Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

CortinAteatro, sabato 31.07 a Cortina d'Ampezzo BL va in scena La bisbetica domata, adattamento di Andrea Pennacchi del celebre testo shakespeariano

Teatro Bresci_ La bisbetica domata_ph Serena Pea_

La rassegna è coorganizzata dal Comune di Cortina d’Ampezzo e dall’associazione Musincantus, con la collaborazione del Teatro Stabile del Veneto

La rassegna presenta il primo appuntamento con il teatro. Ambientata a Padova negli anni Novanta, spartiacque fondamentale fra “come eravamo” e come siamo adesso, La bisbetica domata prodotta da Teatro Stabile del Veneto e Teatro Bresci è l’affresco disincantato della provincia veneta in un preciso momento storico, di grande cambiamento.

CortinAteatro dedica il quarto appuntamento al teatro: sabato 31 luglio alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo andrà in scena La bisbetica domata, celebre testo di William Shakespeare riadattato nel 2020 da Andrea Pennacchi, una produzione del Teatro Stabile del Veneto con il Teatro Bresci. Un’originale versione della celebre commedia shakespeariana diretta dalla regista Silvia Paoli con Anna Tringali, Giacomo Rossetto e Massimiliano Mastroeni, con la voce fuori campo di Andrea Pennacchi.

Nel testo – spiega la regista Silvia Paoli -c’è senz’altro amore, ci sono sincerità e fragilità, ci sono due ragazzi problematici che si incontrano e cominciano una storia a modo loro, cercando uno spazio in una società in cui non si riconoscono. Il problema non sono Petruccio e Caterina, ma il contesto in cui vivono che non è purtroppo lontano da quello di oggi se dimentichiamo le forme e pensiamo alla sostanza. Il nostro spettacolo è ambientato negli anni '90, che credo siano stati uno spartiacque fondamentale fra “come eravamo” e come siamo adesso: sono gli anni dell’ascesa di Berlusconi, della crisi economica (il suo inizio), il muro di Berlino è appena caduto e poi ci sono le top model, il grunge, gli uomini sanno di Denim e alla televisione è arrivata Non è la Rai. Gli anni '90 sono gli anni delle donne bellissime e di plastica, del celodurismo, dell’anoressia: ma sono anche gli anni della nostra nostalgia, quando aspettavamo le telefonate sul fisso, quando uscivamo in due sul motorino senza casco, quando andavamo in discoteca la domenica pomeriggio o facevamo i ragazzi del muretto chiacchierando di sogni fino a tardi”.

Io non vedo bisbetiche. – prosegue Silvia Paoli - Vedo crisi d'identità, vedo famiglie disfunzionali e uomini che devono dimostrare di avere la situazione in pugno. Vedo tutto quello che ancora, faticosamente, cerchiamo di cambiare”.

I prossimi appuntamenti: CortinAteatro proseguirà martedì 3 agosto alle 20.45 con un evento unico, in un contesto senza eguali, realizzato grazie alla partnership con Banca Generali Private: sulla Parete Ovest delle Cinque Torri appuntamento con il concerto site specificThe Royal Fireworksdi Georg Friedrich Handel, con l’Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Beatrice Venezi, direttore principale ospite dell’Orchestra della Toscana e direttore principale dell’Orchestra da Camera Milano Classica segnalata nel 2017 dal Corriere della Sera fra le 50 donne più creative dell’anno e selezionata nel 2018 dalla rivista Forbes Italia fra i 100 leader del futuro under 30. Completeranno lo spettacolo i giochi di luce di Marco Filibeck, light designer del Teatro alla Scala che attraverso il progetto illuminotecnico creato ad hoc per l’occasione ricreerà l’idea dello spettacolo del 1749 sul Tamigi.

I biglietti sono in vendita su Vivaticket.com, all’Infopoint e alla Cooperativa di Cortina.
Info e prenotazioni: Regole d’Ampezzo c/o Museo Mario Rimoldi, tel. 0436 2206
Info: musincantus.it

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu