Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

La poesia in dialetto bellunese “Al parlar de na olta”

logo_Associazione Bellunesi nel Mondo
Logo Il Veses

Inviate le vostre parole in dialetto. Vogliamo quelle più sconosciute, più divertenti, più curiose, più strane. Date anche una vostra traduzione.

La rivista "Il Veses" promuove un'iniziativa molto interessante: raccogliere parole in dialetto attraverso il sito
www.marioebruno.it oppure con la mail info@marioebruno.it all'insegna del motto: "Facciamo rivivere le parole perdute!"

Nel frattempo l'Associazione "Bellunesi nel Mondo" rinnova l'interesse sul nostro dialetto pubblicando la seguente poesia di Maria Tramontin:

"Na olta che se era tuti an cin pì poarét,
anca al parlar l’era pì s-cet,
no ocorea tanti parolon
par far intende le nostre rason.
                     Adès che la dente à studià
                     a l’é gnest tut pì complicà.
Bisogna fermarse a pensar
prima de parlar,
parché chi che no se intende
no i capis e i se pol ofender.
                    Ma noi che avon inparà
                    a parlar solo ‘l patuà,
                    no podón dir tut quel che olón
                    parché fon solo confusion.
E alora butón là
tre parole de ‘n talian sbrodegà.
                   Al par che avóne paura
                   de svelar la nostra coltura,
                   la sarà anca poaréta
                   ma la é sempre la pì s-ceta."

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu