Dummy Title /belluno-dolomiti/ 2021-04-17T12:32:46+02:00 http://example.comnews-7192.atom Premio "Giuseppe Mazzotti" Juniores: prorogata al 31.05 la scadenza del bando, da quest'anno nazionale - 2021-04-17T08:10:09+02:00 2021-04-17T08:22:51+02:00 Da quest’anno aperto a tutti gli istituti superiori d’Italia, della Slovenia e della Croazia, al concorso è possibile concorrere con un testo o con un breve video.

Il tema su cui gli studenti dovranno riflettere è l’esplorazione.

Un mese in più per concorrere al XIV Premio Giuseppe Mazzotti Juniores, patrocinato dal Club Alpino italiano e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca:l’Associazione Premio letterario Giuseppe Mazzotti, che organizza il concorso riservato agli studenti degli istituti superiori d’Italia, della Slovenia e della Croazia, ha deciso di prorogare al 31 maggio la scadenza del bando (inizialmente prevista il 30 aprile), visto il difficoltoso andamento dell’anno scolastico in corso.

Il Premio, che nel 2021 si affaccia alla dimensione nazionale (fino al 2020 era riservato agli studenti degli istituti superiori del solo Triveneto, di Slovenia e Croazia) con una veste grafica completamente rinnovata, frutto della collaborazione con gli illustratori del Treviso Comic Book Festival, invita i giovani a riflettere e a esprimere le proprie considerazioni sul tema dell’esplorazione“che si rinnova in ogni piccola scoperta, affacciandosi ad angoli nascosti del proprio territorio, approdando ad un luogo solitario dove nessuno arriva e dove il cuore batte forte per le piccole meraviglie che si rivelano ai nostri occhi”.

Il suggerimento è quello di fare proprio l’approccio diGiuseppe Mazzotti, artefice della riscoperta delle peculiarità della Marca Trevigiana e del Veneto nel secondo dopoguerra,sempre curioso, analitico, capace anche di andare controcorrente, e di realizzare un testo o un video.

Il bando del Premio Giuseppe Mazzotti Juniores è scaricabile dal sitowww.premiomazzotti.it.

*Giuseppe Mazzotti(Treviso, 1907 - 1981), eclettico intellettuale e direttore dell’Ente provinciale del turismo per trentasette anni, “salvatore delle ville venete”, fu anche scrittore, alpinista, gastronomo, per molti anni consigliere del Touring Club Italiano. In sintesi, un acuto anticipatore del moderno marketing territoriale, con attenzione all’ambiente e alla sostenibilità.

http://example.comnews-7191.atom La casa in montagna. Storia di quattro partigiane - 2021-04-16T12:10:00+02:00 2021-04-16T12:19:18+02:00 lunedì 19/4 alle 18.00, presentazione del libro La casa in montagna. Storia di quattro partigiane di Caroline Moorehead (Bollati Boringhieri editore, 2020).

In occasione della celebrazione della Festa della Liberazione, Isbrec,  Confindustria Belluno-Dolomiti e Bollati-Boringhieri editore, vi inviatano alla presentazione del libro La casa in montagna. Storia di quattro partigiane  di Caroline Moorehead (Bollati Boringhieri editore, 2020).

L’incontro si terrà lunedì 19 aprile alle ore 18.00 e sarà visibile in diretta sul canale facebook di Confindustria Belluno Dolomiti e Bollati Boringhieri editore. Parleranno del libro Adriana Lotto (Isbrec) e Caroline Moorehead.

A tre generazioni di distanza dalla guerra partigiana del 1943-45, certi eventi di quegli anni hanno perso in parte la loro carica emozionale. In questi decenni è stato compiuto un imprescindibile lavoro di ricerca storica, che ha documentato con cura le battaglie e le vite dei protagonisti di allora, e ha analizzato nel dettaglio gli elenchi degli assassinati e dei torturati, e l’orribile computo dei drammi umani, spesso descritto con linguaggio asettico nei documenti della burocrazia. Oggi è importante che, per non dimenticare, si levi su quelle vicende anche una voce autoriale, in grado di legare i fatti storici in un filo narrativo coinvolgente e cristallino.
È ciò che fa Caroline Moorehead in questo libro, un’opera capace di ricreare l’atmosfera di paura e di dolore, ma anche in grado di rendere la spinta ideale provata da molte donne coraggiose, determinate ad agire e rischiare per il bene della loro comunità. Pagina dopo pagina, leggiamo senza fiato la storia delle quattro protagoniste – Ada Gobetti, Bianca Guidetti Serra, Frida Malan e Silvia Pons –, partigiane emblematiche di un intero movimento di donne altruiste, forti e motivate, che animarono azioni di ribellione collettiva, sfidando la guerra, la paura e i pregiudizi.
In questo racconto, attento e delicato, troviamo testimonianze che riescono a commuovere e a ispirare, e restano impresse a lungo, grazie alla penna felice dell’autrice. Attraverso lo sguardo e l’esempio di queste protagoniste in lotta contro il nazifascismo, La casa in montagna ci restituisce una memoria unica, che oggi troppi vorrebbero dimenticare.

Caroline Moorehead, giornalista londinese, autrice e attivista per i diritti umani, ha pubblicato numerosi libri di argomento storico, tra i quali diverse importanti biografie. Ha scritto per «The New York Review of Books», «The Guardian», «The Times», «The Independent» e ha collaborato con la BBC. In Italia sono stati pubblicati Un treno per Auschwitz (2016), La piccola città dei sopravvissuti (2016) e Una famiglia pericolosa. La storia vera della famiglia Rosselli e della sua opposizione al fascismo di Mussolini (2017). Il suo Human Cargo, sulla crisi migratoria, è stato finalista del National Book Critics Circle Award. Divide la vita tra l’Inghilterra e l’Italia.

Per informazioni: lmartino@confindustria.bl.it – 0437 951225

http://example.comnews-7190.atom Premio Letterario Nazionale "Trichiana - Paese del Libro" - 2021-04-16T11:58:55+02:00 2021-04-16T12:09:51+02:00 L’Amministrazione Comunale di Borgo Valbelluna bandisce il Premio Letterario Nazionale “Trichiana, Paese del Libro” che giunge alla sua 31a edizione.

Vi piace scrivere? Allora è arrivato il vostro momento!
Il Premio Trichiana Paese del Libro nasce nel 1990 con l’obiettivo di fare di Trichiana un luogo di importanza culturale a livello nazionale.
Il Premio è riservato a un racconto inedito e originale, in lingua italiana, il  tema proposto dallo scrittore Tiziano Scarpa (Premio Strega 2009), presidente di giuria del premio di Trichiana per il secondo anno,   è  “La svolta"
Un tema quanto mai attuale in questo delicato periodo storico che stiamo vivendo, un tema stimolante e coinvolgente.

I membri della Commissione selezionatrice e della Giuria del Premio vengono scelti annualmente  dall’Ufficio Cultura in accordo con l’Amministrazione Comunale  tra appassionati lettori e personalità della cultura e del giornalismo. 

La partecipazione  è riservata ai maggiori di anni 16 ed è gratuita.

Gli elaborati dovranno essere inviati esclusivamente tramite posta elettronica entro il 31 maggio 2021.

La  premiazione avverrà a  Trichiana di Borgo Valbelluna  SABATO 28 agosto 2021 alle ore 17,00

Per informazioni e contatti:   Biblioteca Civica di Trichiana   -via L.Bernard 39/A  – loc. Trichiana – BORGO VALBELLUNA (BL)   -   tel: 0437 544211
mail: premioletterario@borgovalbelluna.bl.it -  Facebook: Borgo Valbelluna Cultura -  www.borgovalbelluna.bl.it

Ufficio  Turistico Valbelluna - Piazza Papa Luciani, 3 – 32026 Mel – Borgo Valbelluna (BL)  -  Tel: +39 0437 544294
E-mail: turismo.mel@borgovalbelluna.bl.it

http://example.comnews-7189.atom Premio Giorgio Lago Juniores 2021: chiuso il bando, studenti finalisti da tutto il Veneto - 2021-04-16T11:54:51+02:00 2021-04-16T11:58:51+02:00 Sono 26 gli articoli selezionati e sottoposti ora al vaglio della giuria composta dalle firme più rappresentative del giornalismo veneto.

I giovani delle ultime classi dei licei di tutte e sette le province venete hanno approfondito ed elaborato una propria analisi partendo dalla frase di Giorgio Lago, che quest’anno costituiva la traccia del concorso: “Il Nordest deve migliorare riflettendo su un dato inoppugnabile: la nuova risorsa sarà il sapere. Chi avrà la leva del sapere guiderà il domani”.

Ottima partecipazione, nonostante l’anno scolastico difficoltoso, per l’edizione 2021 del Premio Giorgio Lago – Nuovi talenti del giornalismo, promosso dall’Associazione Amici di Giorgio Lagoe organizzato in collaborazione con il Comune di Treviso, il Centro studi regionali Giorgio Lago,l’Università degli studi di Padova e Banca Prealpi SanBiagio: gli studenti delle ultime classi dei licei del Venetohanno concorso numerosi e sono 26 gli articoli giornalistici finalisti che ora saranno sottoposti al vaglio della giuria tecnica, composta dalle firme più rappresentative del giornalismo veneto. Gli elaborati sono rappresentativi di tutte e sette le province venete: sono stati realizzati da 9 ragazzidi Padova, 5 di Treviso, 5 di Vicenza, 3 di Verona, 2 di Rovigo, uno di Venezia e uno di Belluno.

In un anno scolastico in cui la didattica a distanza e la sua efficacia sono state al centro di costanti dibattiti, il Premio Giorgio Lago Juniores – Nuovi talenti del giornalismo ha inviato gli studenti a riflettere su una frase di Giorgio Lago che oggi appare quanto mai attuale: “Il Nordest deve migliorare riflettendo su un dato inoppugnabile: la nuova risorsa saràil sapere. Chi avrà la leva del sapere guiderà il domani”. E c’è ora molta curiosità per la lettura che i ragazzi ne hanno fatto, anche alla luce del periodo che stanno vivendo in prima persona.

Per valutare la qualità dei lavori dei ragazzi e selezionare i vincitori, l’Associazione Amici di Giorgio Lago, promotrice del Premio, ha chiamato a raccolta una giuria di eccezionale valore, che riunisce le grandi firme del giornalismo italiano e veneto ed esponenti del mondo accademico: da Gianluca Amadori, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto, a Domenico Basso, direttore TVA Vicenza, Sergio Frigo, giornalista del Gruppo Gedi e scrittore, Francesco Jori, giornalista del Gruppo Espresso e scrittore, Patrizia Messina, direttrice del Centro Studi Regionali Giorgio Lago dell’Università di Padova, Roberto Papetti, direttore de Il Gazzettino, Edoardo Pittalis, giornalista de Il Gazzettino e scrittore, Paolo Possamai, giornalista alla guida del progetto Nordest Economia del Gruppo Gedi,Alessandro Russello, direttore de Il Corriere del Veneto, e Giovanni Stefani, caporedattore Rai 3 Veneto.

La scelta dei premi rispetta la vocazione formativa dell’Associazione e del Premio e, come sarebbe piaciuto a Giorgio Lago, ai primi tre classificati saranno assegnate tre borse di studio da utilizzare per sostenere gli studi universitari: al primo classificato sarà consegnata una borsa di studio del valore di 1.000 euro, al secondo di 750,00 e al terzo di 500,00 euro.

La cerimonia di assegnazione del Premio Giorgio Lago Nuovi talenti del giornalismo 2021si svolgerà al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Trevisoil prossimo autunno.

Informazioni: info@premiogiorgiolago.it

http://example.comnews-7188.atom Fondazione Štěpán Zavřel - Le immagini della Fantasia 38 - Illustrare il bosco delle fiabe - Conferenza di inaugurazione con Gabriel Pacheco - 2021-04-16T11:39:17+02:00 2021-04-16T11:54:48+02:00 Conferenza per l’apertura della 38^ edizione della Mostra nelle sedi comunali di Monza e Brugherio, e nella Biblioteca Comunale di Lentate sul Seveso.

L’appuntamento era alle ore 18.00 del 15/4, con il nostro direttore artistico Gabriel Pacheco sul canale YouTube della Biblioteca Civica di Brugherio (https://bit.ly/3dieubu).

L’artista Gabriel Pacheco ha approfondito la riflessione dell’illustrare il bosco nelle fiabe, tema affrontato nella sezione della Mostra “Buscare nel bosco”.

Il bosco è il luogo dell’allegoria per eccellenza, protagonista della letteratura classica e contemporanea, della produzione visiva, della tradizione popolare e mitologica.

Spazio di scoperta e di iniziazione, ma anche di perdita e di oscurità, il suo attraversamento implica sempre una trasformazione. Il passaggio attraverso il bosco si rivela esperienza di vita e trova compimento perfetto nella selva oscura dantesca, come momento irrinunciabile verso la conoscenza. Da qui le varianti rituali e simboliche della letteratura e dell’arte interpretate dai personaggi impegnati ad affrontare il meraviglioso viaggio. Letteratura e illustrazioni costruiscono un’allegoria del sapere: siamo creature fragili e piccole legate allo stato della ragione e dell’istinto che a un certo punto della vita, manifestano la necessità di buscare nel bosco, di volgersi cioè verso la conoscenza.

14 aprile – 18 maggio 2021 - Monza, Musei Civici di Monza - Casa degli Umiliati
Ospiti d’onore: Olga Dugina e Andrej Dugin - Panorama: Paesaggi inaspettati
Il mondo di Štěpán Zavřel - biblioteche.promozione@comune.monza.it

15 aprile – 5 maggio 2021 - Brugherio, Palazzo Ghirlanda Silva - Biblioteca Civica
Pedagogia e Immaginazione: Selve domestiche - Tema: Buscare nel bosco
Scuola Internazionale d’Illustrazione: omaggio a Gianni Rodari - biblioteca@comune.brugherio.mb.it

7 maggio – 18 maggio 2021 - Lentate sul Seveso, Centro Civico Terragni - Biblioteca Comunale
Pedagogia e Immaginazione: Selve domestiche - Tema: Buscare nel bosco
Scuola Internazionale d’Illustrazione: omaggio a Gianni Rodari - lentate@brianzabiblioteche.it

in foto: illustrazione di Giovanna Ranaldi da "Il bosco, la ragazza e il lupo“

http://example.comnews-7187.atom Linea d'ombra - Marco Goldin e la grande arte americana del Novecento - Lunedì 26 aprile alle ore 21 - 2021-04-16T11:13:19+02:00 2021-04-16T11:38:09+02:00 Dopo la lezione nel ciclo I webinart di Marco Goldin (dedicata a Munch e Van Gogh) arriva la lezione dal titolo Lo spirito dell’America.

Lunedì 26 aprile alle ore 21, sempre su Zoom, al consueto prezzo di €12, Marco Goldin terrà l’attesissima lezione dal titolo Lo spirito dell’America. La grande pittura del XX secolo da Hopper a Rothko a Wyeth. Per chi acquisterà il biglietto, la registrazione del webinart resterà disponibile fino alla mezzanotte del 29 aprile.
acquista il biglietto
Da sempre campo di studio tra i più amati da Marco Goldin, l’arte americana del Novecento, ma anche del secolo precedente, è per lui motivo di strepitosa bellezza da raccontare. In questa lezione si concentrerà sul XX secolo, ma ascoltiamo direttamente le sue parole: “Credetemi, non vedevo l’ora che arrivasse il momento, nei miei webinart, di parlarvi dell’arte americana degli ultimi due secoli. Questa prima lezione la dedicherò a quel Novecento incantato e magico che ha ovviamente in Hopper il suo cardine. Artista dei silenzi e delle solitudini quasi metafisiche che ha occupato interi decenni con la sua opera tanto innovativa. Vi farò comprendere, nel modo appassionato che solo conosco per dire della storia della pittura, anche il perché Hopper sia diventato Hopper, con immagini che restano nella memoria di tutti noi”.
E in effetti la lezione partirà, dal primo decennio del secolo, dalla figura straordinaria, che dipinge lungo le coste del Maine, di Winslow Homer, precedente fondamentale per Hopper. E assieme ai suoi anni finali, entrerà in scena l'altissima stagione dell’astrazione e dell’informale, da Mark Rothko a Jackson Pollock, a metà dello stesso secolo. E infine arriverà Andrew Wyeth, il pittore sublime che ha reso l'esempio di Hopper incarnato nella vita. Marco Goldin dice: “Tutta l’ultima parte della mia lezione sarà riservata a Andrew Wyeth, figura come poche altre nella storia dell’arte. Sarò molto più che felice di raccontarvelo, anche con un piccolo frammento di un racconto che gli ho dedicato, ispirato alla figura mitica di Christina Olson. E se lo volete sapere, Wyeth è, assieme a Van Gogh, il pittore che più amo nella storia dell’arte”.
 
Da non mancare quindi questo imperdibile appuntamento con l’arte americana del Novecento e Marco Goldin che la racconta, lunedì 26 aprile alle ore 21 sulla piattaforma Zoom.

ECCO COME PARTECIPARE
1 - ACQUISTA IL BIGLIETTO (€12): In vendita fino alle ore 13 del 26 aprile.
2 - INSTALLA ZOOM: Zoom è disponibile, per computer, smartphone e tablet.
3 - CLICCA SUL LINK: alle 15 del giorno stesso del webinart sarà inviata la mail con il link di Zoom (controllare sempre anche la cartella delle spam).
A partire dalle 20.40, ci si potrà collegare per assicurarsi che tutto funzioni.

Il 27 aprile sarà inviata una nuova mail con il link per accedere alla registrazione video del webinart (disponibile per te fino alla mezzanotte del 29 aprile).

NB: il link di Zoom è unico, a uso esclusivo di chi ha acquistato il biglietto e consente la visione su un solo device (computer, smartphone o tablet).
[Edward Hopper, Gas, 1940 / New York, MOMA - The Museum of Modern Art]

http://example.comnews-7186.atom Venerdì 16 aprile, ore 15:00, talk: "Two Calls for Vajont: la parola agli artisti": aggiornamento - 2021-04-14T08:08:18+02:00 2021-04-14T08:12:09+02:00 ci scusiamo molto per la confusione ma alcuni relatori istituzionali ci hanno confermato solo adesso la loro presenza all'evento all'oggetto.

Segnaliamo dunque che, al talk di Two Calls previsto per venerdì 16 aprile, parteciperanno anche alcuni rappresentanti di enti istituzionali che sostengono la progettualità di Dolomiti Contemporanee.

Tra questi, l'Assessore alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli; Roberto Padrin, Presidente della Fondazione Vajont e Presidente della Provincia di Belluno; Pierpaolo Zanchetta, membro del Comitato Tecnico della Fondazione Dolomiti UNESCO per la regione Friuli Venezia Giulia; Irma Visalli, Presidente del Consiglio Scientifico della Fondazione Vajont.

Il Talk (webinar) s'intitola  Two Calls for Vajont_restart. Line e Wall: la parola agli artisti.

Nell'ambito del panel verranno presentati, dagli stessi artisti, alcuni dei progetti finalisti del Concorso.

Altre info al post nel website DC.

http://example.comnews-7185.atom Infortunio a San Vito di Cadore - 2021-04-13T08:00:00+02:00 2021-04-14T08:01:57+02:00 San Vito di Cadore (BL), 13 - 04 - 21

Attorno alle 14, il Pelikan di Bressanone è intervenuto su richiesta della Centrale del Suem, per un uomo che si era fatto male alla base della seggiovia che porta alla Cappellina di Tambres, a San Vito di Cadore. Risalito alle coordinate del luogo dell'incidente grazie a un soccorritore del posto, l'equipaggio ha individuato dove si trovava E.A., 67 anni, di Lignano Sabbiadoro (UD), che aveva riportato la probabile frattura di una gamba. Recuperato, l'infortunato è stato recuperato e trasportato all'ospedale di Belluno. 

http://example.comnews-7184.atom Colpito da scarica di sassi in Val de Piero - 2021-04-13T07:59:00+02:00 2021-04-14T08:00:43+02:00 Sedico (BL), 13 - 04 - 21

Attorno alle 9.50 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato per un incidente accaduto all'interno della Val de Piero, nella zona della presa dell'acquedotto, dove un operaio che stava lavorando alla sisemazione dell'opera di presa era stato colpito da una scarica di sassi. Sul posto si è portato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che è riuscito a calare con un verricello di 20 metri medico, infermiere e tecnico di elisoccorso. Subito sono state prestate le prime cure a R.T., 45 anni, di Belluno, che aveva riportato possibili traumi alla testa e a una gamba. L'infortunato è stato quindi imbarellato, recuperato sempre con il verricello e trasportato all'ospedale di Belluno. Una squadra di soccorritori era pronta a intervenire all'imbocco della gola in caso di necessità.

http://example.comnews-7183.atom Verde urbano a Belluno - Capitozzature - Un incompreso Artista del Verde urbano - 2021-04-13T07:54:26+02:00 2021-04-13T08:14:30+02:00 Questo è ciò che offre la manutenzione del verde urbano pubblico a Belluno.

Dostoevskij :”La bellezza salverà il mondo”
Possiamo richiamare questa frase a proposito delle mirabili architetture arboree realizzate da un autentico artista del verde urbano bellunese. Peccato che queste opere non siano  riconosciute e addirittura non ammesse dalle normative comunali (Regolamento di esecuzione del Piano Regolatore) e nemmeno da quelle ministeriali ( DM 10 marzo 2020).  Ma   l’incompreso protagonista dei capolavori, per fortuna,  non lo sa e continua ad operare per la gioia dei nostri occhi.

http://example.comnews-7182.atom Venerdì a Feltre diretta con Franco Cardini e Francesco Zambon su Dante - 2021-04-13T07:49:16+02:00 2021-04-13T07:54:19+02:00 E' il primo appuntamento delle celebrazioni dantesche e sarà dedicato alla figura di Fracesco d'Assisi nella Commedia e all'Amor Cortese.

TRA FELTRO E FELTRE. - 700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE
Feltre celebra Dante a 700 anni dalla morte del poeta che la ricordò nella sua Commedia.
Da aprile a settembre seguiteci in un viaggio tra opere e temi danteschi in compagnia di studiosi e artisti, alla scoperta del mondo dell’Alighieri e di quel che ancora oggi ha da dirci.
Che siate bambini, giovani o persone di esperienza, appassionati delle sette arti oppure semplici curiosi, il cammin di nostra vita quest’anno porta a Feltre, alle porte delle Dolomiti. Percorretelo con noi.

FRANCESCO D'ASSISI, DANTE E L'AMOR CORTESE
Franco Cardini dialoga con Francesco Zambon - Venerdì 16 aprile 2021 23 ore 20.45
Non è di comune dominio, nemmeno tra francescanisti e dantisti: il legame esistente tra Francesco d'Assisi e Dante passa per il canto XI del Paradiso che di solito viene interpretato come l'espressione della simpatia del poeta per l'ala radicale dei Francescani, vale a dire per spirituali e "fraticelli". L'insistenza di Dante sull' "Amore" tra Francesco e Povertà,  che di solito si giustifica nel nome della conoscenza da parte del poeta del testo allegorico-mistico "Sacrum commercium beati Francisci cum domina Paupertate", non è però soltanto un'espressione del radicamento francescano, bensì ha un aspetto molto caratteristicamente connesso con L'Amore Cortese e con i romanzi cavallereschi d'avventura: è tra l'altro più o meno coevo della "Cerca del Graal". Ripensare alla vocazione di Francesco ripercorrendone i giovanili sogni cavallereschi aiuta a illuminare alcuni aspetti poco noti del rapporto tra eros, mistica e cortesia. Tutto ciò induce naturalmente a ripensare la posizione di Dante nei confronti dell’amore cortese anche a proposito della storia d’amore per Beatrice e per la Donna gentile narrata nella Vita nuova e ripresa nel Convivio in termini dichiaratamente allegorici con riferimento esclusivo alla seconda figura. E' allegorica anche la Vita nuova? E che cosa rappresenta Beatrice?

Diretta online sui nostri canali YouTube e Facebook.

L’appuntamento è alle ore 20.45.

CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA SU YOUTUBE

http://example.comnews-7181.atom Venerdì 16 aprile, ore 15:00, talk: "Two Calls for Vajont: la parola agli artisti": aggiornamento - 2021-04-13T07:42:39+02:00 2021-04-13T07:48:15+02:00 Al talk di Two Calls di venerdì 16 aprile, parteciperanno alcuni rappresentanti di enti istituzionali sostenenti la progettualità di Dolomiti Contemporanee.

Tra i rappresentanti di enti istituzionali: l'Assessore alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli; Pierpaolo Zanchetta, membro del Comitato tecnico Fondazione Dolomiti UNESCO, e Riccardo Semenzato, responsabile di ENEL Italia – Sostenibilità e affari istituzionali.

Il Talk (webinar) s'intitola  Two Calls for Vajont_restart. Line e Wall: la parola agli artisti.

Nell'ambito del panel verranno presentati, dagli stessi artisti, alcuni dei progetti finalisti del Concorso.

Altre info al post nel website DC.

http://example.comnews-7180.atom Deltaplano: pilota ottantenne precipita e muore - 2021-04-10T08:52:00+02:00 2021-04-11T08:59:04+02:00 Borso del Grappa (TV), 10 - 04 - 21

Caduto subito dopo il decollo, un pilota trevigiano di 83 anni ha perso oggi la vita sul Grappa. Dalle informazioni dei testimoni, per motivi da accertare nel momento della rincorsa lungo la pedana del Col del Puppolo, E.G., di Montebelluna (TV), non è riuscito a staccarsi per il decollo ed è precipitato dal salto di roccia di una ventina di metri al termine del tratto inclinato, finendo nel bosco sottostante. Scattato l'allarme, verso le 13.30 sul posto è arrivato l'elicottero di Treviso emergenza, che ha verricellato tra gli alberi equipe medica e tecnico di elisoccorso, raggiunti a piedi dal personale sanitario dell'ambulanza del Suem di Crespano e da sette volontari del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa. Purtroppo al medico non è restato che constatare il decesso dell'uomo. I soccorritori hanno quindi messo in sicurezza la vela e ripulito dai rovi e dalle piante uno spiazzo per facilitare il recupero della salma - avvenuto sempre con il verricello - che è stata poi trasportata sulla strada e affidata al carro funebre. Sul posto anche i carabinieri di Borso del Grappa.

http://example.comnews-7179.atom Linea d'ombra - Van Gogh a Padova prorogata al 6 giugno - 2021-04-10T07:37:07+02:00 2021-04-10T07:39:47+02:00 Padova, Van Gogh. I colori della vita - proroga del periodo espositivo almeno fino al prossimo 6 giugno

domenica 11 aprile avrebbe dovuto essere l’ultimo giorno della grande mostra di Padova, Van Gogh. I colori della vita, ma per i ben noti motivi abbiamo potuto aprire per poco più di un mese a fronte di quasi cinque ormai di chiusura. Annunciamo adesso ufficialmente che abbiamo ottenuto dai vari musei prestatori una proroga del periodo espositivo almeno fino al prossimo 6 giugno. Sappiamo di avere fatto in questo modo cosa gradita a tantissimi tra voi che non vedono l’ora di poter entrare nelle sale del Centro San Gaetano che ospita l’esposizione. E noi per primi non vediamo l’ora di riaccogliervi a Padova con i capolavori di Van Gogh.

http://example.comnews-7176.atom Linea d’ombra - Van Gogh. I colori della vita - 9 aprile, la nuova visita guidata online di Marco Goldin - 2021-04-08T08:48:41+02:00 2021-04-08T09:28:11+02:00 Continuano le visite guidate online alla mostra di Padova. Una sesta visita, già in vendita, sempre a €12, si svolgerà venerdì 9 aprile alle ore 21 su Zoom.

La registrazione della visita guidata online resterà disponibile, per chi acquisterà il biglietto, fino alla mezzanotte del 12 aprile.
Acquistando il vostro biglietto con un clic sul pulsante qui sotto, sarete in prima fila, pronti per entrare accanto a Marco Goldin nelle nove sale, vicini alle tante opere di Van Gogh presenti a Padova, per 75 minuti di racconto tra emozione e conoscenza.
acquista il biglietto
Le porte della mostra temporaneamente sospesa torneranno d’incanto ad aprirsi, spalancando tutta la bellezza che il grande maestro olandese ha messo nei suoi quadri. Dal famoso autoritratto con il cappello di feltro alle primavere fiorite, dal seminatore ai campi di grano, dai cieli con le nuvole ai covoni sorvolati dai corvi.

Per realizzare questa visita guidata l’impegno è anche tecnico: una troupe con tre telecamere catturerà tutti i movimenti del curatore davanti alle opere, dando così la sensazione di essergli a fianco, tutto in alta definizione, anche con eccezionali particolari di materia e colori della pittura, per farvi entrare in quel mondo vibrante che solo Van Gogh ha saputo creare. Proprio per questo motivo consigliamo la visione da computer.
Durante la diretta su Zoom ci sarà tra l’altro la possibilità di fare domande e osservazioni su alcune delle quali Marco Goldin si soffermerà, instaurando un dialogo e un confronto con i partecipanti alla sua visita guidata. Questa parte finale della diretta, con le risposte di Marco Goldin alle domande, ha assunto un'importanza sempre maggiore e sempre estremamente gradita.

Vi apettiamo il 9 aprile, alle ore 21, su Zoom.

ECCO COME PARTECIPARE
ACQUISTA IL BIGLIETTO: il biglietto (€12) è  in vendita su biglietto.lineadombra.it, fino alle ore 13 del 9 aprile.
> INSTALLA ZOOM: i webinart sono realizzati sulla piattaforma gratuita Zoom, disponibile, per computer, smartphone o tablet.
> COLLEGATI QUALCHE MINUTO PRIMA DELL'INIZIO: per assicurare che tutto funzioni, collegati almeno dieci minuti prima dell'inizio usando il link che riceverai alle ore 15 del giorno stesso della visita guidata online. Da controllare sempre anche la cartella delle spam.

Per chi abbia acquistato il biglietto, la registrazione del webinart resterà disponibile fino alla mezzanotte del 12 aprile.
Il link di Zoom è unico, a uso esclusivo di chi ha acquistato il biglietto.

[Vincent van Gogh, Paesaggio con covoni e luna nascente (particolare), 1889 © 2021 Collection Kröller-Müller Museum, Otterlo, the Netherlands; photo Rik Klein Gotink, Harderwijk]

http://example.comnews-7175.atom Venerdì 16 aprile, ore 15:00, panel webinar: "Two Calls for Vajont: la parola agli artisti" - 2021-04-08T08:30:54+02:00 2021-04-08T08:48:37+02:00 Dolomiti Contemporanee e l’Associazione Culturale ETRAR.T.E., organizzano il webinar “Two Calls for Vajont, Concorso Artistico Internazionale

Venerdì 16 aprile 2021: la parola agli artisti”: Two Calls for Vajont, la parola agli artisti. Orario: 15.00-17.00 Webinar ad iscrizione
Il Concorso Artistico Internazionale Two Calls for Vajont è stato lanciato da Dolomiti Contemporanee (DC) nel 2014.
Nel 2020, grazie ad una collaborazione con ETRAR.T.E., con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, il Concorso è stato riattivato.
A marzo 2021, Two Calls ha ricevuto Menzione da parte del MiBACT all’interno del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.
In questo quadro, Venerdì 16 aprile DC ed Etrarte propongono il panel: Two Calls for Vajont_restart. Line e Wall: la parola agli artisti.
In questo secondo incontro, la parola viene data agli artisti stessi.
Alcuni dei progetti finalisti della call for a line call for a wall vengono presentati direttamente dai loro ideatori.
Nella sua prima fase, Two Calls ha ricevuto quasi duecento proposte di progetto.
Un grande lavoro collettivo, immaginativo e proiettivo, che ha consentito di implementare la piattaforma di riflessione avviata nel Vajont, nutrendola di pensieri ed immagini costruttivi.

Il panel si svolge sulla piattaforma Zoom, chi è interessato a partecipare può scrivere a info@dolomiticontemporanee.net o etrarte@associazionetrarte.it.
L’evento verrà registrato e successivamente reso disponibile sui canali YouTube di Dolomiti Contemporanee e di Etrarte.

Partecipanti al panel
introduzione:
> Gianluca D’Incà Levis (ideatore di DC e Twocalls, direttore dello Spazio di Casso al Vajont)
> Elena Tammaro (vice-presidente Associazione Etrarte)

artisti:
> Alessandro Dal Pont
> Clara Luiselli
> Daniela Di Maro
> Flavio Favelli
> Giovanna Repetto
> Mahatsanga Le Dantec e Micol Grazioli
> Massimo Uberti

> Matteo Petri e Luciano Paselli
> Michele Bazzana
> Rachele Burgato e Lorenzo Commisso (Colora)
> Silvia Vendramel

> Simone Cametti
> Stefano Moras e Alan Luca Nan
__

L'iniziativa si realizza grazie al finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia concesso ai sensi della Legge regionale 8 luglio 2019, n. 10 (Giornata in ricordo della tragedia del Vajont e del riconoscimento Memoria del Vajont). Manifestazione di interesse per l’anno 2020.
__

Info:

Dolomiti Contemporanee - Nuovo Spazio di Casso, Via Sant’Antoni 1, 33080 Casso (Erto e Casso) – Pordenone
www.dolomiticontemporanee.net - info@dolomiticontemporanee.net - press@dolomiticontemporanee.net
Two calls for Vajont - Concorso Artistico Internazionale - www.twocalls.net - info@twocalls.net
Associazione Etrarte - Udine - www.associazionetrarte.it  etrarte@associazionetrarte.it

 

http://example.comnews-7178.atom Forcella Antelao: grave scialpinista caduto sulla neve dura - 2021-04-08T07:30:00+02:00 2021-04-10T07:35:06+02:00 Calalzo di Cadore (BL), 08 - 04 - 21

Attorno alle 13.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della Val d'Oten, per uno scialpinista scivolato sulla neve dura e caduto per alcune decine di metri, mentre con altri due sciatori stava scendeno da Forcella Antelao. Risalito alle coordinate del luogo dell'incidente, dopo l'allarme lanciato da uno dei compagni sceso in cerca di copertura telefonica, l'equipaggio ha individuato l'infortunato e l'amico restato con lui a 1.950 metri di quota. Calati con un verricello di una trentina di metri, medico, infermiere e tecnico di elisoccorso hanno prestato le prime cure all'uomo, A.F., 39 anni, di Mestre (VE), per il grave politrauma riportato. Una volta imbarellato, lo sciatore è stato recuperato e trasportato all'ospedale di Treviso.

http://example.comnews-7177.atom Ritrovato senza vita Ferruccio Svaluto Moreolo - 2021-04-08T07:28:00+02:00 2021-04-10T07:30:01+02:00 Domegge di Cadore (BL), 08 - 04 - 21

Con profondo dolore vi comunichiamo che alle prime luci di questa mattina è stato rinvenuto il corpo senza di vita di Ferruccio Svaluto Moreolo. Ieri sera verso le 20.30 la Stazione del Soccorso alpino del Centro Cadore, la sua Stazione, era stata allertata per il mancato rientro da una scialpinistica sugli Spalti di Toro. Subito dal campo base al Rifugio Cercenà erano partite le diverse squadre con sci e pelli di foca, cui si erano uniti nel corso delle ore il Soccorso alpino di Pieve di Cadore e della Guardia di finanza di Auronzo e Cortina, con unità cinofile, anche molecolari, mentre dal versante udinese si muovevano il Soccorso alpino di Forni di Sopra e del Sagf di Tolmezzo. Le ricerche sono proseguite senza esito nella notte. In tutta l'area non c'è quasi mai copertura telefonica. Alle 6 è decollato l'elicottero dell'Air Service Center, convenzionato con il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi, per effettuare un sorvolo e trasportare in quota le diverse squadre. Purtroppo poco dopo dai soccorritori a bordo è stato individuato il corpo all'imbocco di Forcella Segnata, dove era caduto. Recuperato dall'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, è stato trasportato a valle, per poi essere accompagato nella cella mortuaria.

Ferruccio, guida alpina, presidente del Gruppo rocciatori Ragni di Pieve di Cadore, fa parte della famiglia del Soccorso alpino dal 1989, è stato tecnico di elisoccorso per 25 anni e tecnico di centrale operativa fino all'anno scorso.

Ci stringiamo al dolore dei suoi familiari e della figlia Irene e ci uniamo alle loro lacrime.

http://example.comnews-7174.atom Grave freeclimber precipitato nella palestra di roccia - 2021-04-06T08:22:00+02:00 2021-04-08T08:30:37+02:00 Negrar (VR), 06 - 04 - 21

Sono gravi le condizioni di un freeclimber volato in parete nella palestra di roccia dei Pilastri di Boemia. Alle 13.10, non potendo operare l'eliambulanza a causa delle forti raffiche di vento, la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Verona per un uomo che, primo di cordata, nel risalire una via era caduto per alcuni metri sbattendo la testa su un terrazzino ed era incosciente. Calato a terra dal compagno, l'infortunato, M.D.A., 56 anni, tedesco, residente a Verona, è stato raggiunto da due squadre, una scesa a piedi dall'alto lungo il sentiero, l'altra salita con il fuorsitrada da una mulattiera. Con i soccorritori anche medico e infermiere dell'ambulanza, che hanno subito prestato le prime cure urgenti allo scalatore. Caricato nella barella portantina, è stata eseguita una prima calata verticale nel bosco tracciato dai salti di vecchi terrazzamenti. I soccorritori si sono poi spostati trasversalmente e hanno effettuato una seconda calata per raggiungere il fuoristrada e trasportare l'uomo all'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Borgo Trento.

http://example.comnews-7173.atom Ragazza colta da malore - 2021-04-05T08:38:00+02:00 2021-04-06T08:42:42+02:00 Galzignano Terme (PD), 05 - 04 - 21

Alle 18 circa la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Padova per una giovane colta da malore, mentre con alcune amiche si trovava lungo il Sentiero delle Mole, sul Monte delle Valli. Otto soccorritori hanno raggiunto la ragazza, A.F., 21 anni, di Battaglia Terme (PD), in località Capitello, la hanno imbarellata e trasportata per circa 200 metri sulla strada bianca fino all'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale per gli accertamenti del caso. 

http://example.comnews-7172.atom Escursionista scivola nel bosco - 2021-04-05T08:37:00+02:00 2021-04-06T08:38:29+02:00 Vodo di Cadore (BL), 05 - 04 - 21

Poco prima delle 11 è scattato l'allarme per un escursionista ruzzolato una ventina di metri, dopo essere scivolato mentre passeggiava in un bosco sopra Vinigo. A dare l'allarme altre persone che si trovavano a una decina di minuti di distanza da lui. Risaliti alla posizione dell'infortunato, V.Z., 69 anni, di Venezia, alle prime cure, a seguito di un possibile politrauma, e al suo recupero con il verricello ha provveduto l'equipaggio dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano. L'escursionista è stato poi trasferito nell'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, che lo ha trasportato all'ospedale di Treviso.

http://example.comnews-7171.atom Scivola nel bosco - 2021-04-05T08:35:00+02:00 2021-04-06T08:37:01+02:00 Valdobbiadene (TV), 05 - 04 - 21

Attorno alle 11 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane, per una donna scivolata nel bosco in località San Giovanni a Bigolino durante una passeggiata. Sette soccorritori hanno raggiunto I.D., 69 anni, di Valdobbiadene (TV), che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia - sul posto anche il personale sanitario dell'ambulanza - e, dopo averle stabilizzato la gamba, la hanno imbarellata, assicurata e sollevata per una decina di metri dalla valle alla strada. L'infortunata è stata quindi accompagnata all'ospedale di Montebelluna.

http://example.comnews-7170.atom Scivola in un canale - 2021-04-04T08:34:00+02:00 2021-04-06T08:35:34+02:00 Auronzo di Cadore (BL), 04 - 04 - 21

Attorno alle 16.50 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Auronzo e della Guardia di finanza per un escursionista scivolato in un canale. L'uomo, M.C., 64 anni, di Rubano (PD), si trovava con la moglie e alcuni amici. Perso il sentiero, il gruppo si era ritrovato in un canale con suolo instabile a 1.100 metri di quota e lui era caduto, riportando un taglio sulla testa e un probabile trauma alla caviglia. L'infortunato è stato raggiunto sopra il lago di Auronzo da una squadra di soccorritori, che gli hanno prestato prima assistenza, mentre sopraggiungeva l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che ha sbarcato medico e tecnico di elisoccorso con un verricello di 75 metri. Dopo essere stato stabilizzato, l'escursionista è stato recuperato assieme alla moglie, per essere accompagnato a valle ed affidato all'ambulanza. I compagni sono rientrati con i soccorritori.

http://example.comnews-7166.atom Fondazione Stěpán Zavřel - Nuove date, nuovi corsi: formazione a distanza della Scuola Internazionale d'Illustrazione di Sarmede - 2021-04-03T08:09:56+02:00 2021-04-03T09:32:09+02:00

La formazione a distanza della Scuola, iniziata in gennaio, ha riscosso subito un grande successo per partecipazione ed entusiasmo. Come promesso, continuiamo a programmare nuove date per rispondere a tutte le richieste.

Ricordiamo che i corsi online sono parte permanente dell’offerta formativa della Scuola e hanno un calendario continuo, mentre le iscrizioni ai corsi sono limitate per scelta didattica.
Invitiamo perciò a comunicare il vostro interesse di partecipazione alla Scuola scrivendo a corsi@fondazionezavrel.it

Illustrazione: personaggi in scena IV edizione di Gabriel Pacheco
 
10/11/17/18 aprile 2021 dalle ore 9.00 alle ore 12.00 - Il corso si concentra sulla scrittura del personaggio da un punto di vista formale e concettuale. Gli esercizi, semplici e trasversali, condurranno a una definizione del personaggio; altri aiuteranno a distinguere la morfologia e il concetto. Si utilizzeranno tutti gli strumenti messi a disposizione dall’illustrazione – gli abiti, i gesti, l’azione, le caratteristiche, lo sguardo – per consolidare l’ispirazione, traducendola in illustrazione.

Illustrazione di Gabriel Pacheco
Per approfondimenti ed iscrizioni
Acquerello per l’illustrazione II edizione di Giovanni Manna
 
Tutti i lunedì dal 26 aprile al 31 maggio dalle ore 17 alle ore 20. - Il corso fornisce gli strumenti per affrontare e approfondire la tecnica dell’acquerello, con particolare riferimento all’illustrazione. Ogni lezione alterna momenti teorici, in cui si analizzano materiali visivi (acquerello nella storia dell’arte e nell’illustrazione, fotografie, albi ecc.), ed esercitazioni pratiche coadiuvate da dimostrazioni e analisi degli elaborati prodotti.

Illustrazione di Giovanni Manna
Per approfondimenti ed iscrizioni

Animati e Illustrati (Animali) III edizione di Eva Montanari
 
7/8/9/14/15/16 maggio; venerdì dalle ore 18 alle ore 21; sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20.00 - Il corso intende fornire le basi per la creazione di personaggi all’interno dello spazio narrativo, in particolare si fa riferimento alla realizzazione degli animali, protagonisti di numerosi albi illustrati.
Il lavoro si concentra sulla stilizzazione degli animali e sulla loro successiva trasformazione in personaggi veri e propri. La scelta della tecnica, individuata attraverso un’intensa sperimentazione (acrilico, pastelli, collage), contribuisce a definire la personalità del personaggio, il ruolo all’interno della storia, la sua anima.

Illustrazione di Eva Montanari 
Per informazioni ed iscrizioni
 

Fondazione Stěpán Zavřel
via Marconi 2A—31026 Sarmede (Treviso, Italy) - T. +39 0438 959582, info@fondazionezavrel.it, www.fondazionezavrel.it

http://example.comnews-7169.atom Trovato senza vita cacciatore in Alpago - 2021-04-03T08:06:00+02:00 2021-04-04T08:14:34+02:00 Alpago (BL), 03 - 04 - 21

Si è purtroppo conclusa con il ritrovamento del corpo senza vita del cacciatore la ricerca, partita nel pomeriggio in Alpago a seguito del mancato rientro segnalato dai parenti. Uscito dopo pranzo per recuperare un trofeo, B.B., 51 anni, di Alpago (BL), non era più tornato. Preoccupati, amici e familiari erano andati a cercarlo, rinvenendo la sua auto parcheggiata poco distante dal cimitero di Sitran. Scattato l'allarme, alle 17.20 circa il Soccorso alpino dell'Alpago, con un'unità cinofila, aveva avviato la ricerca assieme ai Vigili del fuoco battendo la zona. Contestualmente, dopo aver imbarcato un soccorritore, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore aveva iniziato a sorvolare l'area. Ben presto l'equipaggio ha individuato il corpo, 30-40 metri sotto un dirupo nelle vicinanze. Sbarcati con il verricello tecnico di elisoccorso, soccorritore e medico, non è rimasto che constatare il decesso dovuto ai traumi riportati nella caduta. Ricomposta, la salma è stata imbarellata e trasportata al cimitero di Sitran per essere affidata al carro funebre.

http://example.comnews-7168.atom Ricerca in corso in Alpago - 2021-04-03T08:05:00+02:00 2021-04-04T08:06:46+02:00 Alpago (BL), 03 - 04 - 21

Attorno alle 17.20 la Centrale del Suem 118 ha allertato il Soccorso alpino dell'Alpago, a seguito del mancato rientro di un cacciatore, la cui auto è stata rinvenuta parcheggiata nei pressi del cimitero di Sitran. Sul posto unità cinofila, elicottero del Suem di Pieve di Cadore e i Vigili del fuoco.

http://example.comnews-7167.atom Ritrovato senza vita uomo scomparso da 8 giorni - 2021-04-03T08:03:00+02:00 2021-04-04T08:05:03+02:00 Belluno, 03 - 04 - 21

È stato ritrovato senza vita il corpo di G.D.I., 53 anni, di Belluno, di cui non si avevano più notizie dallo scorso 25 marzo. Oggi attorno alle 12.20, dopo che la sua bicicletta è stata rinvenuta a Fisterre, 100 metri a monte del ponte che attraversa l'Ardo, nella zona delle ex pescherie, è stato allertato il Soccorso alpino di Belluno che, con il Centro mobile di coordinamento, ha avviato le ricerche sul posto. Perlustrando l'area, verso le 14.30 una squadra ha rinvenuto il corpo lungo il greto di un torrentello che scende da Sopracroda. La salma ricomposta e imbarellata, una volta avuto il nulla osta della magistratura per la rimozione, sarà trasportata fino alla strada e affidata al carro funebre. Sul posto Carabinieri, Vigili del fuoco e Protezione civile.

http://example.comnews-7164.atom Live Tour al Museo di Storia della Medicina di Padova. Boom di prenotazioni dalle scuole in meno di 48 ore - 2021-04-01T08:50:45+02:00 2021-04-01T09:03:41+02:00 IL MUSEO DI STORIA DELLA MEDICINA DI PADOVA ENTRA IN CLASSE CON IL LIVE TOUR: ALLA SCOPERTA DEL CORPO UMANO

DA OGGI PARTONO LE VISITE GUIDATE GRATUITE IN DIRETTA DAL MUSEO PER LE CLASSI DI TUTTA ITALIA BOOM DI PRENOTAZIONI IN SOLE 48 ORE
L’emergenza sanitaria ha reso ormai familiari concetti come isolamento e distanziamento, in antitesi con le attività educative, di collaborazione e di aggregazione promosse dalla scuola.

Per  dare un contributo nella risoluzione di questa emergenza sociale, il  Museo di Storia della Medicina di Padova ha lanciato l’iniziativa “Live Tour al MUSME: alla scoperta del corpo umano”, offrendo un’esperienza diretta di condivisione e conoscenza. Da oggi, mercoledì 31 marzo, sono cominciate le prime visite gratuite, sostenute interamente dalla Fondazione MUSME, rivolte alle classi di tutta Italia, dalle scuole primarie fino alle secondarie di secondo grado. Le prenotazioni raccolte finora, in meno di 48 ore, sono oltre 150, con classi provenienti non solo dal Veneto, ma anche dalla Lombardia, dall’Emilia-Romagna e dal Friuli Venezia Giulia e richieste di interesse e informazioni anche da altre scuole del Centro-Sud.

Le visite si svolgono in diretta dall’innovativo Museo patavino, tramite la piattaforma di Youtube, in maniera totalmente interattiva. Ogni virtual tour, infatti, curato dalle guide museali, coinvolge tre classi, che oltre a scoprire uno dei musei più tecnologici e avanzati d’Italia, interagiscono con la guida in tempo reale e partecipano a un mini- quiz attraverso la pagina kahoot.it. Alla fine, la classe vincitrice si aggiudicherà un attestato formale rilasciato dal Museo. Un percorso dinamico che rispetto alle registrazioni di contenuti e approfondimenti offre l’esperienza diretta di scoperta del Museo, con percorsi che sono, inoltre, differenziati per fascia d’età con un linguaggio appositamente studiato per ciascuna tipologia di utenza.

La visita guidata ha una durata di 1 ora e 30 minuti e può essere prenotata dal lunedì al venerdì attraverso il sito del museo: https://www.musme.it/livetour-al-musme-alla-scoperta-del-corpo-umano/ Per informazioni ulteriori, si consiglia di scrivere a scuole@musme.it

La prenotazione è obbligatoria.

-----------------------------------------------------

Il MUSME, museo unico nel suo genere in Italia, racconta lo straordinario percorso della medicina dal V secolo a. C. a oggi, ponendo il corpo umano al centro di un percorso che si snoda lungo tre piani, e 8 spazi tematici, dedicati ognuno ad un organo/apparato, dove ai reperti antichi si affiancano exhibit interattivi e multimediali.

Gli studenti affronteranno il tema della nascita e dello sviluppo delle scienze mediche moderne, in particolare nelle quattro grandi sale dedicate ai grandi quesiti relativi al corpo umano: Come è fatto? Sala di Anatomia, Come funziona? Sala di Fisiologia, Come si ammala? Sala di Patologia, Come si cura? Sala di Terapia.

Tra le tantissime attrazioni, i giovani visitatori potranno sfogliare virtualmente, insieme alla guida, preziosi libri antichi, normalmente inaccessibili al pubblico, o scoprire lo stupefacente Teatro Anatomico Vesaliano, grande salone in cui Anatomia e Fisiologia vengono illustrate da un modello di corpo umano lungo 8 metri, il grande uomo Vesaliano, su cui è possibile assistere ad innovative lezioni di anatomia.

Un viaggio unico che oltre a coinvolgere ragazze e ragazzi, bambine e bambini, oggi per la maggior parte a casa in didattica a distanza, permette anche di sensibilizzare i più giovani verso una disciplina che riguarda tutti, la medicina e lo studio del nostro corpo.

http://example.comnews-7165.atom Volo in parete in Val Galina - 2021-04-01T08:03:00+02:00 2021-04-03T08:09:46+02:00 Verona, 01 - 04 - 21

Attorno alle 12.15 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato a seguito della chiamata al 118 da parte della Centrale di GeoResQ, allertata per un  freeclimber infortunatosi nella falesia della Val Galina. M.S., 65 anni, di Verona, passato dalla via da dove si stava calando a quella affianco per recuperare un rinvio rimasto in parete, aveva perso l'appiglio scivolando appeso alla corda e dando origine a un pendolo, che lo aveva fatto sbattere sulla roccia. Un soccorritore ha subito raggiunto il luogo dell'incidente assieme al personale sanitario dell'ambulanza e ha dato così le opportune indicazioni all'elicottero di Verona emergenza in avvicinamento. L'eliambulanza ha quindi calato il tecnico di elisoccorso, verricellandolo. Con l'ulteriore aiuto di una squadra, sopraggiunta con il medico di Stazione, e di tre alpini paracadutisti che si trovavano sul posto - e che ringraziamo per il supporto - all'infortunato sono state prestate le prime cure. Una volta imbarellato, l'uomo è stato recuperato e trasportato all'ospedale di Verona.

http://example.comnews-7163.atom Linea d’ombra - "Munch e Van Gogh" - 5 aprile, ore 21 - il webinart di Marco Goldin - 2021-04-01T08:00:18+02:00 2021-04-01T09:04:56+02:00

Nuovo webinart di Marco Goldin: Munch e Van Gogh, lunedì 5 aprile alle ore 21, sempre in diretta sulla piattaforma Zoom, al costo consueto di €12.
Marco Goldin aveva dichiarato: “Se posso, per una volta, spendere una parola prima della lezione, credo che questa su Munch e Van Gogh sarà da non mancare. Una vicenda, quella dei due grandi artisti, che li ha visti intrecciare più volte le loro vite, anche se non si sono mai incontrati di persona. Quindi qualcosa di nuovo per il pubblico, nella cornice di opere meravigliose, dall’Urlo alle notti stellate”.
Nel corso della sua permanenza a Parigi, Munch visiterà il “Salon des Indépendants” del 1890, quello in cui comparivano dieci quadri di Van Gogh. È la conoscenza diretta dell’opera di Vincent, che da quel momento lo influenzerà non poco. In quella mostra tra l’altro, il lavoro di Van Gogh viene accolto molto favorevolmente da tanti colleghi artisti, da Monet a Gauguin, che ne parlano con Theo. Il critico francese Thadée Natanson sarà il primo, nel 1897, a scrivere dell’influenza di Van Gogh su Munch. Questa puntata straordinaria de I webinart di Marco Goldin sarà arricchita da un meraviglioso apparato di immagini, così da mostrare puntualmente quanto Munch, nella creazione delle sue opere tanto celebri, abbia tratto da Van Gogh.
acquista il biglietto per il webinart
Data l’enorme richiesta di biglietti per questa lezione, consigliamo di acquistare subito il tagliando per non perdere l'occasione. Anche per la lezione su Munch e Van Gogh, lunedì 5 aprile in diretta alle ore 21 su Zoom, ci sarà la possibilità di fare domande e osservazioni, su alcune delle quali, al termine, Marco Goldin si soffermerà instaurando un dialogo e un confronto con i partecipanti.

ECCO COME PARTECIPARE
> ACQUISTA IL BIGLIETTO: il biglietto (€12) è  in vendita su biglietto.lineadombra.it, fino alle ore 13 del 5 aprile.
> INSTALLA ZOOM: i webinart sono realizzati sulla piattaforma gratuita Zoom, disponibile per computer, smartphone o tablet.
> COLLEGATI QUALCHE MINUTO PRIMA DELL'INIZIO: per assicurare che tutto funzioni, collegati almeno dieci minuti prima dell'inizio usando il link che riceverai alle ore 15 del giorno stesso del webinart. Controlla sempre anche la cartella delle spam.

Per chi abbia acquistato il biglietto, la registrazione del webinart resterà disponibile fino alla mezzanotte dell'8 aprile.

Ricorda, il link di Zoom è unico, a uso esclusivo di chi ha acquistato il biglietto.


Van Gogh a Padova: la nuova visita guidata online di Marco Goldin - 9 aprile, ore 21
Hanno continuato a esaurirsi, giorno dopo giorno, anche tutti i posti per le visite guidate online di Marco Goldin, che avevamo inizialmente programmato solo per il 18 marzo, e poi a grande richiesta anche per il 19, il 23, il 24 e il 31. Ci riferiamo ovviamente alla grande mostra di Padova, Van Gogh. I colori della vita. Adesso, per tornare a rispondere al vostro caloroso entusiasmo, ne abbiamo programmata una sesta, che da questo momento è in vendita, sempre a €12.
acquista il biglietto per la visita online
Si svolgerà venerdì 9 aprile alle ore 21 sulla piattaforma Zoom. La registrazione della visita guidata online resterà disponibile, per chi acquisterà il biglietto, fino alla mezzanotte del 12 aprile. Scoprite il promo a questo indirizzo https://youtu.be/B2HbDsv70-o. Torneremo comunque a ricordarvi questa opportunità anche la prossima settimana.