Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

BELLUNO MIRAGGI: al via la VIII edizione tra teatro e performance audiovisiva

Manifesto Belluno Miraggi VIII
Programma Belluno Miraggi VIII
Biglietti Belluno Miraggi VIII

La stagione 22/23, al Teatro Comunale di Belluno, partirà il 1°dicembre e finirà il 29 aprile, con un palinsesto ricco di spettacoli dalla parabola visiva sulla solitudine moderna

Riparte l’1 di dicembre l’VIII edizione di Belluno Miraggi, stagione teatrale di prosa e contemporaneo, che valorizza i talenti locali e porta sul territorio importanti nomi del teatro internazionale, dal VideoDran di SlowMachine, all'ironico e struggente spettacolo Pinocchio della compagnia Babilonia Teatri, realizzato con pazienti usciti dal coma, fino all'imperdibile Aspettando Godot di Theodoros Terzopoulos che interroga la nostra stessa umanità. Belluno Miraggi è ideata e organizzata da SlowMachine in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il
Comune di Belluno.
Questa edizione guarda al passato con un nuovo sguardo e al futuro con desiderio di costante rinnovamento e ricerca.
Il programma, sempre all’insegna della qualità artistica, accompagnerà gli spettatori da dicembre ad aprile 2023 – con un palinsesto ricco ed articolato che presenta sei spettacoli più una performance e i consueti incontri post spettacolo con gli artisti.
Saranno al Comunale nomi quali i Babilonia Teatri - che aprono l’11 di dicembre questa VIII edizione, il celebre regista greco Theodoros Terzopoulos, la Familie Flöz, il Teatro degli Incamminati e la drammaturga e regista Fabiana Iacozzilli. Inoltre, per i dieci anni di SlowMachine, saranno realizzati due eventi speciali che ripercorrono il cammino svolto dalla compagnia bellunese, mettendo insieme punti particolarmente significativi della sua progettualità e ricerca artistica. Un evento a dicembre, la performance multimediale VideoDran, che verrà replicata per tutto il mese presso lo Studio SlowMachine e, a chiusura della stagione, il riallestimento dello spettacolo Notti nella sua nuova versione.
Rajeev Badhan, Direzione artistica Belluno Miraggi.afferma: «L’VIII edizione di Belluno Miraggi cade nei dieci anni dell’attività di SlowMachine. L’intreccio di questi due elementi, il numero otto - che se osservato da un altro punto di vista è anche simbolo di infinito, dove inizio e fine si congiungono - e il decennale di SlowMachine, è stato la guida per l’ideazione di questa stagione, che ritorna al lavoro fatto, osservando il passato e allo stesso tempo si interroga su un futuro incerto. Elementi che ritornano in una dimensione circolare che ci riporta ad osservare le stesse cose con occhi diversi, cambiati dal tempo che è passato, dalle vicende accadute e dalle nuove esperienze vissute, in un infinito scorrere che è insieme ciclica fine e perenne inizio.»
Raffaele Addamiano, Assessore alla Cultura del Comune di Belluno.dichiara: «“Alla fine di tutto, quando fai un bilancio, ti accorgi che il tuo premio è nel viaggio. Non c'è altro alla meta" Così si esprimeva qualche tempo fa l'avvocato e imprenditore statunitense Randy Komsar e, così, io credo che possa essere letta l'ottava, prestigiosa edizione di Belluno Miraggi. A dieci anni esatti dall'inizio della feconda produzione artistica di SlowMachine è, infatti, il tempo per essa di fare un bilancio fra passato, presente e, soprattutto, futuro, ben sapendo che la Cultura è, appunto, un viaggio infinito dove ogni traguardo è un nuovo punto di partenza. Per chi, come SlowMachine, ha fatto della sperimentazione e dell'innovazione la cifra precisa della sua poliedrica offerta artistica, ecco, allora, che i suoi primi dieci anni saranno una "Cosa enorme" che, "Aspettando Godot", porteranno nelle "Notti" di amore all'"Hotel Paradiso". Per parte mia, come cittadino intellettualmente curioso e come Assessore Comunale sempre attento alla libertà della Cultura, non posso che augurare buon decimo compleanno a SlowMachine e buona visione dei sette spettacoli a tutti, nella certezza che fra altri dieci anni il viaggio di Rajeev, di Elena e di ognuno di loro sarà ancora molto lungo e assai ricco di soddisfazioni.»
La Fondazione Italia Patria della Bellezza, il cui obiettivo è di rimettere al centro il valore della Bellezza, vero Talento del nostro paese, ha adottato un approccio “dal basso” e ha lanciato un bando per sostenere le attività di promozione, comunicazione e branding, andando direttamente nei territori. “Durante questo viaggio abbiamo incontrato molti progetti interessanti. In particolare, SlowMachine ha colpito per il legame diretto con il territorio e la capacità di valorizzarlo, attraverso anche il coinvolgimento di artisti e professionisti locali.”, afferma Alessia del Corona, Direttrice della Fondazione.

INFO: Abbonamenti e singoli spettacoli saranno acquistabili anche online. La vendita dei singoli spettacoli inizia giovedì 1° dicembre. Maggiori informazioni consultando il sito www.slowmachine.org
L’immagine dell’VIII edizione di Belluno Miraggi è stata realizzata da Ericailcane e le grafiche curate da Alberto Merlin.diotiss.com

Con il sostegno di: Mibact, Fondazione Teatri delle Dolomiti, Associazione Tina Merlin
Con il supporto di: Comune di Belluno, Reteeventi, Provincia di Belluno, Regione Veneto, Circuito Biblioteche provinciali
Sponsor: Fontana s.r.l., Vini Biasiotto, Ristorante Il Moretto
Media partner: Radio Belluno, Radio Cortina

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu