Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

BELLUNO - Ritorna la pedonata «Il vento tra i capelli»

Ritorna la pedonata «Il vento tra i capelli»

Domenica 2/10, 16^ pedonata «Il Vento tra i capelli», 5 km lungo le vie del centro di Belluno con partenza e arrivo in piazza dei Martiri, organizza il Comitato Prevenzione Salute Donna.

Per questa edizione c’è una novità: è stata prevista una variante allo storico percorso che permetterà la partecipazione delle persone diversamente abili. Giunti in piazza Duomo non si proseguirà verso via San Lucano ma per via Duomo e per via Rialto e poi si continuerà con il consueto percorso fino a piazza dei Martiri.

È possibile iscriversi il giorno della competizione, dalle ore 9, davanti al Caffè Manin in piazza dei Martiri; il costo è di 13 euro. Sarà consegnata la maglietta, che dovrà essere indossata durante il percorso in quanto certifica l’iscrizione: quest’anno il colore scelto è il bianco con il logo impresso che assume due tonalità di rosa, è di cotone organico ed è confezionata con materiale di riciclo. La scelta di svolgimento ad ottobre non è casuale in quanto viene proposta in concomitanza con il mese della prevenzione e della salute per la donna.

Il Comitato Prevenzione Salute Donna, per la prevenzione e la diagnosi del tumore alla mammella, si è costituito nel 2005 tra otto associazioni di volontariato, dedicate al mondo femminile, con lo scopo di lanciare una campagna fondi per l’acquisto di attrezzature avanzate per lo screening mammografico. Il Comitato è attualmente composto dalle sezioni locali di Ados (Associazione donne operate al seno), Avo (Associazione volontari ospedalieri), Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni e affari), International Inner Wheel, Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori), Soroptimist Italia. Anche in questo 2022, dopo due anni di stop forzato causa pandemia, i protagonisti hanno deciso di unire le forze sia con lo scopo della raccolta fondi sia per sensibilizzare alla prevenzione e diagnosi precoce del tumore alla mammella.
«Accanto al successo finanziario, raggiunto in questi sedici anni, che ha permesso di donare attrezzature all’avanguardia all’Ospedale “San Martino” per ben 382.686,50 euro, è importante sottolineare che, grazie a una corretta e diffusa informazione, la popolazione bellunese ha recepito il messaggio sull’importanza della prevenzione, della diagnosi precoce del cancro della mammella, nel caso particolare, e della prevenzione in generale per altre patologie», spiega il Comitato. «Un altro messaggio legato al progetto è che la tutela e la cura della salute non sono solamente compito delle autorità sanitarie, ma della comunità intera e che ottimi risultati può dare anche la collaborazione tra pubblico e privato».

Il Comitato ringrazia inoltre la Società Unifarco per la sensibilità dimostrata donando, per tutte le sedici edizioni, i gadget da inserire con la maglietta nella confezione per i partecipanti.

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu