Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

Ci siamo! Arriva la più bella tappa del Giro d'Italia 2021 (Sacile - Cortina) - meno 7

Tappa 10 - L'aquila - Foligno
Tappa 10 - La facciata della Basilica di Santa Maria di Collemaggio

Arriva il Colombiano !!! Tappa e Maglia Rosa per BERNAL GOMEZ: è un osso duro per gli scalatori. Oggi, Lunedì 17/5 la Tappa n° 10: L'AQUILA - FOLIGNO


Guarda il Video della tappa n° 16, da Sacile a Cortina

Guarda il Video della tappa di oggi n° 10, L'Aquila - Foligno

La classifica: tappa e Maglia Rosa per Bernal Gomez !!! E' un osso duro per gli scalatori ! Bene anche un Italiano, secondo in tappa e 3° in classifica Giulio Ciccone !
Corridore                                    Nazione   Team                                          Tempo        Distacco
Egan Arley BERNAL GOMEZ   Col            INEOS GRENADIERS               35:19:22     00:00
Remco EVENEPOEL                Bel            DECEUNINCK - QUICK-STEP  35:19:37     00:15
Aleksandr VLASOV                   Rus          ASTANA - PREMIER TECH        35:19:43     00:21
Giulio CICCONE                       Ita             TREK - SEGAFREDO                 35:19:58     00:36
Attila VALTER                           Hun           GROUPAMA - FDJ                      35:20:05     00:43

L’Aquila è il capoluogo della regione Abruzzo, a 714 m di altitudine. La città è situata su una collina nella valle del fiume Aterno ed è circondata dai monti Appennini, con la vetta più alta Gran Sasso d’Italia (2.912 m) a nord-est.
Fondata nel 1254 dalle genti di numerosi castelli della valle dell’Aterno, si suppone novantanove, L’Aquila fu costruita in modo tale che ogni castello ricevesse un pezzo di terra, noto come locale. La città prosperò grazie alla sua industria della lana. E la vendita dello zafferano, a garanzia di un ricco periodo artistico e culturale.

La facciata della Basilica di Santa Maria di Collemaggio è uno dei simboli della città, caratterizzata dalla doppia pietra colorata bianca e rosa del marmo di Genzano di Sassa e dal maestoso rosone centrale con due rosoni laterali più piccoli e dalla classica struttura quadrata tipico delle chiese aquilane. La bella facciata è entrata a far parte della storia nel 2009 quando è rimasta indenne dal terribile terremoto del 6 aprile che distrusse larga parte della città. L’interno della Basilica è stato gravemente danneggiato dal disastroso crollo del transetto e dell’abside. La leggenda vuole che qui fu incoronato Papa Celestino V nel 1294. La Basilica si trova nel punto di arrivo e partenza del Tratturo Magno, da L’Aquila e Foggia, che nel corso dei secoli è stata attraversata da migliaia di greggi di pecore e bovini, durante il periodo della transumanza. La Porta Santa, che si trova sul lato sinistro, viene aperta una volta all’anno in occasione della Perdonanza Celestiniana, l’annuale giubileo, indetto con Bolla papale da Santo celestino V, che conferisce il perdono dei peccati a chiunque attraversi la Porta Santa tra i vespri del 28 agosto e del 29 agosto. La Fontana del 99 cannelle è un altro dei monumenti simbolo, eretta nel luogo di fondazione della città. Presenta circa 90 mascheroni in pietra, dal cui beccuccio sgorga l’acqua che, insieme ad altre condutture, conferiscono il nome di 99 cannelle che rappresentano i castelli che hanno partecipato alla fondazione.
Piazza Duomo (XIII sec.) è una delle più grandi piazza medievale dell’Italia centro-meridionale. Nella parte inferiore della piazza c’è il Duomo (XIII), la Basilica di a San Massimo e San Giorgio. L’architettura più importante della piazza si trova nella chiesa di Santa Maria del Suffragio, detta delle Anime Sante, edificata nel 1713 su disegno di Carlo Buratti, allievo di Carlo Fontana. Nel terribile terremoto del 2009, la cupola è crollata in diretta tv. La chiesa è stata uno dei simboli della tragedia, oggi al suo interno, tutto  ricostruito e restaurato, è conservata la memoria di 309 vittime del terremoto. In questa piazza si trovano due fontane con base larga, sormontata due statue maschili, chiamate la fontana vecchia, edificata nel 1930 da Nicola D’Antino. La città, dopo il terribile terremoto del 6 aprile 2009, è stata ricostruita con le più moderne tecniche. L’Aquila è divenuta una bellissima città e una scuola di buone pratiche tecniche e ingegneristiche di ricostruzione post-sisma, famosa in tutto il mondo. L’Emiciclo, sede del Consiglio regionale d’Abruzzo, è un esempio di radicale progetto di ricostruzione e miglioramento. Una lunga opera di restauro e messa in sicurezza, eseguita con le più avanzate tecniche ingegneristiche con installazione di isolatori sismici al di sotto dell’intero colonnato. L’Emiciclo è oggi uno dei luoghi più frequentati della città ed è dedicato ad ospitare concerti ed eventi, sia all’interno che sulla piazza esterna, impreziositi ogni sera da spettacolari luci colorate che esaltano il fascino del colonnato.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu