fotografo amatoriale di Trichiana ; le sue foto spaziano dai paesaggi delle nostre montagne e ai primi piani , ai dettagli naturalistici e alle testimonianze dei suoi viaggi.

_______________________________________________________________________
Segnaliamo le escursioni organizzate da Alpinia  Itinera per il mese di aprile: di seguito  trovate  il programma:

ESCURSIONI   APRILE  2018

14/04/2018Alla scoperta del territorio di Lentiai - Ritrovo alle ore 14.30 in piazza a Lentiai  Escursione pomeridiana verso il Col Fontana con rientro per le 18.30 circa (in caso di maltempo verrà annullata)
Contributo di partecipazione: 5 Euro per i soci di Alpinia, 10 Euro per i non soci
Iscrizione obbligatoria ai nostri contatti entro le ore 20.00 del giorno precedente

15/04/2018 - Alla scoperta della Val Lapisina tra Serravalle e San Floriano - Ritrovo alle ore 8.30 presso il parcheggio a Serravalle situato appena dopo il bivio per Revine. Per chi proviene dal bellunese  ritrovo alle ore 8.00 presso la chiesa di Cadola. Durata totale del percorso: circa 4 ore Dislivello in salita: circa 285 m (esclusa la deviazione alle sorgenti del Meschio)
Quota: 5 € per i soci di Alpinia, 10 € per i non soci
Iscrizione obbligatoria ai nostri contatti entro il 13/04/2018

L'itinerario si svolgerà quasi completamente su strade asfaltate o carrarecce. Data però la presenza di alcuni tratti in discesa di sentiero con fondo accidentato è necessario calzare scarpe adeguate (pedule o scarponcini leggeri con suola antiscivolo).
Dal parcheggio a Serravalle situato appena dopo il bivio per Revine (inizio paese, a destra, in corrispondenza del monumento con la scritta "Vittorio Veneto") l’itinerario ci condurrà, in salita su strada asfaltata, lungo Via Pradal prima e Via Maren dopo, fino al Borgo di Maren (quota 444 m s.l.m.), alto sulla Val Lapisina. Dal borgo, ove sono presenti alcune costruzioni rurali e i resti di un'antica abbazia, scenderemo percorrendo un sentiero nel bosco in decisa discesa (segnavia 1047) che in circa mezz’ora ci condurrà a San Floriano. Superata la Strada Statale percorreremo la stradina a lato del Lago del Restello (via del Restello - quota 161 m s.l.m.), nel quale non è insolito osservare cigni, folaghe, germani e altri uccelli acquatici. Dall'area attrezzata presso il Lago si segue la stradina lungolago in direzione Ovest passando dapprima davanti alla torre di vedetta romana di San Floriano, quindi alla diga dell'ENEL e infine dietro la Chiesa di san Floriano, eretta a picco sull’alveo del torrente in segno di devozione per un pericolo scampato. Poco dopo la chiesa, con un breve tratto in discesa su sentiero ci si porta velocemente all'abitato di San Floriano e quindi sulla Strada Statale, che si oltrepassa immettendosi in una stradina (via San Floriano) che conduce sul lato meridionale del Lago di Negrisiola. Anche qui sarà possibile osservare numerosi uccelli acquatici che pascolano indisturbati sulle sponde. La stradina, sempre pianeggiante, passerà davanti alla sede operativa dell’Azienda Agricola Il Bosco, quindi al canale e agli impianti dell'ENEL. In prossimità dello sbarramento alla fine del lago si punta a Nord: oltrepassata nuovamente la viabilità principale, una serie di stradine asfaltate tra le case ci permetterà di raggiungere comodamente e lontano dal traffico principale Serravalle. Lungo il percorso è possibile effettuare una piacevole e corta deviazione di pochi minuti, fino a raggiungere le sorgenti del Meschio (quota 220 m s.l.m. - dislivello in salita circa 80 m). Arrivati a Serravalle, dopo aver riposto gli zaini in auto, ci inoltreremo nelle stradine della cittadina fino a raggiungere l'Osteria dove pranzeremo (menu alla carta).

21/04/2018 Alla scoperta del territorio di San Gregorio nelle Alpi - Ritrovo alle ore 14.30 davanti alla chiesa parrocchiale di San Gregorio nelle Alpi
Escursione pomeridiana verso il Cadin con rientro per le 18.30 circa (in caso di maltempo verrà annullata)
Contributo di partecipazione: 5 Euro per i soci di Alpinia, 10 Euro per i non soci
Iscrizione obbligatoria ai nostri contatti entro le ore 20.00 del giorno precedente

22/04/2018Natura e Leggende sulle Prealpi Bellunesi - Ritrovo alle ore 8.30 davanti al tendone dell’ANA in località Zelant
Escursione di mezza giornata con mezzi propri e guida naturalistico-ambientale  Dislivello + 250 m – Lunghezza circa 8 km  Facile camminata ad anello su sentieri escursionistici e tratti di strade sterrate e cementate
Quota di partecipazione: 15 €  (comprende guida naturalistico-ambientale, animazione teatrale, assicurazione) – gratis per i bambini fino a 12 anni
Accompagnati dalla guida naturalistico-ambientale Mauro Varaschin della Cooperativa Mazarol scopriremo gli interessanti aspetti naturalistici delle Prealpi Bellunesi, mentre gli attori del Gruppo Teatrale Zumellese, quando meno ce lo aspetteremo, ci coinvolgeranno lungo il cammino in rappresentazioni legate alle più belle leggende delle Dolomiti.

05/05/2018Alla scoperta del territorio di Alano di Piave - Ritrovo alle ore 14.30 in piazza ad Alano di Piave
Escursione pomeridiana verso il Monfenera con rientro per le 18.30 circa (in caso di maltempo verrà annullata)
Contributo di partecipazione: 5 Euro per i soci di Alpinia, 10 Euro per i non soci
Iscrizione obbligatoria ai nostri contatti entro le ore 20.00 del giorno precedente

06/05/2018Alla scoperta di Treviso e della mostra “Rodin Un grande scultore al tempo di Monet” - Ritrovo alle ore 9.00 davanti all’Agenzia (si possono concordare altri luoghi di ritrovo) Escursione giornaliera con mezzi propri e accompagnatore
Quota di partecipazione: 25 Euro per i soci di Alpinia – 30 Euro per i non soci (comprende ingresso e visita guidata alla mostra, visita al centro di Treviso, accompagnatore, assicurazione)
Iscrizioni entro il 13 aprile

Arrivo a Treviso, ingresso e visita guidata alla mostra “Rodin Un grande scultore al tempo di Monet”, pranzo tipico facoltativo (alla carta), quindi percorso a piedi (urban trekking) alla scoperta della città di Treviso e dei suoi angoli più belli e curiosi.

http://example.comnews-4473.atom Biblioteca civica di Belluno - Messaggio n. 5/2018 - 2018-04-14T08:11:27+02:00 2018-04-14T08:21:46+02:00 BCBNewsletter: Attività culturali dal aprie/maggio 2018

Mercoledì 18 aprile h. 18.00 Presentazione del libro "Tutte le poesie di Fernando Bandini". Mondadori editore. Saranno presenti: il curatore del volume Rodolfo Zucco, Carlo Londero e Paolo Conte. Introdurrà l'Assessore alla Cultura del Comune di Belluno Marco Perale.
Ingresso libero aperto alla partecipazione di tutti.
Belluno - Biblioteca civica - via Ripa 3 - Sala Cappella - h. 18.00

********************************************************

“Cene in Biblioteca”

“Pietre parlanti. Conversazioni artistico-geologiche con cena e passeggiata notturna in città” a cura di Marta Azzalini e Manolo Piat. Con la collaborazione dello chef Mauro Cavalet della Trattoria L'Oasi di Limana.

Martedì 8 maggio h. 19.30 “Draghi o delfini?”. Menù: Aperitivo con stuzzichini e finger food sia dolci che salati. Risotto al salto all'erba dragona. Vino e acqua

Martedì 15 maggio h. 19.30 “Storie d'acqua e di rocce”. Menù: Aperitivo con stuzzichini e finger food sia dolci che salati. Zuppa alla
birra con canederlo e crauti. Vino e acqua

Martedì 22 maggio h. 19.30 “Volti di pietra”. Menù: Aperitivo con stuzzichini e finger food sia dolci che salati. Gnocchi di puìna ai fiori
di campo. Vino e acqua

Martedì 29 maggio “La terra trema, la città cambia”. Menù: Aperitivo con stuzzichini e finger food sia dolci che salati. Millefoglie al grano saraceno con ragù d'agnello e fonduta. Vino e acqua

Iscrizione obbligatoria presso la sede della Biblioteca civica con versamento della quota di 20 euro per partecipante. Numero massimo di partecipanti 40 per volta. Prenotazioni telefoniche o via e-mail escluse.
Ad ogni incontro sarà distribuita una dispensa di riferimento sull'argomento. Iscrizioni aperte fino a esaurimento posti..

Info: biblioteca@comune.belluno.it o tel. 0437948093

********************************************************:

Novità librarie a ricordo di Luigi Gasperin.

E' stata attivata una raccolta di fondi per onorare la memoria di Luigi Gasperin, collega e amico recentemente scomparso. Lo scopo è acquistare per la Biblioteca novità librarie a lui dedicate. Le donazioni in denaro sono aperte a tutti.

L'iniziativa è promossa dalle famiglie Gasperin e Viel, il Gruppo Ponte nelle Alpi-Soverzene dell'Associazione Nazionale Alpini e la Biblioteca civica. Gli organizzatori vogliono in questo modo valorizzare la passione per il lavoro, le doti professionali e umane che caratterizzavano Luigi.

Il contributo libero può essere donato presso la sede della Biblioteca civica o con un versamento sul c/c bancario del Gruppo Alpini Ponte nelle Alpi/Soverzene: Credito cooperativo - Cassa rurale e artigiana di Cortina d'Ampezzo e delle Dolomiti - Ponte nelle Alpi -
IBAN:IT52B0851161240000000025538; codice BIC CCRTIT2T95A - specificando nella causale “Fondo Luigi Gasperin”.

L'iniziativa avrà durata fino al 9 maggio 2018. Info: biblioteca@comune.belluno.it o tel 0437948093/043725727 Referente del Gruppo Alpini Ponte nelle Alpi / Soverzene: tel: 3495863910

**********************************************************

Biblioteca civica via Ripa, 3 I - 32100 BELLUNO
tel. +390437948093 fax +390437941051 e-mail: biblioteca@comune.belluno.it   http://biblioteca.comune.belluno.it/
https;//www.facebook.com/bcbelluno/

http://example.comnews-4480.atom Un ricchissimo finesettimana a Belluno! - 2018-04-13T12:28:00+02:00 2018-04-14T12:37:13+02:00 Questo weekend la città pullula di eventi per voi!

 Unità d’Italia a tavola

Da venerdì 13 a domenica 15 aprile | Piazza dei Martiri
Avete voglia di assaggiare qualcosa di buono? In Piazza dei Martiri si terrà il mercatino culinario “Unità d’Italia a tavola”, rassegna gastronomica di prodotti tipici regionali che ha lo scopo di portare cibo di qualità sulle nostre tavole.

 
Conferenza “John Fante, Odissea di uno scrittore italiano d’America”

Venerdì 13 aprile, ore 18.15 | Biblioteca civica di Belluno
APERITIVI BIBLIOTECARI per il ciclo “Bellezza e orrore del Novecento. Percorsi di arte, letteratura e storia”, Nicola Zannol terrà la conferenza dal titolo “John Fante, Odissea di uno scrittore italiano d’America”. Per un pomeriggio all’insegna della cultura!

 
Cichetando per Belluno – Bocconcini prelibati per le vie del centro

Venerdì 13 aprile, dalle ore 18.30 | Centro storico di Belluno
“Cichetando per Belluno – Bocconcini prelibati per le vie del centro” è tour gastronomico che toccherà in una sola serata tredici locali diversi, ognuno con una propria specialità da proporre in abbinamento con un buon bicchiere di vino. L’ideale per un’apericena in compagnia!

 
“Tutto Teo” – Teo Teocoli

Venerdì 13 aprile, ore 21.00 | Teatro comunale di Belluno
Avete voglia di farvi due risate? “Tutto TEO” è lo spettacolo giusto per voi! Un viaggio nel cabaret di qualità all’interno del quale Teocoli ripercorre senza sosta i più formidabili monologhi ed aneddoti della sua vita, rievoca le gag più divertenti e porta sul palco le sue più geniali imitazioni.

 
Circuito Triveneto tiro rapido sportivo

Da sabato 14 a domenica 15 aprile | Sede tiro a segno Belluno
La prova finale della terza edizione del Circuito Triveneto invernale di tiro rapido sportivo si svolgerà proprio nella nostra città. Le specialità di tiro? Semiauto, Revolver standard, ZZ l.r., Monofilar.

 
Tutti al Parco

Sabato 14 aprile, ore 15.00 | Mussoi
A Mussoi e Cavarzano si svolgerà l’evento“Tutti al Parco per le giornate ecologiche”, che prevede la pulizia collettiva del Parco San Lorenzo di Mussoi e del Parco Arcobaleno di Cavarzano. Un’occasione per prendersi cura della propria città in vista della bella stagione!

 
Belluno School Run

Sabato 14 aprile, ore 15.30 | Centro storico di Belluno
La Belluno School Run è una gara podistica non competitiva dedicata ai bambini volta a raccogliere fondi per le scuole; partirà da Piazza dei Martiri per terminare poi nel Parco Città di Bologna. Per i bambini, il divertimento è assicurato! 

 
Affreschi musicali – Progetto “Giotto fa scuola”

Sabato 14 aprile, ore 20.30 | Chiesa di Santo Stefano
Nell’ambito del progetto “Giotto fa scuola” e della mostra “Giotto. La Cappella degli Scrovegni a Belluno”, si terrà l’evento “Affreschi musicali. Meditazioni sonore nella Padova di Giotto”, serata dedicata all’affiancamento tra affreschi e canti trecenteschi e gregoriani, meditazioni e intermezzi d’organo. Un’ottimo modo per conciliare arte e musica!

 
Spettacolo teatrale “La locanda delle beffe”

Domenica 15 aprile, ore 20.45 | Teatro comunale di Belluno
Per la Rassegna di Teatro Veneto del Circolo Cultura e Stampa Bellunese, Theama Teatro presenterà lo spettacolo “LA LOCANDA DELLE BEFFE – El galo de la Checa”, commedia brillante in lingua veneta. Un’idea per concludere in bellezza il weekend! 
 

http://example.comnews-4479.atom Dolomiti Contemporanee: COMUNICATO STAMPA - 2018-04-13T12:16:00+02:00 2018-04-14T12:24:30+02:00 Ieri a San Vito, prima riunione operativa del tavolo di lavoro tra Comune, Università degli Studi di Padova e Dolomiti Contemporanee sulla valorizzazione e rigenerazione del centro storico.

Si è svolto ieri, giovedì 12 aprile, presso il Centro Studi Ambiente per l’Alpino di San Vito, sede del Dipartimento TESAF, il primo incontro operativo del tavolo di lavoro che, nei prossimi due anni, vedrà il Comune di San Vito, l'Università degli Studi di Padova, Dolomiti Contemporanee ed un serie di altri enti e soggetti territoriali, lavorare insieme alla definizione di una serie di possibili linee guida per la valorizzazione e la rigenerazione del centro storico di San Vito, per la gestione del capitale naturale e per la mitigazione del rischio idrogeologico, al fine di favorire lo sviluppo sostenibile ed incentivare la residenzialità nel Comune stesso.

Il Sindaco di San Vito Franco De Bon e il Vicesindaco Andrea Fiori, il coordinatore del Centro Studi Tommaso Anfodillo, insieme al Presidente della Regola Granda di San Vito di Cadore, Amedeo De Sandre, al Presidente di Dolomiti Bus, Giuseppe Pat, all'architetto Gianluca Salvemini, vincitore della Borsa di Studio bandita dal TESAF sui temi suddetti, e al curatore di Dolomiti Contemporanee, Gianluca D'Incà Levis, hanno iniziato ad approfondire il ragionamento di questo gruppo di lavoro interdisciplinare -attivato su iniziativa del Centro Studi, e che lo scorso febbraio ha portato alla firma di una Convenzione tra Comune e Unipd- che riflette sul futuro del paese in prospettiva della realizzazione del progetto di variante della nuova viabilità connessa all'evento Cortina 2021, di cui si discute ancora in questi giorni, che devierà il traffico fuori dal centro abitato, modificando in modo sostanziale il vivere a San Vito.
 

Nel corso dell'incontro, si è deciso di procedere in prima fase ad un'indagine conoscitiva delle potenzialità e peculiarità, storiche, culturali, ambientali, ricettive e turistiche, del Comune di San Vito, anche in relazione con i Comuni contermini, con i quali si cercherà di condividere la strategia attuativa di valorizzazione, espandendola alla scala territoriale.
L'Arch. Salvemini ha illustrato come il gruppo del prof. Edoardo Narne, docente del Dipartimento ICEA dell’Università degli Studi di Padova che coordina la parte progettuale del lavoro, procederà alla raccolta dei dati e all'analisi preventiva, individuando le risorse disponibili e realizzando un modello sintetico d'intrazionale funzionale tra di esse.
Nella discussione, si sono individuati alcuni punti fermi, da percorrere necessariamente, tra i quali:

definizione delle metodologie di interazione e coordinamento intersettoriale tra i soggetti eterogenei che compongono il tavolo di lavoro; costituzione di reti territoriali che consentano una pianificazione partecipata; condivisione delle idee e strategie con il territorio, la comunità, i gruppi e le associazioni locali e di categoria e gli enti di promozione turistica -anche attraverso confronti pubblici; valutazione dell’impatto dell'infrastruttura viaria, con proposte di progettazione territoriale, legate ai temi della valorizzazione delle risorse locali e della rigenerazione; valutazione delle potenzialità del Comune - impianti di risalita; particolarità storico-archeologiche e linguistiche; agricoltura di montagna e coltura del bosco, ripristino di attività tradizionali e opportunità di finanziamento, sistema delle connessioni viarie e sistemi di mobilità; temi e itinerari ambientali e tematici forti, che possano implementare l'attrattività del territorio, e programma di comunicazione degli stessi.

 

Nei prossimi mesi, il tavolo di lavoro svilupperà i temi e le progettualità. Essi troveranno un momento ulteriore di discussione all'interno dello storico Corso di Cultura in Ecologia che il centro Studi per l’Ambiente Alpino, in stretta collaborazione con il Dipartimento ICEA e Dolomiti Contemporanee, realizzeranno, tra il quattro ed il sei giugno, sui temi di ambiente, uomo, infrastruttura, che coinvolgerà una serie di relatori dal profilo internazionale.

Info:
Centro Studi Ambiente Alpino:    tommaso.anfodillo@unipd.it   http://intra.unipd.it/Sanvito/Index.asp   press@dolomiticontemporanee.net
info@dolomiticontemporanee.net   www.dolomiticontemporanee.net    www.progettoborca.net

http://example.comnews-4478.atom Comune di Feltre - Festival W la bici VIVA - EVENTI del FINE SETTIMANA - 2018-04-13T09:18:00+02:00 2018-04-14T12:36:03+02:00 DIARIO: "ISRAELE A PEDALI", PEDALATA, CONCERTO, TEATRO, INCONTRO: "QUALE CICLABILITA' PER LA MONTAGNA BELLUNESE"

VENERDì 13 APRILE ore 18.30 presso Palazzo Borgasio:
ISRAELE A PEDALI. DAI KIBBUTZ AL GIRO

Lorenzo Cremonesi, inviato di guerra del Corriere della Sera, presenterà i diari di un inviato di guerra, risultato di quarant'anni di viaggi. Con Marco Pastonesi e l'accompagnamento musicale di Ruggero Burigo.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

SABATO 14 APRILE
Partirà alle ore 9 da Prà del Moro la pedalata che da Feltre arriverà al Museo della bicicletta "Toni Bevilacqua" di Cesiomaggiore, in collaborazione con FIAB Feltre in Bici. Partecipazione libera.
Seguirà poi, alle ore 12.00 circa, IL NOBEL DELLA PACE IN BICICLETTA: UNA STRADA IN SALITA, incontro con il giornalista e scrittore Massimo Cirri al Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

ore 18.30 presso Unisono Concert Hall: SETTE TESI SULLA MAGIA DELLA RADIO
Lo scrittore Massimo Cirri presenterà il suo libro "Sette tesi sulla magia della radio" nella Concert Hall di Palazzo Guarnieri. Cirri spazia dalla ex Jugoslavia a New York, da Bertolt Brecht a Linus, dagli esperimenti di Danilo Dolci ad Alto gradimento e molto oltre per costruire un racconto che è al tempo stesso cronaca appassionata di una vita di lavoro in radio e meditazione su questo medium: che cambia, cresce, passa dal transistor al podcast ma rimane un magico crocevia di incontri, che vive nello spazio puro del suono e si sottrae alla tirannia delle immagini per essere un luogo di libertà, in cui la musica e le parole sono ancora, fino in fondo, se stesse.
L'accompagnamento musicale sarà curato William Nisi al sax e Mosè Andrich al pianoforte.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

ore 21 presso Teatro de La Sena: FINISCE PER A
C'è ancora qualche posto per lo spettacolo teatrale FINISCE PER A scritto da Eugenio Sideri e diretto da Gabriele Tesauri. Patrizia Bollini porta in scena la storia di Alfonsina Strada, unica donna ad aver corso il Giro d'Italia, ritenuta una delle pioniere della parificazione tra sport maschile e femminile, che vinse ben 36 corse contro i suoi colleghi maschi.
Ingresso gratuito.
Prenotazioni obbligatorie alla pagina: http://www.visitfeltre.info

DOMENICA 15 APRILE ore 10 presso Aula magna Campus: BICI DI LOTTA E DI GOVERNO: QUALE CICLABILITA' PER LA MONTAGNA BELLUNESE NEL FUTURO PROSSIMO
Dialogo di comunità tra amministratori pubblici, comitati, associazioni e società ciclistiche, operatori turistici e commerciali di settore.
A seguire brindisi e saluti.

http://example.comnews-4474.atom TEODORO WOLF FERRARI. LA MODERNITA' DEL PAESAGGIO CICLO DI APPUNTAMENTI DENTRO E FUORI MOSTRA - 2018-04-13T08:26:00+02:00 2018-04-14T08:31:27+02:00 A partire dalla "Conversazione su Teodoro Wolf Ferrari". Presso la Fondazione Benetton (TV) 13 aprile ore 17

Prosegue il Ciclo di appuntamenti DENTRO e FUORI mostra previsto in occasione della rassegna Teodoro Wolf Ferrari. La modernità del paesaggio, dedicata al pittore veneziano che ha saputo cantare la bellezza del paesaggio negli anni cruciali delle avanguardie artistiche tra fine ‘800 e inizio ‘900, in corso al Palazzo Sarcinelli di Conegliano fino al 24 giugno 2018.
 
Venerdì 13 aprile alle ore 17 si tiene presso la Fondazione Benetton di Treviso una conversazione (ad ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili) con i curatori Giandomenico Romanelli e Franca Lugato insieme a Eugenio Manzato, già direttore dei Musei civici di Treviso. Un'occasione per approfondire la figura straordinaria di questo "poeta del paesaggio", che ha trasferito gli stimoli migliori della cultura secessionista a Venezia, animata in quegli anni dalle esperienze fondamentali della Biennale e di Ca’ Pesaro. 
 
L'incontro alla Fondazione Benetton si arricchirà della presentazione delle immagini delle opere esposte nella mostra coneglianese, ripercorrendo tutti gli stili e i riferimenti del pittore: il rapporto con i maestri veneti del paesaggio come Ciardi e Fragiacomo; la fantasiosa e inquietante simbologia böckliniana; il sintetismo di Pont-Aven attraverso il dialogo con l’ambiente di Ca’ Pesaro (in particolare con Gino Rossi e Ugo Valeri); la componente secessionista e più marcatamente klimtiana.
 
Info
www.mostrawolfferrari.it 

http://example.comnews-4472.atom Al via gli eventi "1918. Quando scoppia la Pace" Centenario Grande Guerra - 2018-04-12T08:27:49+02:00 2018-04-12T08:53:51+02:00 Vittorio Veneto   da aprile a novembre: Artisti internazionali, musica, cinema, raduni,  turismo

Cinema, musica, mostre, dialoghi, itinerari turistici, convegni, conferenze, raduni  di  associazioni  d’arma,  eventi  sportivi  e  un  progetto  di  arte- pubblica  di  respiro  internazionale  curato  dal  Capo  Dipartimento  di  Arte  Contemporanea dell’Ermitage.
Nel 2018 i riflettori si accendono su Vittorio Veneto con una serie di iniziative  che indagano il senso di “Quando scoppia la pace” toccando differenti filoni  e generi nel segno dell’internazionalità e della partecipazione collettiva.
Ad  aprire  il  cartellone  di  iniziative  tra  il  20  e  21  aprile  l’evento  musicale  “Eroi  sono  quelli  che  costruiscono  la  pace”  a  cura  di  Sandro  Cappelletto e  l’omaggio  alla  Città  da  parte  del  MANN  di  Napoli  con  il  prestito  di  un  selezionato nucleo di opere dedicate alla Pax Romana.10  giorni  è  durato  lo  scontro  finale  reso  noto  al  mondo  come  La  Battaglia  di  Vittorio  Veneto.  Era  la  fine  della  Prima  Guerra  Mondiale,  sancita  il  4  novembre  1918  e  
la  cittadina  della  pedemontana  assurgeva  a  simbolo  dell’orgoglio nazionale e della vittoria dell’Italia. Un luogo intriso di significato per la memoria di tutti gli eventi legati al conflitto che aveva sconvolto l’Italia e il mondo, ma anche il fronte della battaglia, insieme all’area del Triveneto, chiamato inevitabilmente a pagare il prezzo più alto.
Oggi,  nel  Centenario  della  Grande  Guerra,  per  Vittorio  Veneto  è  doveroso  commemorare il tributo di sangue versato in un conflitto atroce, ma anche, e  soprattutto,  ricordare  la  fine  degli  scontri,  la  speranza  verso  il  domani  legata all’armistizio, la pace tanto attesa.I reduci non ci sono più e spetta alle Istituzioni mantenere la loro memoria e, insieme, la memoria di una generazione che ha visto sì l’inizio, ma anche la fine di una guerra; che ha vissuto la tragedia, ma che ha anche avuto modo di assistere al fragore dello scoppio di qualcosa di ancora più carico di significato. Vittorio Veneto, millenaria  sede vescovile  -  con  i  suoi  borghi  storici,  le  testimonianze d’arte legate allo splendore rinascimentale e al rapporto con la Serenissima, con il suo paesaggio straordinario tra monti, colline, boschi e laghi e i prestigiosi vigneti del prosecco - da aprile a novembre 2018 sarà un 
tripudio di eventi, una sinfonia di suoni e colori, pronta ad accogliere migliaia di visitatori con un unico slogan: “1918. Quando scoppia la pace”.
Sarà la riflessione su questo tema, sul cambiamento che la pacificazione – o la  speranza  di  essa  -  determina  nella  società  a  tutti  i  livelli,  il  filo  rosso  che  accompagnerà il programma di iniziative.

Un programma  che vede partecipe tutta la città, con le diverse associazioni coinvolte a ideare e supportare le celebrazioni, ma anche le Istituzioni militari e civili - nazionali, regionali e provinciali - in appoggio ai diversi eventi, e infine il  tessuto  imprenditoriale  vittoriese  e  trevigiano,  che  con  modalità  diverse  
(sponsorships, adozioni di artisti, supporter tecnici ecc.) ha risposto in maniera compatta  e  generosa  alle  necessità  economiche  delle  celebrazioni:  quasi  
trenta  sono  le  associazioni  che  collaborano  e  oltre  venti  le  aziende  partner  
dell’Amministrazione comunale per il Centenario.
Un programma  che  non  trascurerà  momenti  di  confronto  legati  al  ricordo,  all’impegno  dei  Combattenti,  all’analisi  storica  e  politica,  ma  che,  grazie  a diversificate  iniziative  culturali  ideate  da  Villaggio  Globale  International,  spingendosi  ad  affrontare  anche  la  nostra  contemporaneità,  mira  a lasciare  una  testimonianza  tangibile  della  pluralità  di  sentimenti  che,  ieri  come  oggi,  accompagnano lo “scoppio” della pace.
Ecco dunque musica, cinema, mostre, sport, convegni, raduni di associazioni d’arma,  conferenze,  dialoghi  e  itinerari  turistici,  ma  anche  un  importante  
progetto di arte contemporanea internazionale, che farà di Vittorio Veneto il laboratorio sperimentale di un dialogo artistico tra Paesi partecipanti al primo 
mondiale  (Francia,  Regno  Unito,  Russia,  Austria,  Germania,  Grecia,  Belgio,  Ungheria,  Repubblica  Ceca,  i  Paesi  balcanici),  di  un  impegno  corale,  
che  si  fa  arte  pubblica,  legato  all’interpretazione  della  storia,  all’essenza  di  questi luoghi e al tema del passaggio dalla guerra alla pace. 
A curare   il   progetto   è   Dimitri   Ozerkov,   Capo   Dipartimento   d’Arte   Contemporanea  del  Museo  Statale  Ermitage  di  San  Pietroburgo,  che  ha  
accettato  il  compito  di  selezionare  e  seguire,  in  accordo  con  istituzioni  culturali  dei  diversi  Paesi,  10  artisti  under  40,  che  in  due  momenti  diversi    verranno  a  conoscere  la  città,  la  sua  gente,  la  sua  storia,  per  poi  realizzare, creazioni artistiche rappresentative del  tema indagato. 
Le opere, posizionate in differenti ambienti e luoghi della città e donate  a Vittorio Veneto, daranno vita a una mostra diffusa permanente, che sarà inaugurata nella giornata della commemorazione ufficiale, il 4 novembre, quando in città si attende anche il Presidente della Repubblica Italiana, che spesso ha onorato Vittorio Veneto della sua visita per tale occasione.Un  progetto,  quello  dei  giovani  artisti,  che  sarà  realizzato  anche  grazie  al  sostegno di dieci realtà impreditoriali, che tramite le erogazioni liberali hanno “adottato” uno degli artisti internazionali coinvolti nell’iniziativa, in una sorta di neo-mecenatismo moderno.
L’internazionalità  -  delle  relazioni,  della  memoria  e  del  messaggio  -  è  anche  la  cifra  di  altre  iniziative  in  calendario  e  non  poteva  essere  altrimenti  per  ricordare  la  fine  d’un  conflitto  che  ha  sconvolto  decine  di  Nazioni  e  attraversato  l’Oceano.  Così  è  per  le  due  mostre  fotografiche  promosse  
all’estero  che  vedono  Vittorio  Veneto  tra  i  principali  protagonisti:la  prima,  

“War  &  Art:  WWI  USA  in  Italy”,  aperta  fino  ad  ottobre  2018  a  Washington,  al  Pentagono,  sulla  distruzione  e  protezione  del  patrimonio  culturale  italiano  durante la Prima Guerra Mondiale; l’altra, “Storming the skies. The saga of the Italian front” sarà a Londra dal 1 al 31 agosto, all’Army & Navy Club, a rivendicare con  la  forza  delle  immagini  dell’epoca,    lo  sforzo  e  l’impegno  italiano  nella  Grande Guerra (la guerra in montagna e quella in laguna), oltre all’intervento del contingente britannico in Italia. La mostra fa parte del denso programma di  commemorazioni  legate  alla  figura  dell’onorevole  “Brandolino  Brandolini  d’Adda: storia di un politico, vita di un eroe” - unico deputato italiano caduto sul fronte - predisposto dal Comune di Vittorio Veneto e finanziato dal MIBACT. Entrambe   le   esposizioni   propongono   la   riproduzione,   con   allestimenti   particolari, di nuclei diversi di fotografie dello strepitoso Fondo Marzocchi che costituisce  una  delle  ricchezze  del  Museo  della  Battaglia  di  Vittorio  Veneto,  istituito nel 1936 e riallestito completamente in chiave moderna nel 2014, con un percorso davvero emozionale.
Ad  aprire  però  il  cartellone  degli  eventi  di “1918.  Quando  scoppia  la  pace”  saranno  -  il  20  e  il  21  aprile    -  altre  due  iniziative  altrettanto  importanti  e  soprattutto di grande forza  simbolica nel contesto delineato.Il 20 sera, al Teatro Da Ponte, l’imperdibile esecuzione di un‘opera dal titolo “Eroi  sono  quelli  che  costruiscono  la  pace”  –    esempio  di  come  la  musica  sappia parlare, come non mai, dei sentimenti e delle emozioni di guerra e di pace - eseguita una sola volta dalla sua ideazione, nel 2015 al Teatro La Fenice di Venezia. Il programma del concerto sarà diviso in due parti. 
Nella  prima  “La  Grande  Guerra”  (vista  con  gli  occhi  di  un  bambino)”,  una “favola  vera”  -  con  adattamento  e  drammaturgia  di  Sandro  Cappelletto  e  musica composta da Claudio Ambrosini - per coro maschile, soprano, voce narrante e strumenti; liberamente tratta dal quaderno di scuola e dai ricordi di guerra di Giuseppe Boschet, che nel 1917 aveva 3 anni, e con parole e versi di Anna Achmatova e Nelson Mandela. 
La  seconda  parte  del  programma  proporrà  invece  “Canti  di  guerra  e  canti  di  pace”  italiani,  francesi,  tedeschi,  americani,  slavi,  dedicati alla memoria  dei  caduti  e  accompagnati  dalla  lettura  di  episodi  tratti  dal  romanzo  dello  scrittore  veneziano  Carlo  Della  Corte,Il  grande  balipedio,  ambientato  sul  fronte dell’Isonzo.
Il giorno successivo invece, il 21 aprile, riflettori puntati sul primo appuntamento del progetto “Quando scoppia la pace - Ospiti  in Pinacoteca” che propone 
tre  omaggi  d’arte  a  Vittorio  Veneto,  ciascuno  con  il  significativo  prestito  di  un’opera  d’arte  iconica  o  di  un  nucleo  sceltissimo  di  opere,  da  parte  di  un  importante museo italiano,  intorno al tema guerra/pace, ovvero al passaggio a  quella  nuova  condizione  emotiva  e  sociale  determinata  dalla  fine  di  un  conflitto. Il primo omaggio - più che mai evocativo, dedicato alla Pax Romana - sarà quello  del  MANN,  il  Museo  Archeologico  Nazionale  di  Napoli,
  autentico  “tempio”  dell’arte  classica  tra  i  più  ammirati  e  importanti  al  mondo,  custode  tra  l’altro  dell’eccezionale  Collezione  Farnese  e  dei  numerosi  ritrovamenti  di  Pompei ed Ercolano. Fino all’8 luglio.Il lungo periodo di pace e di concordia universale che caratterizza i primi due secoli  dell’Impero,  tra  la  fine  del  I  secolo  a.C.  e  gli  inizi  del  I  secolo  d.C.,  è  accompagnato dal programma di rinnovamento politico, culturale e religioso di  Augusto testimoniato  anche  dall’arte.  A  Vittorio  Veneto  l’eccezionale esposizione  di  4  reperti  romani  di  grande  valenza  storico-culturale,  tra  cui  spicca  la  grande  statua  di  culto,  personificazione  della  Concordia  Augusta,  databile  agli  inizi  del  I  secolo  d.C.,  che  si  trovava  nell’edificio  di  Eumachia,  sacerdotessa  di  Venere  e  patrona  dei  fullones  (tintori),  fatto  costruire  da  Augusto a sue spese nel foro di Pompei.
Anche  il  cinema  saprà  regalare  grandi  emozioni  a  Vittorio  Veneto  in  questi  mesi con due eventi importanti.“Note dal fronte. Musica, parole e immagini 
della  Grande  Guerra”  -  il  29  giugno  nella  magica  atmosfera  del  Castrum  di  Serravalle- è la suggestiva combinazione di fonti diverse, per ricordare:brani popolari  di  guerra  e  motivi  inediti  di  produzione  Zerorchestra  suonati  dal  vivo,  una  rassegna  di  pellicole  girate  dagli  operatori  italiani,  austro  ungarici  e americani nelle zone di guerra, tratte dall’archivio de La Cineteca del Friuli,e il contrappunto dalla lettura di brani diaristici di militari dei diversi eserciti.
Mentre una vera e propria maratona cinematografica sarà “Guerra e Pace sul grande schermo” – in programma 30 giugno e 1 luglio – per una scorpacciata 
di indimenticabili perle del cinema: da J’Accuse di Abel Gance a Charlie Chaplin ne Il Grande Dittatore o Charlot soldato, fino a La Grande Guerra di Monicelli 
o Addio alle Armi tratto da celebre romanzo di Hemingway.  Qui il pomeriggio del 1 luglio anche un vero evento con una chicca imperdibile:la presentazione  di  documentari  provenienti  dagli  archivi  internazionali  assolutamente  inediti  e  presentati  al  pubblico  per  la  prima  volta;  pellicole della  Cineteca  del  Friuli,  digitalizzate  dall’Archivio  Cinema  del  Friuli-Venezia  Giulia,  provenienti da Washington, Parigi, Londra, Vienna, Budapest e Losanna con immagini mai viste del Veneto durante la Grande Guerra.Un programma dunque densissimo dove Il tema del passaggio dalla tragedia e  dal  dolore  della  guerra,  alla  gioia,  alla  speranza  e  all’euforia  della  pace,  darà luogo  a  continue  occasioni:  come  un  grande  convegno  nazionale  sul  significato e il ruolo attuale dei Musei della guerra - “Testimoni di guerra, attori di  pace”-  o  gli  incontri  con  personalità  di  primo  piano,  da  Umberto  Curi  a  Innocenzo Cipolletta, 
per rileggere “Quando scoppia la pace” sotto la lente di volta in volta dalla filosofia, dell’economia, dell’arte e dell’informazione.Infine, Vittorio Veneto, più che mai nel 2018, è il luogo simbolo da cui verrà ricordato al mondo il valore del sacrificio nazionale e del patriottismo, della libertà e della pace, del dialogo e dell’unità da parte delle diverse Associazioni d’Arma Nazionali che qui si daranno appuntamento. 

Ben sei i raduni in programma tra Fanti, Cavalleria, Lagunari-Truppe Anfibie, e Paracadutisti, oltre all’Adunata delle Sezioni Alpine del 3° RGT, che comprende 
anche  le  sezioni  estere  di  Germania,  Belgio,  Lussemburgo  e  Nordica,  per  la  quale  si  prevedono  60.000  presenze  in  città  (15-17  giugno)  e  al  Raduno  Nazionale di ASSOARMA (22-28 ottobre). Momenti ufficiali e commemorativi ma anche di festa, con tante manifestazioni collaterali, dalle mostre alle notti bianche. Ecco perché la città si è preparata ad accogliere tutti con proposte di itinerari, di ospitalità ed enogastronomiche. Perché lo scoppio della Pace sia una festa per tutti.

http://example.comnews-4471.atom Comune di Feltre - W LA BICI VIVA - eventi dall'11 al 12 aprile - 2018-04-11T06:59:22+02:00 2018-04-11T07:02:21+02:00 IL DIO DELLA BICICLETTA, I DIAVOLI DI BARTALI E GLI ANGELI DI COPPI, STORIE ROTONDE E OVALI, THAILANDIA, LAOS, CAMBOGIA. LA GRANDE AVVENTURA SUI PEDALI

W LA BICI VIVA - eventi dall'11 al 12 aprile

MERCOLEDì 11 APRILE ore 11 presso l'aula magna liceo Dal Piaz: IL DIO DELLA BICICLETTA
Marco Ballestracci presenterà il suo libro "Il dio della bicicletta" presso l'aula magna della nuova sede del liceo "Dal Piaz", in via Colombo. Si parlerà di racconti di ciclismo sulla strada e sul divano, di campioni e di gregari, di salite e volate, di storie sfumate. La narrazione sarà accompagnata musicalmente dallo stesso autore.

MERCOLEDì 11 APRILE ore 15 presso la Casa di riposo di Feltre: I DIAVOLI DI BARTALI E GLI ANGELI DI COPPI
Si terrà presso il Circolo Auser l'incontro con Marco Pastonesi, autore dei libri "I diavoli di Bartali" e "Gli angeli di Coppi". L'autore presenterà le storie e gli aneddoti dell'Omino di Ferro, del Campionissimo e dei loro gregari.

MERCOLEDì 11 APRILE ore 20 presso Rugby Feltre Club House: STORIE ROTONDE E OVALI
Un incontro con Giordano Cremonese, Marco Ballestracci e Marco Pastonesi.

GIOVEDì 12 APRILE ore 20.30 presso Sala Ocri: THAILANDIA, LAOS, CAMBOGIA. LA GRANDE AVVENTURA SUI PEDALI
Claudio Mason, cicloviaggiatore feltrino, accompagnato dal trio Merryacoustics, presenterà il diario del suo viaggio nel Sud-Est asiatico: due mesi trascorsi pedalando in solitaria, 4500 chilometri tra le montagne del nord e i templi antichi lungo le sponde del Mekong, fino al mare.