Eventi, avvenimenti, manifestazioni, mostre di arte a Belluno e provincia

conferenza curata da Giovanni Grazioli, direttore della Biblioteca civica di Belluno, sul tema “Michael Noble e Dino Buzzati tra arte e follia”

Michael Noble e Dino Buzzatti

Venerdì 13 maggio 2022 ore 10.00 Aula Magna Seminario Gregoriano via San Pietro, 19 - Belluno

L'Associazione Antenna Anziani di Belluno organizza una nuova iniziativa culturale di carattere storico-artistico sempre sul tema della salute mentale. Una conferenza curata da Giovanni Grazioli, direttore della Biblioteca civica di Belluno, sul tema “Michael Noble e Dino Buzzati tra arte e follia”. L'esposizione, corredata da immagini, sarà completata dalla proiezione per la prima volta in pubblico, grazie al restauro della Cineteca di Bologna, del documentario del 1961 “La ripetizione”: commento di Dino Buzzati letto da Arnoldo Foà, realizzato da Giorgio Ponti, prodotto da Corona cinematografica in collaborazione con la Mostra per la Sanità, sotto il patrocinio della Lega italiana di igiene e profilassi mentale. La pellicola riprende l'esposizione delle opere degli internati dei laboratori di arte dei manicomi di Verona e di Imola della fine degli anni '50, commentate proprio da Buzzati.

Ma perché Buzzati si occupò dei dipinti di questi particolari artisti e di commentare questo documentario? Nel primo dopoguerra arrivò a Milano l'artista scozzese Michale Noble (1919-1993), allora in veste di agente segreto del governo alleato, con l'incarico di riorganizzare i sistemi di informazione del nord Italia. Conobbe Dino Buzzati a cui chiese di unirsi come giornalista nella redazione de Il Corriere Lombardo, quotidiano che aveva sostituito il Corriere della sera, chiuso dopo il 25 aprile 1945, dal Comitato di Liberazione Nazionale per aver supportato la fascista repubblica di Salò. Successivamente, nel 1957, in seguito a uno dei primi esperimenti di arte terapia avviato su iniziativa di Noble nel Manicomio provinciale di Verona, i due si rincontrarono in occasione dell'esposizione, in una galleria della città scaligera, dei lavori di pittura dei malati di mente realizzati in questo innovativo laboratorio.

Buzzati curò l'introduzione del catalogo della mostra "Sono veri artisti" e da allora fu folgorato dai soggetti appartenuti a quelle particolari opere d'arte. Tanto da riprendere poi alcuni temi con assiduità in molti dei suoi dipinti. Vari collegamenti con l'attualità, l'arte e la psichiatria, saranno poi oggetto della conferenza, che intende offrire un punto di vista e un taglio originale dello scrittore e pittore bellunese. L'iniziativa è stata organizzata in occasione del 50° anniversario della morte di Dino Buzzati (Belluno 16 ottobre 1906 - Milano 28 gennaio 1972).

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
menu
menu