Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

A Mel torneranno a vivere le antiche mura della Carrera

le antiche mura della Carrera

Via libera al progetto per il ripristino del tracciato che da Puner sale in centro. Cesa: «È una delle strade storiche più belle, sistemarla darà lustro al capoluogo»

L’amministrazione comunale stanzia 216mila euro per il ripristino e la ricostruzione delle antiche mura di via Carrera nel centro storico di Mel.
Approvato il progetto esecutivo, che porterà nei prossimi mesi all’inizio del cantiere. L’obiettivo è realizzare degli interventi conservativi mantenendo inalterati gli aspetti storici e funzionali della via medievale, quali testimonianza del passato.
I lavori interesseranno le porzioni che vanno dalla prima volta scendendo da Mel (escluso il sottoportico) fino al belvedere, e il muro successivo a monte. La sezione più compromessa appare quella centrale, per la quale si renderà necessario mettere in sicurezza le parti che presentano maggiore possibilità di crollo attraverso una centinatura in legno.
Si proseguirà con altri interventi di consolidamento nelle parti di muratura crollate, o comunque instabili, i conci verranno rimossi e accatastati ai piedi del muro in attesa di essere riposizionati; nelle zone con fessurazioni si provvederà invece a consolidare il muro attraverso delle iniezioni con miscela di calce idraulica naturale.
Da un punto di vista storico, le mura che delimitano il lungo sentiero, che sale dalla località Puner verso l’abitato di Mel, risultano essere di epoca medievale, costituite per lo più da blocchi di pietra di grandi dimensioni posati a secco e tuttora visibili nella zona inferiore.
L’ingresso di via Carrera, ubicato dietro il palazzo comunale è evidenziato da un grande arco a tutto sesto e da una successione di volte a botte che sostengono l’antica residenza della famiglia Conti, poi acquistata dalla famiglia Pivetta-Stefani.
In epoche diverse le mura sono state ripristinate con conci provenienti dai crolli, con tecniche diverse e, in certi casi, senza rispettare il piano originario. Gran parte della muratura è coperta a zone da muschi, licheni e vegetazione varia, che rischia di impedire all’acqua piovana di scaricarsi e con l’andare degli anni può accentuare la spinta del terreno contro la struttura, provocando nuove lesioni. Per questo, oltre alle sistemazioni, le mura saranno anche ripulite dallo sporco e rimesse in sesto.
Il sindaco Stefano Cesa dice: «Riqualificando le mura riconferiamo nuovo lustro al capoluogo comunale di Mel e all’intera comunità zumellese, già ricca di storia, ma valorizzandone ancor più l’aspetto artistico e culturale e al tempo stesso turistico. Via Carrera non era una delle più importanti vie di accesso al paese, ma risulta essere tra le più belle strade storiche del borgo e perciò oggetto di memoria storica. Data l’altura in cui si posiziona l’abitato di Mel, la Carrera fungeva da collegamento tra il centro storico e il “Borgo”, un tempo sede di attività artigianali con due mulini e una fucina ad acqua, per poi proseguire verso il torrente Puner e iniziare la salita verso passo Praderadego».

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu