Dummy Title /belluno-dolomiti/ 2022-07-04T12:21:05+02:00 http://example.comnews-8809.atom Belluno - Inaugurata la ciclabile Soverzene-Ponte nelle Alpi - 2022-07-04T08:34:50+02:00 2022-07-04T08:45:17+02:00 La pista collega in sinistra orografica i due Comuni e si propone come infrastruttura di grande valenza turistica, anche perché si inserisce all’interno della ciclovia Monaco-Venezia.

La vice presidente della Provincia di Belluno, Lucia Da Rold, intervenendo all’inaugurazione della ciclabile Ponte nelle Alpi-Soverzene, recuperata dopo i danni da maltempo di Vaia e del 2019, che avevano cancellato parte del tracciato, ha affermato: «Le piste ciclabili sono un’infrastruttura importantissima e anche un simbolo. Sono importanti perché aprono il nostro territorio al cicloturismo e simboleggiano la capacità di fare rete tra Comuni e amministrazioni, perché costruire tratti ciclabili senza interconnetterli non serve a niente».

«Per completare il percorso e garantire la massima sicurezza ai ciclisti, serve ora la passerella sul Piave, perché il ponte di Soverzene, a senso unico alternato, non è adatto», ha sottolineato la vicepresidente Da Rold. «La Provincia ha stanziato 1 milione di euro per questo intervento, che al momento è in fase di progettazione. Un investimento importante che si inserisce da un lato nelle politiche di mobilità alternativa e sostenibile che l’amministrazione pubblica di un territorio di valenza Unesco deve portare avanti; dall’altra va nella direzione di promuovere sempre di più il cicloturismo, settore in grande espansione che permette di fruire della natura e del paesaggio dei luoghi».

Dalla Provincia un milione per realizzare la nuova passerella sul Piave.

http://example.comnews-8808.atom Associazione Casel de Celarda - CONCERTI D'ESTATE 2022 - 2022-07-04T08:17:22+02:00 2022-07-04T08:34:47+02:00 Artisti: Paola Crema, soprano e Deniel Perer, clavicembalo

SABATO 9 LUGLIO 2022
Artisti: Paola Crema, soprano Deniel Perer, clavicembalo
Musiche di Monteverdi, Legrenzi, Vivaldi, Purcell, Bach, Handel, Mozart e altri.

SABATO 16 LUGLIO 2022
Artisti: Paola Crema, soprano Deniel Perer, clavicembalo
Musiche di Bach, Scarlatti, Galuppi e altri.

Our mailing address is:   Associazione Casel de Celarda   Via Celarda, 41   Feltre, Bl 32032   Italy

http://example.comnews-8807.atom Valanga in Marmolada: 8 persone ferite e 5 senza vita - 2022-07-03T08:13:00+02:00 2022-07-04T08:15:50+02:00 Rocca Pietore (BL), 03 - 07 - 22

È purtroppo ancora provvisorio il bilancio delle vittime e dei feriti, a seguito del distacco del seracco dalla calotta sommitale del ghiacciaio della Marmolada, sotto Punta Rocca. Una valanga di neve, ghiaccio e roccia che nel suo passaggio ha coinvolto anche il percorso della via normale, mentre vi si trovavano diverse cordate, alcune travolte. Al momento sono stati recuperati 8 feriti - 2 trasportati all'ospedale di Belluno, uno più grave a Treviso, 5 a Trento - e purtroppo 5 persone sono state rinvenute senza vita. Non si sa ancora il numero definitivo di alpinisti coinvolti. Per il rischio di nuovi distacchi, l'elicottero di Trento sta provvedendo alla bonifica dell'area con la Daisy Bell e scongiurare così il più possibile il pericolo per gli operatori. Sul posto gli elicotteri del Suem di Pieve di Cadore, di Dolomiti Emergency di Cortina, di Trento, della Protezione civile della Regione Veneto, dell'Air service center e le stazioni del Soccorso alpino bellunese e trentino.

Sono sei le vittime accertate della valanga. Diciotto persone sono state fatte evacuare dalla cime di Punta Rocca e sono state fatte rientrare tutte quelle che si trovavano più in basso. Al momento si stanno verificando le auto parcheggiate per cercare di capire se e quanti manchino ancora all'appello. La Marmolada è interdetta al pubblico al momento. Alle 18.30 si terrà una conferenza stampa a Canazei per fare il punto della situazione. Un elicottero con a bordo personale dell'Arpav e del Soccorso alpino sta effettuando una ricognizione dall'alto.

http://example.comnews-8806.atom Bimba si infortuna all'Eremo dei Romiti - 2022-07-03T08:12:00+02:00 2022-07-04T08:13:43+02:00 Domegge di Cadore (BL), 03 - 07 - 22

Attorno alle 13 il Soccorso alpino del Centro Cadore è stato attivato per una bimba di 8 anni di Vittorio Veneto (TV), che si era fatta male a un braccio, mentre si trovava nei pressi dall'Eremo dei Romiti. Una squadra è salita in fuoristrada e ha provveduto a stabilizzare il braccio della bambina, a seguito di una possibile frattura riportata. La bimba e il papà sono quindi stati accompagnati in località Navarre, da dove si sono recati autonomamente al pronto soccorso.

http://example.comnews-8802.atom CORTINA - Ha preso servizio il secondo elicottero del Suem - 2022-07-03T08:09:25+02:00 2022-07-03T08:20:17+02:00 Sarà attivo in luglio e agosto, avrà base a Fiames di Cortina e oggi ha già compiuto la sua prima missione di soccorso a Malga Ombretta, ai piedi della Marmolada.

Ha preso servizio, dall’elisuperficie di Fiames a Cortina, dove ha la sua base, il secondo elicottero a servizio della Centrale Suem 118 dell’Ulss Dolomiti per i mesi di luglio e agosto per interventi di emergenza-urgenza. Si chiama Delta Echo ed è un airbus 145 a 5 pale che garantisce un ottimo comfort per pazienti e soccorritori. Sarà in servizio 7 giorni su 7, per 12 ore al giorno e sarà attivato in caso di necessità dalla Centrale operativa Suem 118 che ha la regia dei soccorsi via terra e via aria.
Il progetto sperimentale di un secondo elicottero è nato da un’idea di Dolomiti Emergency che ne garantisce la sostenibilità economica insieme alla Regione Veneto. L’idea si è concretizzata grazie alla sinergia con il Centro regionale emergenza urgenza (Creu), l’Ulss Dolomiti e il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi.

E' stata firmata una convenzione per la disciplina dei rapporti tra i vari enti che contribuisco a rendere operativa questa sperimentazione. Oggi è stato dato l’avvio ufficiale dell’attività alla presenza dei vertici di Creu, Ulss Dolomiti, Dolomiti Emergency e Soccorso Alpino e dei rappresentanti del Comune di Cortina.
Da tutti è stato espresso un appello alla prudenza per chi sceglie di vivere le vacanze nelle nostre montagne, per non mettere a repentaglio se stessi e i soccorritori.

Non appena finita la piccola cerimonia di avvio ufficiale dell'attività, Delta Echo è subito decollato per la sua prima missione a seguito della richiesta di aiuto dalla base della Marmolada per la gestrice di Malga Ombretta, 65 anni, di Rocca Pietore, che a causa di una caduta lamentava dolori alla schiena. L’elicottero è atterrato a Pian Ombretta e ha sbarcato il personale medico e il tecnico di elisoccorso che hanno valutato le condizioni della donna e, dopo averla caricata a bordo, l’hanno accompagnata all’ospedale di Agordo per gli accertamenti del caso.

http://example.comnews-8805.atom Perdono il sentiero, ritrovate madre e figlia - 2022-07-03T08:08:00+02:00 2022-07-04T08:12:31+02:00 Roana (VI), 03 - 07 - 22

Passato da poco mezzogiorno, la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Asiago, per madre e figlia, di 51 e 17 anni, di Arzignano (VI), che avevano perso il sentiero nella zona del Forte Corbin a Tresché Conca e non sapevano più dove si trovavano. 

Le due escursioniste stavano percorrendo assieme al loro cagnolino il sentiero numero 804, quando se ne erano allontanate iniziando a scendere nel bosco. Una volta geolocalizzata la loro posizione e aver trasferite le coordinate ai soccorritori, una squadra ha imboccato il sentiero in località Mantovani e lo ha seguito per poi cominciare la discesa e raggiungere madre e figlia 300 metri di dislivello più sotto. I soccorritori, orientandosi tra le trincee della Guerra, sono quindi risaliti assieme a loro e sono tornati sul sentiero, per poi arrivare alle macchine e riaccompagnarle a Tresché Conca.

http://example.comnews-8804.atom Soccorso pescatore sul Cordevole - 2022-07-03T08:06:00+02:00 2022-07-04T08:08:31+02:00 Alleghe (BL), 03 - 07 - 22

Questa mattina alle 8.15 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Alleghe, per intervenire in supporto all'ambulanza, a seguito dell'infortunio di un pescatore, che stava partecipando a una gara di pesca lungo il Cordevole, in località Saviner. Poiché quel tratto del greto è fiancheggiato da un'alta scogliera, dopo aver raggiunto M.C., 62 anni, di Cencenighe (BL), che aveva riportato un probabile trauma alla ginocchio, i soccorriori, dopo avergli prestato le prime cure, lo hanno trasportato dall'altra parte del torrente in un punto dove è potuta arrivare l'ambulanza, che lo ha caricato a bordo per accompagnarlo all'ospedale.

http://example.comnews-8803.atom Parte col l'e-bike da Cortina e si perde in Val Fogarè, recuperato ieri sera - 2022-07-03T08:03:00+02:00 2022-07-04T08:06:45+02:00 Sedico (BL), 03 - 07 - 22

Escono per una semplice perdita di orientamento sopra la statale agordina e si trovano a dover affrontare tutt'altro intervento. Ieri verso le 19 il Soccorso alpino di Belluno è stato attivato dalla Centrale del Suem, per un ciclista tedesco illeso, che non sapeva più dove si trovava ed era bloccato con la sua mountain bike. Dalla posizione ricevuta e passata alla squadra in uscita, risultava essere una cinquantina di metri sopra le case della statale agordina, dopo la grande curva che esce da Peron di Sedico all'imbocco della valle. I soccorritori hanno quindi preso una vecchia strada romana pensando di incrociarlo dopo poco, ma, una volta sul punto, non lo hanno trovato. Tramite cellulare hanno tentato di capire dove fosse, dopo averlo chiamato a voce senza ricevere risposta. Tra i vari tentativi di risalire a una posizione più precisa, tramite un messaggio Whatsapp è poi risultato che in realtà era più a nord dalla parte opposta della vallata, di fronte alla Stanga, all'interno della Val Fogarè. Facendo arrivare altri soccorritori di rinforzo, il fuoristrada è tornato indietro per avvicinarsi da San Gottardo sull'altro versante, trovando la sbarra chiusa sui prati di Salet. Nell'attesa che venisse aperta, ormai prossimo il buio, dopo aver ricevuto dall'uomo, un 53enne di Wallersdorf, alcune foto che confermavano la zona nei Monti del Sole, tre soccorritori si sono fatti accompagnare davanti alla Stanga, in un tratto dove le acque del Cordevole sono più basse, e hanno guadato il torrente. Entrati poi nella Val Fogarè, la squadra ha salito 200 metri di dislivello lungo tracce incerte e scarsamente segnalate, finché lo ha trovato. A questo punto l'uomo ha chiesto ai soccorritori di aiutarlo a recuperare la bici e li ha quindi guidati fino in fondo alla valle, lungo una traccia esposta, ripida, in discesa verso il greto. Quando si sono trovati di fronte alla pesante bici elettrica, i soccorritori non hanno potuto far altro che smontare la batteria, caricarsi ognuno una parte e percorrere a ritroso il sentiero. Ritornati sul Cordevole all'altezza di Candaten, un soccorritore è tornati verso Salet a recuperare la jeep, in tre hanno nuovamente attraversato il torrente assieme all'uomo e alla sua bicicletta. Tornati sulla statale, sono stati caricati a bordo e trasportati fino alla Stanga passate le 23. Ringraziamo i gestori del ristorante rimasto aperto appositamente, che hanno offerto ristoro ai soccorritori. L'uomo, dopo aver rifiutato di essere accompagnato in ospedale per accertamenti, si è fermato alla Stanga. Partito al mattino in bicicletta con l'intenzione di raggiungere Feltre, dopo essere sceso da Alleghe e aver superato Agordo, aveva deciso di prendere la Strada degli ospizi, uno dei sentieri tematici del Parco, probabilmente pensando a una variante. Dal sentiero però, forse seguendo dei segnali rossi e gialli più evidenti che portano all'interno, si era perso dentro la Val Fogarè.

http://example.comnews-8801.atom Filarmonica di Belluno 1867 - Giochi in musica - Estate 2022 - 2022-07-03T07:55:03+02:00 2022-07-03T08:09:22+02:00 Giochi in musica - Anche per l'estete 2022, la Filarmonica di Belluno organizza lezioni gratuite e aperte dedicate ai bambini di età compresa tra i 4 e i 7 anni.

Di cosa si tratta - Sotto la supervisione di insegnati specializzati in didattica musicale infantile, i bambini saranno introdotti nel magico mondo della musica attraverso una serie di giochi di riconoscimento dei suoni, esercizi ritmici e di movimento, canti per una prima intonazione delle note.

Dove e quando
Sede di Belluno, Parrocchia di Cavarzano alle ore 17.00 (in caso di maltempo gli incontri si terranno alla biblioteca della parrocchia in via Bortolo Castellani 1.
- 6 luglio, - 13 luglio, - 20 luglio, - 27 luglio, ore 17

Sede di Limana, Parco Sampoi alle ore 17.00 (in caso di maltempo gli incontri si terranno presso la sala centro sociale "Col del Sole" in via Salvo d'Acquisto 52-7, Limana).
- 22 luglio, - 29 luglio, - 5 agosto, - 12 agosto, ore 17

Sede Alpe del Nevegal, Camping Nevegal alle ore 17.00 (in caso di maltempo gli incontri si terranno presso la struttura coperta del Camping Nevegal).
- 4 luglio, - 11 luglio, - 18 luglio, - 25 luglio, ore 17

Sede di Pieve di Cadore, Parco Roccolo alle ore 17.00 (in caso di maltempo gli incontri si terranno presso il museo dell'occhiale in via Arsenale 15, Pieve di Cadore).
- 12 agosto, - 19 agosto, ore 17

Info e iscrizioni:  info@filarmonicabelluno.it o 340 3300632.

----------------------------------------------------------------------

Our mailing address is:   Filarmonica di Belluno 1867   c/o Auditorium, Piazza Duomo   Belluno, BL 32100   Italy

http://example.comnews-8795.atom Invito concerto pianistico 8 luglio ore 17.45 a Palazzo Fulcis - 2022-07-02T09:55:12+02:00 2022-07-02T10:01:11+02:00 Va in scena il Romanticismo

Il concerto pianistico è organizzato in collaborazione con l'Associazione Cimbri del Cansiglio a Palazzo Fulcis.

Non serve prenotazione.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

http://example.comnews-8794.atom Un luglio di sorprese a Feltre - 2022-07-02T08:51:29+02:00 2022-07-02T09:55:08+02:00 Luglio si apre a Feltre con tante nuove iniziative e proposte per tutte le età e per tutti i gusti. Ne raccontiamo alcune e, altre, le sveleremo nelle prossime settimane.

IL SENSO DEL LIMITE. INCONTRO CON ALBERTO PELLAI - Trasgressione, libertà e autonomia in preadolescenza e adolescenza - Sabato 9 luglio ore 18.00, Museo Diocesano Belluno Feltre - Iniziativa realizzata con il sostegno di Fondazione Cariverona.
Quanto conta la percezione del limite all’interno della relazione tra genitori e figli? E più in generale come gli adulti possono sostenere la crescita di preadolescenti e adolescenti consentendo a loro di “allenarsi alla vita” senza al tempo stesso aderire a comportamenti a rischio? Una conversazione con Alberto Pellai per affrontare un “classico” dell’educazione – ovvero l’educazione al limite – che rappresenta però un bisogno attualissimo e contemporaneo per tutti.
Alberto Pellai - Medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Bio-Mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove si occupa di prevenzione in età evolutiva. È autore di molti bestseller per genitori, educatori e ragazzi, tra i quali “Tutto troppo presto”  (2015), “Girl R-evolution” (2016). Con Barbara Tamborini ha scritto “I papà vengono da Marte, le mamme da Venere” (2016), “L’età dello tsunami” (2017), “Il  primo bacio” (2019), “La bussola delle emozioni” (2019), “Tabù. Come parlare ai bambini dei temi più difficili attraverso l’educazione emotiva” (2020). Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito della Sanità pubblica”.
Evento gratuito con numero di posti limitato. Per partecipare: le iscrizioni aperte lunedì 27 giugno e i biglietti sono attualmente esauriti. Se siete interessati a partecipare vi suggeriamo di inserirvi comunque in lista di attesa: nel caso di cancellazioni vi verrà data segnalazione e potrete dare conferma di partecipazione.
L'evento sarà registrato integralmente e sarà visibile dai giorni successivi sulla pagina Youtube di VisitFeltre e sui canalipodcast VisitFeltre
PER INSERIRTI IN LISTA D'ATTESA CLICCA QUI

LABORATORI GRATUITI DI ABILITA' SOCIO EMOTIVE - Un percorso per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni
Come aiutare bambini e ragazzi a essere più consapevoli delle loro emozioni?
Che strategie e tecniche possono usare per gestire l’ansia?
Come si riconosce e risponde alle prevaricazioni sociali?
Sono alcune delle questioni al centro dei percorsi gratuiti per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni che abbiamo organizzato a Feltre e Borgo Valbelluna con il Contributo di Fondazione Cariverona.
Ogni martedì e giovedì dalle 15 alle 17.30 verranno proposte attività finalizzate a favorire il benessere emotivo e a potenziare le abilità relazionali.
Gli obiettivi dei due percorsi sono molteplici: aumentare la consapevolezza emotiva, stimolare le abilità di mentalizzazione, aumentare la consapevolezza sulla risposta d’ansia e apprendere tecniche per gestirla, sviluppare abilità di problem solving sociale, imparare a riconoscere e rispondere alle prevaricazioni, aumentare le abilità pro-sociali.
La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi. Per info e per riservarsi un posto: 346.9543366   spazio.label@cssa.it 
CLICCA QUI PER ALTRE INFORMAZIONI

DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO: - IL DOPOSCUOLA PER I RAGAZZI DELLE MEDIE CONTINUA!
Ancora posti disponibili per le proposte educative estive della cooperativa sociale Sumo dedicate a ragazze e ragazzi con Disturbi Specifici di Apprendimento o Bisogni Educativi Speciali frequentanti la Scuola secondaria di 1° grado.
Dal lunedì al venerdì dal 4 al 15 luglio dalle 8.30 alle 12.30 a Palazzo Borgasio si svolgeranno attività ludico-aggregative e di aiuto compiti.
La partecipazione è gratuita, ma è necessaria l' iscrizione fce.doposcuola@sumoonline.it. Ulteriori informazioni al numero 333 1778283.

TESORI DI CARTA E INCHIOSTRO - La mostra delle Cinquecentine della Biblioteca Storica di Feltre si prolunga fino a sabato mattina!
Resterà aperta fino al 2 luglio la mostra "Tesori di carta e inchiostro", allestita presso il Polo Bibliotecario Feltrino. L'esposizione permette di ammirare alcuni tra i tesori della Biblioteca Storica. Si tratta di dieci Cinquecentine, tre stampate da Giunti e ben sette dai Manuzio, e che testimoniano – anche in ambito feltrino – la sfida che contrappose questi due grandi protagonisti della storia della stampa in Italia.
E' possibile accedervi negli orari di apertura della Biblioteca.
CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU' SULLA MOSTRA

Mostra dell'artigianato di Feltre - Feltre, 30 giugno - 3 luglio
Creatività e maestria artigiana tornano in mostra a Feltre! La cittadella rinascimentale apre i suoi palazzi per accogliere le eccellenze italiane dell’artigianato. Sarà l’occasione per vedere dal vivo come nascono creazioni in legno, ferro, stoffa, vetro, pietra e l’elenco potrebbe continuare. Non solo: si potranno scoprire angoli scorci e tesori del centro storico, che come da tradizione in questa occasione si mostra in alcuni dei suoi aspetti più suggestivi.
Vi segnaliamo anche che in occasione della Mostra dell'Artigianato il Museo Civico Archeologico e la Galleria d'arte moderna Carlo Rizzarda saranno aperti dal 1° al 3 luglio 10.30-12.30 e 14.30-22.00
Il programma della Mostra:
Venerdì 1 luglio

>  Ore 10.00 apertura stand espositivi
>  Dalle 10.00 alle 23.30 in Largo Castaldi Concorso forgiatura e simposio di scultura su legno in Centro Storico
>  Dalle 15.00 apertura stand commerciali in Largo Castaldi
>  Dalle 19.00 intrattenimento musicale in PIazza Trento e Trieste
>  Dalle 20.00 Cori di Montagna in PIazza Maggiore – rassegna “Sul Pajon”
>  Ore 20.30 Davide Pegoraro, lo scrittore del Grappa: “La guerra di Battista”, Sala degli Stemmi
>  Ore 23.00 chiusura stand
Sabato 2 luglio
>  Ore 10.00 apertura stand espositivi
>  Dalle 10.00 alle 23.30 in Largo Castaldi Concorso forgiatura e simposio di scultura su legno in Centro Storico
>  Ore 16.30 premiazione alunni meritevoli Scuola Edile di Belluno presso Sala degli Stemmi
>  Dalle 19.00 intrattenimento musicale in Piazza Trento e Trieste
>  Ore 20.30 Concerto Coro Vocincanto – Quando le cime (Museo Diocesano)
>  Ore 21.00 Spettacolo in Piazza Maggiore, concerto di musica Jazz. A seguire dall’Expo di Dubai l’installazione musicale “Sky Piano”
>  Ore 23.00 chiusura stand
Domenica 3 luglio
>  Ore 10.00 apertura stand espositivi
>  Dalle 9.00 alle 12.0 in Largo Castaldi Concorso forgiatura
>  Dalle 10.00 alle 15.00 simposio di scultura su legno in Centro Storico
>  Ore 17.00 proclamaz. vincitori premio Carlo Rizzarda e Concorso di forgiatura. Segue: premiazione partecipanti al simposio di scultura su legno
>  Ore 18.00 Cerimonia di chiusura della 36^ Mostra dell’Artigianato e chiusura della manifestazione in occasione del centenario del CAI di Feltre.
>  Ore 21.00 chiusura stand.
Tutti i giorni dimostrazioni dal vivo di lavorazioni su vetro, cartapesta, tessitura e ceramica.
CLICCA QUI PER ALTRE INFO

XXII SETTIMANA NAZIONALE DELL'ESCURSIONISMO - Feltre, 26 giugno - 3 luglio 2022
Un’intera settimana di trekking, escursioni, canyoning, cicloescursionismo, mostre, convegni, musei.

MOSTRE - Mostra dell'artigianato artisticowww.mostraartigianatofeltre.it
Biglietto di entrata alla mostra (riservato a soci CAI su presentazione tessera)
    – per una giornata € 3,00 anzichè € 5,00
    – cumulativo per ven-sab-dom, € 6,00

CONCERTI - concerto Coro Vocincanto - Sabato 2 luglio ore 20.30

CONVEGNI - prima visione del film "CALL OF THE DOLOMITES" di Gian Domenico Ceccato - Venerdì 1 luglio ore 18.00
Presentazione di Outodooractive.com, una tra le più importanti piattaforme web europee a disposizione dell’escursionista a piedi, in bicicletta, d’estate e d’inverno. Scopri un nuovo modo di vivere la montagna

Visite guidate alla Città di Feltre
>  Domenica 26 giugno ore 15.30. Misteri al Santuario, passeggiata culturale alla scoperta di luoghi, segreti e aneddoti di uno dei luoghi sacri più          suggestivi dell'alto Veneto. Punto di ritrovo: località Anzù (3 km da Feltre), parcheggio a inizio salita per il santuario.
>  Mercoledì 29 giugno ore 16.00. Fusioni d'autore: ferro, vetro e fuoco nell'arte e nell'artigianato feltrino. Visita alla Galleria Rizzarda con sorpresa        Prenotazioni: Ufficio Turistico, Piazza Maggiore, 21 Feltre, tel. 0439 2540. Punto di ritrovo: Piazza Maggiore davanti ufficio turistico (1)
>  Domenica 3 luglio ore 10.00. Feltria e le sue pietre parlanti. Viaggio nel passato di una città di pietra, ferro e legno ai piedi delle Dolomiti (1)
    Prenotazioni: Ufficio Turistico, Piazza Maggiore, 21 Feltre, tel. 0439 2540. Punto di ritrovo: sagrato duomo di Feltre.
(1) Visita a pagamento: durata 2 ore, minimo 10 persone, euro 5,00 a persona.
CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU'

UN'ESTATE DI GRANDI SPETTACOLI
 

Max Gazzè, Marco e pippo, Edoardo Bennato: tre grandi spettacoli per un'estate feltrina che promette di essere ricca di sorprese per tutti i gusti!
Max Gazzè in Piazza Maggiore venerdì 29 luglio: https://www.visitfeltre.info/evento/max-gazze-tour-2022/
Marco e Pippo al PalaFeltre venerdì 19 agosto: https://www.visitfeltre.info/.../marco-e-pippo.../
Edoardo Bennato in Piazza Maggiore giovedì 25 agosto 2022 www.visitfeltre.info/evento/concerto-in-piazza-maggiore-a-feltre/

VIENI AL MUSEO! IN OMAGGIO CON LA CARD TOTEM LA NUOVA GUIDA DI FELTRE
Come si viveva a Feltre nei secoli scorsi?
Dove mangiavano, come si difendevano dai nemici, come vivevano i feltrini del tempo?
Cosa ci dicono di loro i tesori d'arte e storia conservati in città tra musei, strade e piazze?
Abbiamo provato a raccontarlo nella nuova guida "Feltre. Un viaggio nel tempo, nella città e nella sua storia": 144 pagine con tante nptizie, curiosità anche inedite. foto spettacolari.
Come fare per averla? E' il regalo che Feltre fa a chi acquista il biglietto unico di ingresso ai suoi musei, alle prigioni e alle Torri.

LO SAPEVI? - VISITFELTRE E' ANCHE PODCAST!
Ci trovi su tutti i principali canali: Google Podcast, Podbean, Spotify, Azon music, Pandora, Alexa, iHeartRadio, Player FM,Ascolta note, Samsung, Podchaser.

SIETE RIMASTI SENZA LIBRI DA LEGGERE? - Nessuna paura! - Continua ad essere attivo il servizio di prestito digitale GRATUITO, che riguarda libri ma anche giornali, riviste, video, audiolibri e musica. Li potete scaricare direttamente sul vostro tablet, PC o smartphone ed è un servizio completamente gratuito. L'unico requisito è avere la tessera della biblioteca, anche questa gratuita. Se non la possedete potete richiederla scrivendo una mail alle bibliotecarie. 
CLICCA QUI PER IL TUTORIAL SU COME CHIEDERE UN PRESTITO DIGITALE

Our mailing address is:  VisitFeltre  Via Luzzo, 10  Feltre, Belluno 32032  Italy

http://example.comnews-8800.atom Malore in Rifugio - 2022-07-02T07:53:00+02:00 2022-07-03T07:54:55+02:00 Val di Zoldo (BL), 02 - 07 - 22

Alle 18.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sonino al Coldai, per un'escursionista che si era sentita male, probabilmente per un colpo di calore. La 55enne di San Fior (TV), è stata valutata dal medico, per essere poi imbarcata e trsportata all'ospedale di Belluno per gli opportuni approfondimenti.

http://example.comnews-8799.atom Altri interventi sulle montagne bellunesi - 2022-07-02T07:46:00+02:00 2022-07-03T07:53:39+02:00 Belluno, 02 - 07 - 22

Alle 14.40 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sulle Marmarole, nel territorio di Autonzo di Cadore (BL), precisamente all'altezza della Forcella del Mescol, dove, in un tratto ripido e scosceso, si trovava un turista tedesco bloccato da una crisi di panico. M.H., di 32 anni, che stava percorrendo da solo il sentiero, non era infatti più in grado di proseguire, né di tornare sui propri passi nel punto esposto. Sbarcato in hovering nelle vicinanze, il tecnico di elisoccorso lo ha raggiunto e aiutato a spostarsi fino al luogo dell'imbarco. L'escursionista è stato poi lasciato a Palus San Marco. Successivamente l'elimbulanza è stata dirottata nel Gruppo del Bosconero, Val di Zoldo, per una cordata in difficoltà. Durante la calata dalla Via Strobel sulla Rocchetta di Bosconero, un alpinista, P.B., 60 anni, di Mareno di Piave (TV), era rimasto sospeso nel vuoto a circa 50 metri da terra, mentre il compagno era fermo in sosta 60 metri più sopra. Ci sono voluti 94 metri di verricello per calare il tecnico di elisoccorso all'altezza dello scalatore, lontano 5 metri dalla parete, che, una volta agganciato, è stato svincolato dalle corde e issato a bordo. L'elicottero ha poi recuperato anche il compagno in sosta. Entrambi sono stati lasciati al Rifugio Bosconero. Alle 15 circa era scattata un'altra emergenza per una turista tedesca colta da malore nei pressi del Lago Fosses a Cortina. Atterrati poco distante, equipe medica e tecnico di elisoccorso dell'eliambulanza di Dolomiti Emergency hanno valutato le condizioni della donna, che è stata imbarcata e trasportata all'ospedale di Belluno per i dovuti accertamenti.

http://example.comnews-8798.atom Incidente mortale con la mountain bike - 2022-07-02T07:44:00+02:00 2022-07-03T07:46:06+02:00 Enego (VI)  02 - 07 - 22

Poco prima di mezzogiorno e mezza la Centrale del 118 è stata allertata per un grave incidente in mountain bike, accaduto lungo una strada forestale in località Valmaron. Un 63enne di Bassano del Grappa (VI), che la stava percorrendo assieme a un amico, non si era infatti accorto di una doppia delimitazione con il filo spinato. Inevitabile l'impatto, per cui era stato sbalzato al di sopra del reticolato, finendo 4 metri oltre e sbattendo violentemente al suolo. Il compagno aveva subito dato l'allarme tentando di rianimarlo sino all'arrivo dei soccorsi. Sbarcati con il verricello a una ventina di metri di distanza, equipe sanitaria e tecnico di elisoccorso dell'elicottero di Treviso emergenza hanno raggiunto l'uomo, ma purtroppo non è restato altro che constatarne il decesso, dovuto ai gravi traumi riportati. Sul posto i Carabinieri e una squadra del Soccorso alpino di Asiago che, ottenuto dalla magistratura il nulla osta per la rimozione, hanno imbarellato la salma e la hanno trasportata fino alla strada, per poi affidarla al carro funebre.

http://example.comnews-8797.atom Interventi in montagna - 2022-07-02T07:43:00+02:00 2022-07-03T07:44:47+02:00 Belluno, 02 - 07 - 22

Questa mattina alle 9.20 circa la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Agordo, a seguito della chiamata della sorella di un 22enne di Voltago Agordino (BL), che mancava da casa al momento del risveglio della famiglia. Mentre partiva la ricerca nella zona attorno a Frassenè, da parte dei soccorritori, dei Carabinieri e dei Vigili del fuoco, fortunatamente un amico lo ha rintracciato poco distante in un tabià e l'allarme è rientrato. Alle 11.15 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato dalla Centrale del Suem a Tambre, lungo il sentiero numero 926 che sale verso il Rifugio Semenza, in quanto un escursionista trevigiano, G.Z., di 73 anni, era caduto facendosi male, l'allarme lanciato da alcuni passanti che erano poi usciti dal bosco per farsi individuate dall'equipaggio in arrivo. Sbarcati in hovering, equipe medica e tecnico di elisoccorso sono scesi per circa 200 metri e hanno prestato le prime cure all'uomo, per possibili traumi alla spalla e alla colonna. Recuperato con un verricello di 30 metri, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Belluno. Poco dopo è scattato l'allarme per un escursionista colpito alla caviglia da un sasso caduto dall'alto, mentre con due compagni si stava percorrendo il Sentiero degli alpini verso l'attacco della Ferrata del Giau della Tana, sulle Marmarole, nel comune di Calalzo di Cadore. C.P., 51 anni, di San Vito di Cadore (BL), è stato raggiunto da medico, infermiere e tecnico di elisoccorso, sbarcati in hovering nelle vicinanze dall'eliambulanza di Dolomiti Emergency. Prestate le prime cure, l'uomo è stato issato a bordo con un verricello di 20 metri e accompagnato all'ospedale di Cortina. Subito dopo l'elicottero di Cortina è stato dirottato sopra l'abitato di Venas di Cadore. Mentre stava guidando in compagnia lungo una strada sterrata infatti, un uomo era stato punto da un insetto, iniziando a manifestare sintomi da shock anafilattico e riuscendo a fermare l'auto. Calati con una trentina di metri di verricello, equipe medica e tecnico di elisoccorso lo hanno preso in carico e assistito, per poi caricarlo a bordo e portarlo all'ospedale di Cortina per le verifiche del caso. 

http://example.comnews-8796.atom Recuperato escursionista incrodato in Tofana - 2022-07-02T07:39:00+02:00 2022-07-03T07:43:21+02:00 Cortina d'Ampezzo (BL), 02 - 07 - 22

Verso le 9.20 la Centrale del Suem è stata allertata da un escursionista che, partito dal Rifugio Giussani per raggiungere la cima della Tofana di Rozes, lungo la normale aveva perso la traccia spostandosi sempre più verso sinistra, fino a rimanere incrodato, impossibilitato a tornare sui propri passi. In aiuto di A.D.F., 59 anni, di Vodo di Cadore (BL), è intervenuto l'elicottero di Dolomiti Emergency di Cortina. Una volta individuato a circa 3mila metri di quota, il tecnico di elisoccorso lo ha recuperato con un verricello di 30 metri. L'uomo, che era illeso, è stato lasciato al Giussani.

http://example.comnews-8793.atom Punta da un insetto, soccorsa escursionista - 2022-07-01T08:50:00+02:00 2022-07-02T08:51:22+02:00 Val di Zoldo (BL), 01 - 07 - 22

Questa mattina l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto alle pendici del Castelaz dove un'escursionista si era sentita male a seguito della puntura di un insetto. Non senza difficoltà nell'individuazione in mezzo al bosco, B.F., 65 anni, di Casier (TV), è stata individuata, anche grazie alle indicazioni di un volontario del Soccorso alpino della Val di Zoldo sul posto, imbarcata e trasportata all'ospedale di Belluno. 

http://example.comnews-8792.atom Soccorso infortunio a Malga Ombretta - 2022-07-01T08:48:00+02:00 2022-07-02T08:50:09+02:00 Rocca Pietore (BL), 01 - 07 - 22

Primo intervento per l'elicottero di Dolomiti Emergency a Fiames, a seguito della richiesta di aiuto per la gestrice di Malga Ombretta, 65 anni, di Rocca Pietore (BL), che a seguito di una caduta lamentava dolori alla schiena. Atterrati a Pian Ombretta, personale medico e tecnico di elisoccorso hanno valutato le condizioni della donna e, dopo averla caricata a bordo, la hanno accompagnata all'ospedale di Agordo per gli accertamenti del caso.

http://example.comnews-8791.atom Soccorsa amazzone caduta da cavallo - 2022-07-01T08:47:00+02:00 2022-07-02T08:48:26+02:00 Bosco Chiesanuova (VR), 01 - 07 - 22

Attorno alle 13.20 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato per una donna caduta da cavallo nella zona di Malga Lessinia, i cui compagni si erano spostati verso Fontana degli alpini per dare l'allarme. Dopo aver imbarcato una squadra, l'elicottero di Verona emergenza si è portato nelle vicinanze di Grietz, dove S.C., 50 anni, di Valdastico (VI), era stata accompagnata da alcuni passanti, e la ha recuperata per trasportarla all'ospedale di San Bonifacio per verificare i possibili traumi riportati. 

http://example.comnews-8790.atom Scivola sul sentiero nel Vallone Osanna - 2022-07-01T08:42:00+02:00 2022-07-02T08:47:07+02:00 Ferrara di Monte Baldo (VR), 01 - 07 - 22

Ieri alle 18.40 è scattato l'allarme per una escursionista scivolata nel Vallone Osanna, lungo il sentiero numero 657, che stava percorrendo in discesa assieme al marito dal Rifugio Telegrafo verso Novezzina. Tre soccorritori sono partiti da Verona, due da Rivoli. All'inizio sembrava che la donna avesse riportato un trauma alla caviglia, ma poi il marito ha ricontattato il 118 dicendo che le conseguenze potevano essere più gravi e che la moglie lamentava dolori al bacino. È quindi stato fatto arrivare l'elicottero di Trento emergenza. Ottenuta la posizione tramite l'applicazione di geolocalizzazione, l'eliambulanza ha individuato e recuperato la donna con il verricello. Trasportata a valle, le condizioni dell'infortunata sono state approfondite dall'equipe medica. Con l'aiuto dei soccorritori è stata quindi caricata a bordo e trasportata all'ospedale di Trento.

http://example.comnews-8789.atom ALPAGO e VALBELLUNA - Premiata la qualità dell’acqua dei laghi del Mis e di Santa Croce - 2022-07-01T07:40:36+02:00 2022-07-01T07:56:46+02:00 Presentati i dati delle analisi microbiologiche e consegna delle Vele di Legambiente e Touring Club Italiano: 5 Vele al Lago del Mis (vertice nazionale) e 4 Vele al Lago di Santa Croce

Parte dal Bellunese «Goletta dei Laghi 2022», la campagna di Legambiente in difesa delle acque dei bacini lacustri italiani, giunta alla sua 17esima edizione. Tre, in totale, i campioni di acqua prelevati quest’anno da un team di tecnici e volontari nel Lago di Santa Croce e, per la prima volta, nel Lago del Mis: sottoposti ad analisi microbiologiche, tutti quanti sono risultati entro i limiti di legge previsti dalla normativa vigente in Italia sulle acque lacustri.
I risultati dei rilievi sono stati resi noti durante la conferenza stampa tenutasi nell’area ristoro di Pian Falcina, in Valle del Mis, in comune di Sospirolo. Sono intervenuti Emilio Bianco, portavoce di «Goletta dei Laghi» di Legambiente; Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto; Mario De Bon, sindaco di Sospirolo; Alberto Peterle, sindaco di Alpago; Anna Favero, direttrice del dipartimento di Belluno dell’Arpav; Ennio Vigne, presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi; Gianpaolo Bottacin, assessore all’Ambiente della Regione Veneto.
L’evento è stato occasione per consegnare «Le Vele» di Legambiente e Touring Club Italiano ai laghi di Santa Croce e del Mis, rispettivamente meritevoli per il 2022 delle 4 e delle 5 Vele: un vessillo che è un riconoscimento della qualità ambientale e dei servizi offerti nelle località premiate.

«Da ormai 17 anni giriamo per i laghi italiani denunciando le criticità del territorio: mancata depurazione, scarichi illegali, presenza di microplastiche e cementificazione selvaggia sono come sempre al centro delle attività della Goletta dei Laghi», ha spiegato Emilio Bianco. «Per il primo anno siamo sul Lago del Mis, un posto incantevole ai piedi delle Dolomiti che, come tutti gli invasi, si trova proprio nell’ultimo periodo al centro del dibattitto pubblico per via del terribile periodo di siccità che stiamo vivendo. Si sente parlare sempre più della creazione di nuove dighe e laghi artificiali, tuttavia non si parla mai di risolvere i problemi a monte. Dobbiamo iniziare ad agire sugli sprechi, che nel nostro Paese sono all’ordine del giorno, a partire dalle numerosissime irrigazioni a pioggia dei grandi appezzamenti agricoli fino all’assurdo spreco causato da una rete idrica colabrodo: perdiamo sistematicamente un terzo dell’acqua immessa e questo è davvero inaccettabile. A Belluno, nello specifico, come abbiamo rilevato nel nostro report Ecosistema Urbano 2021, le perdite lungo la rete idrica raggiungono addirittura il 70%. Noi come sempre continuiamo e continueremo a fare la nostra parte insieme a tutte le autorità proposte e, come recita un nostro famoso slogan, non ci fermeremo mai».

«Anche nel 2022 le analisi dei campionamenti effettuati grazie all’attività dei tecnici e dei volontari di Legambiente rilevano l’assenza di particolari criticità per le acque del Lago di Santa Croce, così come per quelle del Lago del Mis, che per la prima volta è oggetto dei monitoraggi della Goletta dei Laghi», ha dichiarato Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto. «Una conferma della qualità di questi ecosistemi lacustri, frutto del rinnovato impegno nella tutela dei parametri ecologici e ambientali sul territorio, cui si somma un ulteriore riconoscimento: quello delle Vele attribuite da Legambiente e Touring Club Italiano ai due laghi. Con il Lago del Mis addirittura al primo posto tra i laghi italiani premiati con il massimo riconoscimento delle 5 Vele. Senza dubbio, un ulteriore elemento di garanzia per i tanti turisti che sempre più scelgono di trascorrere le loro vacanze in località attente alla qualità ecologica degli ecosistemi e all’offerta di servizi ricettivi e di attività ricreative ecosostenibili».

http://example.comnews-8786.atom Linea d'ombra - Tutti i webinart di Marco Goldin ora disponibili - 2022-06-30T08:25:41+02:00 2022-06-30T08:52:03+02:00 Per un periodo limitato, è ora disponibile gratuitamente il video del webinart Ottocento e Novecento: "Grande arte nel mondo", con il riassunto di tutte le lezioni precedenti

In oltre due ore di video e con duecento immagini di bellissimi capolavori, il 9 giugno scorso Marco Goldin ha fatto l'emozionante riassunto dei suoi primi quattordici webinart, originariamente proposti in diretta su Zoom tra il gennaio 2021 e il maggio di quest'anno.
rivedi qui il webinart del 9 giugno
Un'occasione unica per essere introdotti nella più bella arte dell'Ottocento e del Novecento, passando dal suggestivo racconto del romanticismo, del realismo, dell'impressionismo e dell'espressionismo, ai ricchissimi e inediti approfondimenti dedicati ai grandi maestri come Monet, Gauguin, Van Gogh, Munch e Giacometti. Senza dimenticare i capitoli, così apprezzati dal pubblico dei nostri webinart, dedicati alla grande arte americana del XIX e XX secolo.

I webinart di Marco Goldin adesso disponibili
Qui di seguito, ti presentiamo in sintesi i quattordici webinart, tutti ora disponibili, nuovamente editati e arricchiti di ulteriori immagini, in promozione a €12 (+iva) ciascuno.
In fondo a questa mail trovi tutte le informazioni su come rivederli.

Ti ricordiamo infine che i webinart possono anche essere regalati. In fase di pagamento, infatti, potrai indicare l'indirizzo mail di un destinatario, accompagnando il regalo con un messaggio personalizzato.
clicca qui per rivedere tutti i webinart

COME VEDERE I WEBINART E LE VISITE GUIDATE DI MARCO GOLDIN
>  I webinart e le visite guidate di Marco Goldin sono disponibili su Gumroad, a questo indirizzo lineadombra.gumroad.com.
    (Gumroad è uno dei punti di riferimento mondiali per la vendita di corsi e prodotti digitali, utilizzato da centinaia di migliaia di creatori per                    diffondere il proprio lavoro).
>  Dopo l'acquisto, possibile con carta di credito o tramite PayPal, hai 30 giorni per iniziare a riprodurre il video. Una volta avviato, il video resta            riproducibile, tutte le volte che si desidera, per 72 ore. Queste impostazioni sono definite da Gumroad e non sono da noi modificabili.
>  Il prezzo indicato su Gumroad è IVA ESCLUSA. Essendo Gumroad una piattaforma statunitense, non è tecnicamente possibile indicare il prezzo      comprensivo di iva. Quest'ultima infatti viene calcolata da Gumroad all'atto dell'acquisto, sulla base del paese nel quale si dichiara di risiedere          (22% per l'Italia). Se si è in possesso di un numero di partita IVA e lo si inserisce, l'IVA non sarà addebitata.
>  Gumroad è una piattaforma statunitense, quindi tecnicamente il pagamento avviene in dollari. In realtà l’importo addebitato corrisponde                    esattamente al prezzo dichiarato in euro: si tratta di una semplice conversione. In altre parole, se il costo è di €12 (+iva), l'addebito effettivo sulla      carta di credito sarà di €12 (+iva).
>  Si può evitare il pagamento dell'IVA se hai a disposizione un numero di partita IVA. Inserendolo al momento del pagamento, l'IVA non verrà                addebitata (ATTENZIONE: il numero di partita italiana è formato da 11 cifre, e deve essere preceduto dal codice identificativo "IT").
>  Non si può scaricare i video, il download non è consentito, così come non è possibile l'acquisto permanente del video, disponibile appunto solo        in modalità di noleggio temporaneo.

-----------------------------------------------
Linea d'ombra S.r.l. -
società unipersonale   Strada di Sant'Artemio, 6/8   31100 - Treviso - Italia

http://example.comnews-8788.atom Scivola sul sentiero sotto il Rifugio Giussani - 2022-06-30T07:39:00+02:00 2022-07-01T07:40:27+02:00 Cortina d'Ampezzo (BL), 30 - 06 - 22

Attorno alle 16 una squadra del Soccorso alpino della Guardia di finanza Cortina è intervenuta lungo il sentiero numero 403, che porta al Rifugio Giussani, a seguito dell'infortunio di un'escursionista 38enne tedesca, scivolata poco sotto la struttura riportando un sospetto trauma alla caviglia. La donna, che era in compagnia e si trovava prima dei tornantini che scendono dall'edificio, è stata raggiunta dai soccorritori, che l'hanno trasportata fino al fuoristrada e da lì al Rifugio Dibona, da dove si è allontanata con i propri mezzi.

http://example.comnews-8787.atom Due interventi a Cortina - 2022-06-30T07:37:00+02:00 2022-07-01T07:38:54+02:00 Cortina d'Ampezzo (BL), 30 - 06 - 22

Alle 11.50 circa una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata attivata, per recarsi al Rifugio Fanes poiché un'escursionista era stata colta da malore. La 48enne di San Vito di Cadore (BL) è stata raggiunta in fuoristrada, caricata a bordo e trasportata fino al parcheggio, da dove si è allontanata con i propri mezzi.

Attorno alle 14.45 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato al Rifugio Nuvolau, su richiesta del gestore, in quanto era arrivata un'escursionista 80enne di Santa Cristina Valgardena (BZ), che non era più in grado di camminare a seguito di una caduta e di forti dolori al torace. Atterrato in piazzola, una volta prestata prima assistenza alla donna, che aveva riportato una sospetta frattura alle costole, i soccorritori la hanno imbarcata e accompagnata all'ospedale di Belluno.

http://example.comnews-8784.atom Belluno, concerto poetico in Seminario - 2022-06-29T09:32:01+02:00 2022-06-29T09:40:48+02:00 Sabato 2 luglio alle 18 il secondo appuntamento nel Seminario Gregoriano di Belluno della rassegna «Al tramonto nel chiostro gotico».

L’evento si svolgerà con la collaborazione di Antonio Chiades, giornalista, scrittore e poeta, e Carlo De Battista, musicista, che proporranno, oltre a poesie e melodie di propria composizione, testi tratti dalla letteratura classica e sacra, fra i quali il «Cantico delle creature» di san Francesco, il biblico «Cantico dei cantici» e brani di Schubert e Verdi. Verranno anche festeggiati i 45 anni di ordinazione sacerdotale di monsignor Lise.
L’ingresso è libero.

http://example.comnews-8783.atom ALPAGO Patrocinio del Parlamento Europeo per il Giro del Lago di Santa Croce 2022 - 2022-06-29T09:21:39+02:00 2022-06-29T09:31:55+02:00 Grazie alla collaborazione delle varie istituzioni dell’Alpago la manifestazione, che unisce sport e solidarietà, ottiene il riconoscimento europeo.

La 28esima edizione del Giro del Lago di Santa Croce, evento solidaristico proposto dal Comitato Alpago 2 Ruote&Solidarietà, si svolgerà domenica 21 agosto sotto l’Alto patrocinio del Parlamento Europeo. La presidente Roberta Metsola ha infatti concesso all’evento multisport (ciclismo, podismo, roller e camminata) il sostegno da parte della più alta istituzione europea. L’obiettivo della manifestazione è la raccolta di fondi a favore di due realtà che vivono esclusivamente di donazioni: l’associazione pordenonese «Via di Natale», che gestisce la Casa «Via di Natale» di Aviano dando assistenza ai malati terminali oncologici e ospitalità ai familiari, e la «Cucchini», associazione bellunese che si occupa di assistenza sanitaria, fisioterapica e sociale del malato oncologico in fase evolutiva irreversibile.

«Il patrocinio del Parlamento Europeo è per noi motivo di grandissimo orgoglio», sottolinea il presidente del Comitato Alpago 2 Ruote&Solidarietà, Ennio Soccal. «Si tratta di un riconoscimento che certifica il ruolo sociale della nostra manifestazione che ha come fine primario quello dell’attenzione alle persone che soffrono, obiettivo al quale si affianca quello della valorizzazione del territorio dell’Alpago, della sua cultura e delle sue ricchezze ambientali. Il patrocinio del Parlamento Europeo per il 2022 è, altresì, uno stimolo in più per guardare al futuro della manifestazione con slancio rinnovato dopo i due anni scorsi caratterizzati dalle difficoltà legate al Covid», afferma Soccal, sottolineando l’importanza della collaborazione con il sindaco di Alpago Alberto Peterle, i consiglieri Elisabetta Bortoluzzi e Roberto Dal Paos e l’europarlamentare Gianantonio Da Re.

Gianantonio Da Re: «Sono felice e orgoglioso di aver contribuito all’ottenimento di questo importante riconoscimento», Il patrocinio rappresenta l’adesione e l’apprezzamento del Parlamento per questa manifestazione che vede la partecipazione attiva dell’intera comunità dell’Alpago, da sempre impegnata nelle attività di volontariato e di promozione dei principi di inclusione sociale e solidarietà intergenerazionale anche attraverso lo sport».

Alberto Peterle, sindaco di Alpago: «Lo sport è stato ed è il filo conduttore di un’attività che il Comitato Alpago 2 Ruote&Solidarietà ha sempre portato avanti con grande passione e professionalità, un’attività che abbraccia tanti ambiti, dallo sportivo al sociale, dal culturale al turistico, e che costituisce una risorsa importante per guardare con ottimismo al futuro del nostro territorio, un futuro da scrivere insieme, istituzioni, privati, mondo del volontariato».

Anche Elisabetta Bortoluzzi e Roberto Dal Paos esprimono la soddisfazione per l’ottenimento del patrocinio. «Risultato ancora più importante se si considera che il Parlamento Europeo concede solo un numero limitato di patrocini all’anno», sottolineano i due consiglieri del Comune di Alpago. «Questo riconoscimento avrà un riscontro positivo in chiave di visibilità e di promozione turistica per l’intera Conca dell’Alpago».
Il programma della giornata prevede una prova di ciclismo (partenza ore 10), una prova di podismo (partenza ore 9.30) e una riservata alle hand bike (partenza ore 9.50) di 17.4 chilometri, una sui roller di 4.8 chilometri (partenza ore 10.10) una pedonata di 7 chilometri (partenza ore 10.20).
La quota di iscrizione è di 7 euro e comprende il ristoro e l’eventuale assistenza medica.

http://example.comnews-8782.atom Belluno, Barbara Cagni presenta il suo romanzo - 2022-06-29T09:07:29+02:00 2022-06-29T09:21:22+02:00 L’appuntamento è giovedì 30 giugno alle 18 quando «Per sempre, altrove» (Fazi editore) verrà presentato alla Libreria Tarantola

Incontro con l’autrice Barbara Cagni per la presentazione del suo libro “Per sempre, altrove” (Fazi editore) alla Libreria Tarantola di Belluno giovedì 30 giugno alle 18. L’incontro è organizzato dalla Biblioteca civica di Belluno, dalla Libreria Tarantola, dall’Associazione Antenna Anziani e dall’Associazione Bellunesi nel Mondo e sarà guidato dal direttore della Biblioteca civica Giovanni Grazioli. La partecipazione all’evento è libera.

È una domenica d’autunno del 1955 quando una telefonata raggiunge la famiglia della piccola narratrice della storia per avvisare che Berta, la sorella maggiore a cui è più legata e che è da poco emigrata in Svizzera, ha iniziato a dare segni di squilibrio. Il padre parte immediatamente per riportare la figlia a casa, nel piccolo paese di montagna (Costalissoio nel Comelico) dove il tempo trascorre lento come il Piave giù a valle e dove la comunità affronta la vita con la stessa naturalezza degli alberi del bosco, anche se con radici assai più fragili: sono sempre di più, infatti, i giovani costretti a emigrare per trovare lavoro, così come aveva fatto anche Berta, spinta da una sofferenza profonda e personale.

La protagonista del libro, così, ripercorre la dolorosa vicenda della sorella e della sua malattia mentale che la condurrà al Manicomio provinciale di Feltre, ma anche tutto il prezioso mosaico di vite del paese in cui ha trascorso l’infanzia, tra gli abbracci della migliore amica Clarissa, le chiacchiere delle comari, i discorsi impegnati del padre, i balli in piazza d’estate e gli addii, purtroppo sempre più numerosi, di coloro che provano a cercare fortuna altrove.

Un’autrice nuova che affronta temi importanti con una scrittura estremamente delicata e un’amorevole cura dei dettagli: in «Per sempre, altrove» si intrecciano i desideri e le fragili speranze di chi parte e di chi resta, ma anche di chi non sarà più in grado di tornare indietro.

http://example.comnews-8781.atom Belluno, inaugurata la mostra sulla storia dello sci - 2022-06-29T08:52:37+02:00 2022-06-29T09:07:25+02:00 La Casa del Maestro della città apre all’esposizione che ricorda la storia dello sci, non solo come sport, ma anche come importante invenzione per alcune civiltà

Si è svolta giovedì 23 giugno l’inaugurazione della mostra che celebra lo sci e i suoi maestri presso la Casa del Maestro a Borgo Prà di Belluno. All’interno della mostra sono state esposte le opere dei migliori allievi dell’Accademia di Brera di Milano. L’evento è stato coordinato dal presidente del Collegio dei maestri di sci del Veneto, Luigi Borgo, che ha ricordato la storia di questa disciplina sportiva: «Lo sci non va considerato come mero sport, ma può essere inteso come arte, come vittoria dei popoli e come libertà. Infatti l’invenzione dello sci risale al 4500 a.C., a Rodoy, un paesino norvegese dove fu ritrovata la prima inscrizione rupestre raffigurante un uomo con un lungo paio di sci ai piedi: da qui inizia la storia dello sci. Grazie agli antichi “sci” i popoli sono riusciti a spostarsi in maniera più agevole, a scoprire nuove comunità e nuovi villaggi, a trovare una libertà sconosciuta, limitata dalla neve che imponeva loro l’isolamento. Lo sci ha rappresentato per i popoli artici una vittoria sulle difficoltà del territorio, una “salvezza” che può essere inclusa nelle grandi conquiste del genere umano». Solo nel secolo scorso lo sci è diventato un vero e proprio sport che rappresenta il piacere di stare a contatto con la natura, all’aria aperta.

Il professore Angelo Antonio Falmi dell’Accademia di Brera afferma: «Per noi è stata una grande sfida svolgere un workshop sul tema del maestro di sci, ma l’abbiamo colta con grande piacere e ognuno dei miei allievi ha ricavato una personale interpretazione del tema, raffigurando le emozioni che nascono dall’osservazione del paesaggio montano, della neve e del maestro di sci».
La collaborazione, voluta dal presidente Luigi Borgo si prefigge l’obiettivo di coniugare arte e sport, com’è stato 6500 anni fa, facendo emergere i significati più autentici dello sci e la bellezza nascosta dietro ai valori più antichi di questa splendida disciplina.

L’azienda Energiapura sposa i valori portati avanti dal Collegio dei maestri di sci del Veneto, riconoscendo l’importanza che ricoprono l’arte e la cultura nel mondo dello sport. Da quest’anno, infatti, le divise degli aspiranti maestri di sci del Veneto saranno firmate Energiapura, che con la sua etica sostenibile vestirà i ragazzi del Corso di formazione.

La mostra sarà visitabile nella sede del Collegio fino al 30 settembre 2022.

http://example.comnews-8780.atom 48^ Alpe del Nevegal - Comunicato stampa n.3 - 2022-06-29T08:46:39+02:00 2022-06-29T08:52:33+02:00 L’appuntamento con la 48^ Alpe del Nevegàl. Tre Cime Promotor asd, il gruppo organizzatore dell’atteso evento, ha continuato senza sosta a profondere energie.

In vista della classica tre giorni motoristica di respiro internazionale, quest’anno valida quale ottavo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna CIVM, quarta tappa del Trofeo Italiano Velocità Montagna zona Nord e terzultimo appuntamento del Campionato austriaco 2022, evento sportivo che farà di Belluno e della “sua montagna” la capitale delle cronoscalate,è stata fissata la prima riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. A Palazzo dei Rettori, lo storico edificio risalente al XV secolo che è sede della Prefettura di Belluno, martedì 5 luglio, alle 10.30, invitati dal prefetto dottor Mariano Savastano, si incontreranno, oltre ai rappresentanti di Tre Cime Promotor asd, il presidente della Provincia, Roberto Padrin; il Sindaco del Comune capoluogo, Oscar De Pellegrin; i rappresentanti della Questura, dei Comandi provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco; i dirigenti della Polizia Stradale e di Veneto Strade, i direttori del Dipartimento prevenzione dell’ULSS 1 Dolomiti e del Suem di Pieve di Cadore. All’ordine del giorno dell’importante incontro, l’esame delle misure di sicurezza da adottare in occasione della 48^ Alpe del Nevegàl. Nei giorni scorsi il comitato organizzatore, presieduto da Achille “Brik” Selvestrel, ha avuto cura di trasmettere a tutti i funzionari ed Enti coinvolti la corposa documentazione tecnica inerente la riunione. 

La manifestazione, che fece il suo esordio ben 68 anni orsono, come gara sociale dell’Automobile Club Belluno, su un tracciato in alcuni tratti sterrato, ha intanto ottenuto le importanti conferme di patrocinio da parte di Regione del Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Belluno, Automobile Club Belluno. Enti del territorio che sono vicini ad una competizione che, da sempre, si propone come interessante volano per lo sviluppo turistico dell’intera Valbelluna. La 48^ Alpe del Nevegal godrà di notevole visibilità, non solo sui canali social ufficiali e sul sito internet di Tre Cime Promotor asd, ma anche su quelli di ACI Sport, su ACI Sport TV e sul sito istituzionale e sui canali social della Provincia di Belluno.
Mentre stanno per essere definiti i dettagli di una significativa iniziativa di contorno alla corsa, sono già confermati: la “Nogherazza”, come funzionale centro operativo dell’evento e sede della Direzione gara; il piazzale della ditta Triches Enrico & Diego Srl di Castion, nelle adiacenze delle aree riservate ai paddock, come sede delle verifiche tecniche. Venerdì 29 luglio sarà dedicato alle verifiche amministrative e tecniche; sabato 30 luglio si svolgeranno due turni di prove lungo i 5.500 metri che da Caleipo portano all’Alpe in Fiore; Domenica 31, gara 1 inizierà con autostoriche, concorrenti TIVM e quindi quelli del CIVM. Dopo il ritorno a valle di tutte le vetture, gara 2 vedrà impegnati per primi i partecipanti al CIVM, seguiti da tutti gli altri.

Abbinata alle tre competizioni principali, dedicate anche quest’anno a Lino De Salvador e Mario Facca, compianti personaggi dell’automobilismo bellunese che furono fra i maggiori promotori e animatori della cronoscalata del Nevegàl, si svolgerà la sesta edizione della parata Alpe del Nevegàl. Lo scopo di questa manifestazione è quello di consentire la sfilata di veicoli per finalità commerciali, associative e/o storico – rievocative, quindi lo svolgimento della parata non ha alcun carattere competitivo. Per ogni vettura è ammesso a partecipare un singolo conducente oppure un equipaggio formato da due persone maggiorenni. Il percorso è da considerarsi sempre “aperto al traffico” e quindi soggetto alle norme del Codice della Strada. Alla 6^ Parata Alpe del Nevegàlsono ammesse esclusivamente vetture di interesse storico e collezionistico, vetture moderne per finalità commerciali, vetture iscritte a club di marca e/o associazioni. Tutte le vetture devono essere dotate di propria copertura assicurativa, non sono ammesse vetture con targa “prova”.

http://example.comnews-8779.atom - 2022-06-29T08:38:10+02:00 2022-06-29T08:45:40+02:00 PRESENTAZIONE ALLA STAMPA DELLA MOSTRA DOSSIER “LA MADONNA DEI VECELLIO”, DAL 2 LUGLIO AL 18 SETTEMBRE 2022

In occasione del centenario della dichiarazione di monumento nazionale (tra i primi nel Bellunese) della Casa natale di Tiziano Vecellio, i familiari del pittore rappresentati nel quadro “La Madonna della Misericordia” tornano tra le mura della propria dimora: l’opera, ottenuta in prestito dalla Galleria degli Uffizi di Firenze,è al centro dell’esposizionenella quattrocentesca casa museo.

La quattrocentesca Casa natale di Tiziano Vecellio, a Pieve di Cadore (Belluno), celebra i cento anni della dichiarazione di monumento nazionale ospitando la mostra dossier La Madonna dei Vecellio, organizzata dalla Magnifica Comunità di Cadore e sviluppata attorno al dipinto “La Madonna della Misericordia” (1573), realizzato da Tiziano e bottega e ottenuto in prestito dalla Galleria degli Uffizi di Firenze.

La mostra sarà aperta al pubblico da sabato 2 luglio a sabato 18 settembre 2022,