Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

Verona, Palazzo Maffei, dal 16.12 / "Opening Night" per tutti i visitatori del museo performance di autoteatro e nuova audioguida esperienziale

casa museo Palazzo Maffei

Palazzo Maffei Casa Museo offre ai visitatori un'inedita visita alla collezione: delle cuffie, un invito ad una festa e una storia di cui essere protagonisti -Verona dal 16/12

Per i visitatori di Palazzo Maffei Casa Museo, fino a fine dicembre, un’esclusiva performance di AUTOTEATRO per vivere in modo diverso gli spazi del Museo e la sua collezione. Un’esperienza teatrale per uno spettatore alla volta, ideata dall’artista internazionale Silvia Mercuriali e commissionata da Palazzo Maffei - in collaborazione con il Teatro Stabile di Verona - nell'ambito del programma “Art in Action #2022” realizzato con il contributo della Regione del Veneto per l’audience development.
I percorsi e le performance artistiche del Museo saranno successivamente fruibili attraverso applicativi digitali: audioguide esperienziali,
in chiave inclusiva, come servizio innovativo.                         Palazzo Maffei ©Renato_Begnoni

“Opening Night” a Palazzo Maffei, prestigiosa Casa Museo che espone a Verona in Piazza delle Erbe oltre 600 opere dell’incredibile collezione raccolta da Luigi Carlon, è di scena l’esperienza teatrale ideata per il museo veronese da Silvia Mercuriali, affermata attrice e regista italo-britannica attiva a livello internazionale e riconosciuta come una delle pioniere della pratica DELL'AUTOTEATRO, che rende gli spettatori protagonisti (senza interazione in questo caso con altri) dello “spettacolo”.
Silvia è anche la prima "artista in residenza" di Palazzo Maffei Casa Museo e la sua proposta teatrale - nata tra le sale del Palazzo e alla luce della collezione, nell’ambito del progetto della Casa Museo veronese Art in Action #2022, dedicato in questa prima edizione alla consapevolezza di genere e contro la violenza sulle donne - è stata pensata per uno spettatore alla volta e potrà essere seguita dai visitatori di Palazzo Maffei fine alla fine di dicembre. La performance potrà poi diventare un'audioguida unica e originale, per una visita esperenziale alternativa della Casa Museo e un servizio museale innovativo. Palazzo Maffei non smette infatti di sperimentare, proponendo nuove modalità per confrontarsi con l'arte e con il bello, che sono vita e passione, ma soprattutto nuovi modi per conoscere e godere del Palazzo e della sua collezione.
Non una visita guidata, ma l'accesso in un metauniverso accompagnati dalla voce della regista, autrice e grande burattinaia di questa performance, che condurrà ogni visitatore dotato di cuffie o dei propri airpods, ad inseguire una festa che sembra sfuggirgli continuamente, tra musiche di Schumann rielaborate da Federica Furlani, suoni, rumori, vociare di persone, con registrazioni binaurali effettuate dal vero.
Un mondo sonoro iper-reale e immaginifico al tempo stesso, che permette di scoprire un nuovo modo di stare nello "spazio" del Palazzo e del Museo; una realtà parallela che esiste solo per i partecipanti, mentre intorno a loro il pubblico va avanti indisturbato.

Lo spettacolo è stato realizzato con il coinvolgimento degli studenti dell'Università degli Studi di Verona – Laurea in Beni Culturali, dell'Accademia Di Belle Arti di Verona e degli Allievi del Corso Masterclass della Scuola del Teatro Stabile di Verona. “Sono davvero felice di questo progetto nato nell’ambito di quanto a Palazzo Maffei stiamo proponendo per “Art in Action #2022” grazie anche al sostegno della Regione del Veneto” spiega Vanessa Carlo direttrice di Palazzo Maffei Casa Museo. “La vitalità del Museo, luogo di godimento del bello e dell’arte”, parte anche dalla sperimentazione, dalla creazione di nuove proposte di fruizione, dal confronto tra diversi linguaggi artistici e differenti sfere dell’esperienza artistica che possono aprire a nuovi orizzonti e a nuove visioni. E poi attraverso l’arte possiamo lanciare messaggi, sostenere azioni, creare connessioni con la città, il territorio e i giovani. Avere Silvia Mercuriali come prima artista in residenza è stata un’esperienza bellissima anche per i tanti studenti che collaborano con noi”.

Opening Night - uno spettacolo di Silvia Mercuriali, commissionato da: Palazzo Maffei Casa Museo, co-prodotto dal teatro Stabile di Verona
musiche di Schumann, rielaborazione di: Federica Furlani:
violino:Laura Masotto, viola: Federica Furlani, violoncello: Eleuteria Arena, contrabbasso: Nicola Monti, soprano: Elena Bertuzzi, voce narrante: Silvia Mercuriali, coro: studenti dell'Universita' degli studi di Verona, l'Academia Di Belle Arti e Allievi del Corso Masterclass della Scuola del Teatro Stabile di Verona

SILVIA MERCURIALI (IDEATO DA E VOCE NARRANTE), è una regista e artista italo-britannica, originaria di Milano e residente a Londra dal 2000. Meglio conosciuta come una delle pioniere della strategia di AUTOTEATRO, che ha sviluppato per lo spettacolo ”Etiquette” nel 2007 con la sua compagnia Rotozaza. AUTOTEATRO esplora un nuovo tipo di pratica teatrale, in cui i membri del pubblico eseguono il pezzo da soli, di solito l'uno per l'altro. I partecipanti ricevono istruzioni tramite audio, segnali visivi o testo su cosa fare o dire. Seguendo semplicemente queste istruzioni, un evento inizia a svolgersi. Silvia ha sperimentato questa nuova strategia, applicandola, estendendola e plasmandola a diverse tecnologie e in diversi contesti invitando costantemente il pubblico a interrogarsi su cosa sia reale e cosa no.
Il suo pubblico ha visto trasformarsi scenari quotidiani: Wondermart, un tour audio di un supermercato commissionato dal Battersea Arts Centre; The Eye, una breve opera coreografata per un occhio e commissionata da Fuel Theatre come parte di una serie di podcast sul corpo presentati da The Guardian; per Macondo ha sperimentato l'Autoteatro su larga scala.
Ambientato su un palcoscenico teatrale tradizionale, il pubblico da solo offre l'intera performance senza attori o tecnici. Blank, è un pezzo corto per un pezzo di carta, da sperimentare indossando le cuffie, con un pezzo di carta bianca e una penna a portata di mano. Il pezzo è stato commissionato da Gemma Brockis come parte di The ODDVENT Calendar, un progetto digitale collettivo pubblicato in vista del Natale, in cui ogni giorno veniva aperta una nuova porta virtuale, curata da un artista diverso. Il suo ultimo pezzo, SWIMMING HOME, porta il teatro direttamente nelle case delle persone, trasmettendo lo spettacolo in tutto il mondo, tramite l'App Mercurious-NET, National Ear Theatre. Il reale e l'immaginario si confondono, creando una realtà parallela che esiste solo per i partecipanti, mentre intorno a loro il pubblico va avanti indisturbato. La visione panoramica del lavoro di Silvia da parte del pubblico è un melange di interazioni pubbliche e private, che comprende sia il casuale non pianificato che il copione controllato.
Ha presentato lavori a livello internazionale ed è stata commissionata da centri culturali e teatri tra cui Brisbane Powerhouse (AUS), Museum of Art of Kochi (JP) e da enti britannici come Wellcome Trust, Fuel Theatres, The Roundhouse, Battersea Arts Centre, e Harrogate Theatre & Yorkshire Festival.

FEDERICA FURLANI (ADATTAMENTO MUSICALE E VIOLA). Dopo la formazione classica con la viola, ha studiato musica elettronica al Conservatorio di Milano e all'UDK di Berlino. Ha pubblicato un singolo per 7K! records di Berlino e il suo primo ep Tuning Scapes a Febbraio 2021 per NeMu. Come violista ha suonato in live e in studio con Einstuerzende Neubauten e Blonde Redhead, Le luci della centrale elettrica, Anyother, e altri. Lavora come sound designer/compositrice e musicista live per il teatro e la danza (La Biennale di Venezia, Il Piccolo Teatro di Milano, Il Teatro Stabile di Torino) e negli ultimi anni ha collaborato con registi e coreografi di chiara fama nazionale ed internazionale, come Antonio Latella, Carmelo Rifici, Camilla Monga e Alessandro Sciarroni.La sua ricerca si concentra anche sui soundscape studies, sull'educazione al suono, e sul potenziale artistico e sociale delle nuove tecnologie, in particolare con il collettivo Officine Tesla, di cui è vice-presidente.

Our mailing address is: Villaggio Globale International Srl - Antonella Lacchin  Email: lacchin@villaggio-globale.it  T.  +39 041 5904893  M. +39 335 7185874   Via Trieste 8, Mogliano Veneto, TV 31021   Italy

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu