Fast Food Nation di Eric Schlosser

Copertina di Fast Food Nation

La prossima volta che entrate in un fast food, tenete a mente che il gusto e l’aroma delle patatine fritte è totalmente artificiale; che polli e bovini, prima di diventare cibo, si nutrono regolarmente di loro simili; e che c’è una buona probabilità che nel vostro cibo sia presente materia fecale. Ancora affamati?

Lettura accattivante quella di Fast Food Nation, Il lato oscuro del cheesburger globale, di Eric Schlosser, che illustra come e perché l’industria del fast food, lungi dall’essere il frutto del libero mercato (ha beneficiato fin dall’inizio di cospicui finanziamenti e agevolazioni governativi), si è sviluppata e continua a crescere sotto l’ala protettiva delle lobby dell’industria della carne. Il fast food riscuote ovunque successi (più di 17.000 i soli McDonald’s in 120 stati), nonostante le condizioni igienico-sanitarie degli alimenti e quelle lavorative dei dipendenti. Una lucida descrizione dei modi in cui l’industria del fast food ha influenzato la nostra cultura.
“Quando le catene di fast food approdano in Europa” – dice Schlosser – “non aprono solo nuovi ristoranti. Esse esportano anche i loro sistemi di produzione e distribuzione del cibo, le loro politiche del lavoro, le loro strategie di mercato, e la loro promozione di abitudini alimentari non sane”.

Eric Schlosser
Fast Food Nation
382 pagine
Prezzo: 8.80€
Net – Il saggiatore, Milano, 2004²

Eric Schlosser, corrispondente per Atlantic Monthly, ha ricevuto numerosi premi giornalistici tra cui il National Magazine Award per un articolo sulla marijuana. Fast Food Nation, originariamente un'inchiesta per la rivista Rolling Stone, è il suo primo libro.